Rifilata da Tassotti a Luis Enrique, gli ruppe il setto nasale; non punita dall’arbitro, fu punita e duramente dal giudice sportivo che affibbiò 8 giornate di squalifica al milanista, che poi ammise di aver compiuto un gesto a suo stesso dire inqualificabile.