Subbuteo Blog Trophy: F.A. Cup, Fourth Round Proper; tocca al derby #PlaySubbuteo #Subbuteo

Come molti di voi sanno in questo periodo sto dedicando molta attenzione alla F.A. Cup, in virtù del fatto che con gli amici del Centro Sportivo in Miniatura (Subbuteo e non solo a Roma) ne sto organizzando una versione su base basculante.

Emergenza COVID a parte, un vero successo, finora purtroppo solo sulla carta, viste le numerosissime iscrizioni, il patrocinio ecc… Ma per tutto questo vi rimando al blog del CSM.

Ieri sera ho seguito l’ultima partita del Third Round Proper tra i miei Saints e lo Shrewsbury Town, squadra di League One (terzo livello della piramide del calcio inglese). Vittoria senza particolare problema dei “miei” che sono in un ottimo momento sia come gioco che come classifica in Premier League.

I miei Saints, anzianotti ma sempre in splendida forma! Originali HW in short box

Al prossimo turno, tra pochissimo, questo sabato, 23 gennaio, siamo di nuovo stati sorteggiati in casa ma ci tocca il forte Arsenal, i Gunners! Per me è una sorta di derby personale, un derby dell’amicizia si intende, con l’amico, compagno di gioco, ideatore del CSM, Andrea Strazza, tifosissimo della ref. 16.

I miei Gunners, originali HW in long box

L’Arsenal quest’anno non è partito in modo brillante ma ultimamente sta recuperando punti e posizioni in classifica. I Saints hanno 29 punti (in 18 partite giocate) mentre i Gunners 27 punti (in 19 partite). Rispettivamente nono e decimo posto in classifica. Per i Saints è una posizione di prestigio, mentre l’Arsenal di solito sta più su, verso i piani alti e la zona Coppe europee, che però, visto questo strano campionato, non è poi così lontana.

Che vinca il miglior bianco/rosso comunque, visto che quelli sono i colori delle maglie di entrambe le squadre, oltre che i colori dei nastrini che adornano la Coppa, l’oggetto del desiderio, prima che venga assegnata.

Per i curiosi, ecco come si arriva dalla bandiera inglese (croce rossa di San Giorgio in campo bianco) all’attuale bandiera del Regno Unito.

Il bianco ed il rosso della bandiera e della nazionale inglese, il rosso della rosa dei Lancaster, il bianco della rosa degli York, il bianco e rosso della rosa dell’unione dei Tudor.

The fourth round draw
(22-23-24/1/2021)

1 Cheltenham Town (4) v Manchester City (1)
2 AFC Bournemouth (2) v Crawley Town (4)
3 Swansea City (2) v Nottingham Forest (2)
4 Manchester United (1) v Liverpool (1)
5 Southampton (1) v Arsenal (1)
6 Barnsley (2) v Norwich City (2)
7 Chorley (6) v Wolverhampton Wanderers (1)
8 Millwall (2) v Bristol City (2)
9 Brighton & Hove Albion (1) v Blackpool (3)
10 Wycombe Wanderers (2) v Tottenham Hotspur (1)
11 Fulham (1) v Burnley (1)
12 Sheffield United (1) v Plymouth Argyle (3)
13 Chelsea (1) v Luton Town (2)
14 West Ham United (1) v Doncaster Rovers (3)
15 Brentford (2) v Leicester City (1)
16 Everton (1) v Sheffield Wednesday (2)

Subbuteo Blog Collection: la ref. 23 #PlaySubbuteo #Subbuteo

La ref. 23: almeno per questa reference miei due vecchi cataloghi Subbuteo inglesi vanno d’accordo, sia nella descrizione (Claret&Amber Stripes, Black), sia nell’unica indicazione della squadra, il Bradford City. I Bantams (galletti) anche oggi usano questo kit.

La mia collezione la possiede in versione replica HW Santiago. Di seguito replica ed originale.

L’unica differenza come vedete è il colore del risvolto dei calzettoni, nero nella replica e rosso nell’originale. Entrambe colorazioni sbagliate, visto che secondo i repertori ufficiali i calzettoni erano neri con il risvolto giallo, come vedete nella prima foto del post.

Nei cataloghi Subbuteo successivi arriveranno poi gli scozzesi del Partick Thistle, che usò questo kit dal 1975 al 1984 ed ancora ogni tanto lo usa (quest’anno compreso, 2020/2021), i francesi del Lens ed il Benevento.

Altre squadre che hanno usato od usano questo kit in Italia, il Lecce degli anni Settanta, il Giulianova e pure la Roma, una terza maglia credo del campionato 1971/1972, che non si sa come mai (forse perché si dice fosse frutto della genialità del presidente Anzalone, che poi si sarebbe inventato l’assai più fortunato marchio “Lupetto”) finì immortalata sulle figurine dei calciatori al posto delle più ortodosse prime due.

Qualche figurina della Roma 1971/1972

Subbuteo Blog Collection: la ref. 22 #PlaySubbuteo #Subbuteo

La ref. 22 del catalogo Subbuteo è ancora lo Sheffield Wednesday. In realtà è soprattutto lo Sheffield Wednesday, perché si tratta del kit indossato più di ogni altro nella loro storia. I kit stile ref. 17 e ref. 51 (quello più simile a questo, che differisce per il colore dei calzoncini, blu anziché neri) sono marginali nella storia delle maglie delle Owls.

E’ stato usato dal 1900 al 1918, dal 1922 al 1938, dal 1934 al 1936, dal 1939 al 1965 (questo è quello riprodotto dalla Subbuteo), dal 1989 al 1993, dal 1997 al 2011, nel 2012/2013, nel 2015/2016 e dal 2018 ad oggi.

Al secondo posto come anni di utilizzo viene il kit stile ref. 51, usato dal 1972 al 1987. Poi quello stile ref. 17, dal 1965 al 1972 e nel 2017/2018.

Di seguito vi posto una foto della ref. 22 originale Subbuteo. Come vedete i calzettoni in questo caso sono azzurri, ma li hanno usati anche a cerchi bianco azzurri, bianchi con il risvolto nero, bianchi con il risvolto blu, ecc… I calzettoni come quelli della ref. le Owls li hanno usati nel 1962/1963.

Non possiedo questa ref. in originale HW e la rendo con lo Sheffield Wednesday della Zeugo.

Eppure, nonostante questa sia la maglia principale della storia di questa squadra, il catalogo Subbuteo inglese 1967/1968 la inserisce come ref. 17 (la ref. 22 ha la casella vuota di nominativi, tranne… l’Argentina!, con la pelle bianca però) e quello del 1973/1974 la segna come ref. 51 (di nuovo la casella della ref. 22 è vuota, stavolta totalmente).

Subbuteo Blog Friends: il Botafogo di Mauro Starone #PlaySubbuteo #Subbuteo

Da ragazzino giocavo spesso con il Botafogo, ma usavo una normale ref. 8, il Newcastle. Anche se era una squadra brasiliana… ma non aveva giocatori neri come la ref. 50! Saranno stati tutti emigranti tedeschi i miei???

Comunque questa dipinta da Mauro è una vera bellezza!!! Bellezza in calze grigie, più di filanca che di nylon però, i suppose…

Circa la maglia, ci dice Wikipedia:

I colori del Botafogo sono il bianco e il nero.

L’uniforme di gioco della squadra è costituita da una maglia nera con strisce bianche verticali, da calzoncini neri e da calzettoni grigi. La seconda tenuta è tutta bianca. Può essere utilizzato come seconda o terza divisa anche un completo nero. In rare occasioni i calzettoni, benché tradizionalmente grigi, possono essere neri o anche bianchi.

BOTAFOGO RIO E LE CLAMOROSE CALZE GRIGIE
eeeeeeeemmmmmbe’ il Botafogo è sempre il Botafogo , anche se, da collezionista di squadre Brasiliane (autocostruite) , detto da me è un poco di parte.
La squadra ha questo nome per rappresentare il potere di fuoco (intesa come forza calcistica) di questo team e la leggenda narra che le calze grigie che si abbinano alla divisa, rappresentino il colore della cenere lasciata al passaggio della potenza calcistica del Botafogo.
E’ una delle superstar del campionato Carioca di Rio de Janeiro, dove tra i suoi acerrimi nemici annovera Flamengo, Vasco da Gama ma soprattutto il mio Fluminense.


Al Subbuteo Club Mortara, ancor prima della nascita del Club, il Botafogo lascio’ uno splendido ricordo, perchè era la squadra personale adoperata da un amico che non ho più rivisto, Albieri, compagno di partite quando ci trovavamo a giocare io, Alex, Max e Maurizio.
Ricordo quel Botafogo come se lo avessi davanti agli occhi adesso (indicativamente era l’epoca tra il 1979 ed il 1981) ; era praticamente una ref 8 originale, senza le calze grigie e con le miniature tutte in carnagione brown, proprio come quelle che ho dipinto per il mio Botafogo, però trovate proprio così in scatola originale. Con quel Botafogo, Albieri che spero di ritrovare, giocava bene, veramente bene.


MENU
Lavoro agilissimo dove il nero Humbrol 33 è stato assoluto protagonista, mentre le calze grigie sono state colorate con Humbrol 64.
Mi piace il Botafogo Rio, una squadra souvenir

Una “botafogueira” che balla la cumbia col pallone…
Garrincha, uno dei tanti campionissimi che ha giocato nel Botafogo e nella Nazionale del Brasile

Subbuteo Blog Friends: la Pro Patria di Mauro Starone #PlaySubbuteo #Subbuteo

Un lavoro che eccelle per qualità, per luce, per “kentismo”, per tutto. Davvero un lavoro da Presidentissimo. Che fa venir la voglia di ballare la cumbia! Se solo sapessi dove mettere il piede dopo il primo passo! E dire che sono sposato con una ballerina di salsa e merengue “da paura”!

PRO PATRIA Kentissimamente Kent !
IL RUGGITO DEI TIGROTTI DI BUSTO ARSIZIO

IL buongiorno si vede dal mattino eccome e sapete perchè ? Perchè oggi al Subbuteo Club Mortara sarà un bel lunedì pienotto di eventi a partire da due recensioni su nuove squadre fino ad arrivare alla partita in diretta questa sera da casa Silino.


Pro Patria di Busto Arsizio o meglio Aurora Pro Patria 1919.

Un antico desiderio, una grande attrazione fin dalla Subbuteo gioventù, perchè detto tra noi in Italia, le squadre con la divisa alla rugby sono rarissime. La tentazione facile da realizzare era quella di prendere un Queen Park Rangers Ref. 11 oppure un raro Kilmarnock, quello bellissimo in ultima pagina catalogo 1978 targato Ref. 312 e modificarli senza vergogna, aggiungendo del blu.
Squadre intoccabili per i miei amici appassionati di calcio Britannico…..e così la mia Pro Patria rimase un sogno nel cassetto fino ad oggi.
Da collezionista di Italiche squadre totalmente “autocostruite” non potevo non avere questo gioiello che oggi milita in serie C e che mi ricorda quanto i miei Amici Bustocchi siano legati alla Pro Patria, fin dai tempi dell’Angelino e di suo figlio Gigi, uno spilungone di 2 metri e 2 magro come un chiodo ma simpatico e folle come pochi.


MENU
Ho lavorato in Kent Style (anche perchè più di così non so fare) sfruttando il bianco delle miniature e quindi passando dove occorre il blu francese lucido humbrol 14. IL portiere ed il portierino indossano una maglia verde cockpit green humbrol 78 , mentre i pantaloni e le calze sono dello stesso colore della divisa della squadra (ho trovato una foto che raffigurava questa bella combinazione molto in uso nei portieri Inglesi)
Le miniature T3 ed il portiere Saracinesca sono gli splendidi Top Spin, mentre le basi replica classica e gli inner sono Replay.
Opacizzante in boccia di vetro (favoloso prodotto) conclude il lavoro.

Se volete approfondire la storia della Pro Patria cliccate qui!

Subbuteo Blog Friends: il Monaco di Antonello Silino #PlaySubbuteo #Subbuteo

Ref. 148 del catalogo dei miei sogni… Divenuti realtà però in questo caso perché ne ho una bella versione replica HW. Non come quella del mio amico Antonello però…

Scrive Antonello: Il Monaco, quello delle edizioni del 78 e 81, dipinto così uscì solo in due edizioni, a catalogo, basi e inner erano bianco/rosso ma, nella realtà, ne uscirono molte a colori invertiti. L’ho rifatto in stile Kent come da catalogo, materiali Top Spin e colori Humbrol.