Norwich City HW, ref. 28 #PlaySubbuteo #Subbuteo

La ref. 28 la possiedo nella mia collezione originale HW ma, francamente, ci ho sempre giocato poco. Sia da bambino che da adulto, perchè l’accoppiata di colore gialloverde mi è sempre piaciuta molto poco.

Il club ha il soprannome The Canaries. Indovinate perchè, è facile!

Presenta diverse varianti. Con o senza trim, con o senza le bande colorate laterali gialle sui pantaloncini verdi, con o senza il risvolto colorato dei calzettoni e chissà che altro.

Il Norwich City Football Club (pron. ˈnɒrɪdʒ ˈsɪti), noto semplicemente come Norwich City, è una società calcistica inglese con sede a Norwich, militante in Championship, la seconda serie del calcio inglese. Il club è stato fondato nel 1902 ed è stato promosso per la prima volta nella First Division nel 1972, e da lì ha giocato 21 stagioni nella massima divisione inglese, con il periodo consecutivo più lungo di 9 anni. La squadra ha inoltre vinto la League Cup due volte, nel 1962 e nel 1985. Dal 1935, la squadra gioca le proprie partite casalinghe al Carrow Road ed ha una lunga e agguerrita rivalità con i vicini dell’Ipswich Town, con i quali ha disputa l’East Anglian derby.
(fonte: Wikipedia)

Altre possibili squadre da rendere con la ref. 28 sono la nazionale di Australia, gli olandesi del Fortuna Sittard ed i francesi del Nantes.

Ref. 28 Replica HW di Astrobase

Heart of Midlothian HW, ref. 27 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Un altra nobile del calcio scozzese. Se l’Old Firm divide Glasgow, Edimburgo è divisa tra gli Hearts (The Maroons) e gli Hibs, i giocatori e i tifosi dell’Hibernian (ref. 45). Ho questa ref. in versione originale HW e ne ho un’altra, sempre su HW, che è una vera opera d’arte, realizzata da Ettore70.

Il catalogo di Celtic Dream dice: Hearts, Arbroath, Stenhousemuir.

Il catalogo LW aggiunge Arezzo, Livorno e Reggina (Italia), Burnely, Northampton Town, Walsall e York (England), Metz e Montpellier Paillade (Francia).

L’Heart of Midlothian Football Club, spesso abbreviato in Hearts, è una società calcistica scozzese con sede nella città di Edimburgo, militante in Scottish Premiership, massimo livello del calcio scozzese. È la terza squadra più tifata di Scozia, nonché una delle più titolate, con quattro campionati scozzesi e dodici coppe nazionali. Le prime informazioni sugli Hearts ci arrivano il 20 luglio 1864 dal giornale The Scotsman, che registra una partita di Cricket tra gli Hearts of Midlothian e lo Scotsman, appunto. Non si sa se però il giornale si riferisse proprio agli Hearts attuali, anche se allora le squadre calcistiche non raramente giocavano altri sport. La sezione calcistica fu ufficialmente fondata nel 1874. Il nome deriva da quello della sala da ballo dove venne fondato il club (che a sua volta riprendeva quello di una celebre novella di Walter Scott) mentre lo stemma rappresenta un mosaico della cattedrale di Edimburgo, che indicherebbe il centro geografico della regione scozzese del Lothian. Lo stadio di Tynecastle fu utilizzato solo dal 1886.

L’Arbroath Football Club, meglio noto come Arbroath, è una società calcistica scozzese con sede nella città di Arbroath. Milita nella Scottish League Two, la quarta divisione del campionato scozzese. Il 12 settembre 1885, l’Arbroath vinse per 36-0 contro il Bon Accord in Scottish Cup, entrando nella storia del calcio come partita con più gol. Per coincidenza, poco prima della partita, il Dundee Harp aveva battuto l’Aberdeen Rovers per 35-0, sempre in Scottish Cup.

Lo Stenhousemuir Football Club è una società calcistica con sede a Stenhousemuir, in Scozia. Milita in Scottish Second Division, la terza divisione del calcio scozzese.

(fonte: Wikipedia)

Photo from Subbuteo Lab

Celtic Glasgow HW, ref. 25 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Pensatela come vi pare, ma, non so perchè, secondo me gli hoops bianchi e verdi del Celtic ne fanno la maglia più bella del mondo. E, considerando che, quando c’è l’Old Firm, ossia il derby con i Rangers, io tifo per i Blues, la mia povera opinione forse vale ancora di più.

Ho questa ref. sia in versione originale HW, anni Settanta, sia in versione replica Top Spin. Ma ce l’ho anche con le basi piatte per il Calcio da Tavolo moderno, e ho regalato ad almeno tre persone che volevano iniziare a giocare proprio questa ref.

Lo so, di maglie belle ce ne sono tante, eppure io resto ogni volta incantato quando la vedo…

Altro club che usa questo kit, gli irlandesi dello Shamrock Rovers.

Banner realizzato da me, se volete usatelo pure…

The Celtic Football Club, noto più semplicemente come Celtic (/sɛltɪk/) è una società calcistica britannica di Glasgow affiliata alla federazione calcistica scozzese, nella cui prima divisione milita dal 1888, anno della sua fondazione. Il Celtic è l’unico club scozzese ad avere sempre disputato la Scottish Premiership sin dalla sua istituzione (1890-91) e, insieme all’Aberdeen, a non essere mai retrocesso. Fino al 1994 la ragione sociale del club era The Celtic Football and Athletic Company Ltd. I giocatori del Celtic vengono soprannominati The Bhoys.Insieme ai rivali storici dei Rangers forma la cosiddetta Old Firm del calcio scozzese, una delle più forti ed accese rivalità sportive di tutti i tempi. Il Celtic viene tradizionalmente associato alla comunità cattolica di Glasgow (ha anche un nutritissimo seguito tra i tifosi irlandesi), mentre i Rangers rappresentano la parte protestante.

La divisa del Celtic ha percorso la stessa evoluzione dello stemma, ovvero di autentica e immutabile tradizione, se non per gli albori. A parte infatti l’anno della fondazione, nel quale la squadra si presume abbia giocato in camicia bianca con colletto verde e pantaloncini neri, e il primo decennio in cui le divise erano a strisce verticali bianco-verdi, i giocatori del Celtic indossano la stessa tenuta dal 1903, quindi da più di 115 anni, ovvero una maglia bianca con strisce orizzontali verdi (i famosi Hoops), pantaloncini bianchi e calzettoni altrettanto bianchi; la tenuta non è mai cambiata con l’avanzare delle stagioni se non per qualche dettaglio poco rilevante a livello visivo.

Celtic’s Lisbon Lions

«Abbiamo vinto meritatamente, ce l’abbiamo fatta giocando a calcio. Puro, bello, calcio fantasioso.» (Jock Stein, allenatore dei Lisbon Lions.)

Lisbon Lions (“Leoni di Lisbona”) è l’appellativo con cui è nota la squadra del Celtic che vinse la Coppa dei Campioni 1966-1967 all’Estádio Nacional di Lisbona, in Portogallo. Il 25 maggio 1967 il Celtic sconfisse in finale l’Inter col risultato di 2 a 1 davanti a 56.000 spettatori. Tutti i componenti della squadra erano scozzesi e nacquero entro 30 miglia (48 km) da Glasgow; inoltre essi erano provenienti dal vivaio biancoverde.

La divisa casalinga del Celtic, specialmente nel periodo classico del calcio di metà XX secolo, quando nel resto d’Europa le tenute di gara erano piuttosto spartane e spesso ripetitive, era un autentico simbolo identificativo. Altra peculiarità tipica del Celtic era la numerazione delle maglie, che non è esistita fino al 1994. I numeri erano stampati, molto grandi, sopra i pantaloncini sia davanti che dietro (emblematici i filmati di repertorio in cui si vedono gli arbitri che per ammonire od espellere il giocatore, invece di guardare la schiena per scrivere il numero, guarda i pantaloncini). Molte squadre si sono rifatte alla squadra scozzese per il loro look, come ad esempio i nordirlandesi del Belfast Celtic, o ancora gli spagnoli del Betis Siviglia o la squadra italiana Almas Roma.

Lo Shamrock Rovers Football Club (in gaelico: Cumann Peile Ruagairí na Seamróige), meglio noto come Shamrock Rovers, è una società calcistica irlandese con sede nella città di Dublino. Milita in League of Ireland Premier Division, massima divisione del campionato di calcio irlandese. È il club più titolato d’Irlanda, avendo conquistato 17 campionati e 24 coppe nazionali. Nel corso della sua storia ha preso parte molte volte alle competizioni europee. I colori sociali sono il verde ed il bianco, mentre il simbolo è lo shamrock, tipico trifoglio irlandese. La squadra indossa completi a strisce orizzontali bianco-verdi, non ripresi dal Celtic, ma da un’antica squadra di Belfast, i Belfast Celtic, che donarono un kit di maglie agli Shamrock Rovers dopo un’amichevole tenutasi nel 1920. I soprannomi più diffusi sono The Hoops e Rovers.

(fonte: Wikipedia)

Gordon Banks, rest in peace! #Subbuteo

È morto Gordon Banks, il portiere dell’unico titolo mondiale dell’Inghilterra, quello in casa nel 1966. Aveva 81 anni, è stato il miglior portiere inglese di tutti i tempi e uno dei più forti di sempre a livello mondiale. In passato ha giocato con il Chesterfield, il Leicester City, lo Stoke City e poi era emigrato negli Stati Uniti per giocare con il Fort Lauderdale. L’annuncio della morte è stato dato dallo Stoke. Ha collezionato 73 presenze con i Tre Leoni, mentre a livello di club ha vinto la Coppa di Lega prima col Leicester, dove ha giocato dal ’59 al ’67, e poi con lo Stoke, dove è rimasto fino al termine della carriera.


La storia di questa parata, su Storie di Calcio

Queen’s Park HW, ref. 24 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Ludere causa ludendi. Giocare per il gusto di giocare. La prima cosa che mi viene in mente di questa squadra, prima ancora che i suoi cerchi, i suoi hoops bianchi e neri è il suo motto. Perchè è anche il mio. A Subbuteo (ma non solo) io gioco per il gusto di giocare. Se vinco (ma quando mai?) sono contento, altrimenti sono contento lo stesso. Come spesso dico ho il tasso di agonismo di un bradipo. E penso che, se un bradipo giocasse a Subbuteo, lo farebbe con la mia stessa calma…

Possiedo questa ref. solo in originale, in scatola corta (short box).

Il catalogo LW ripreso dal belissimo lavoro di Alessio Lupi riporta altre squadre.

L’Ayr United, scozzese, ha usato questo kit dal 1914 al 1937 (anche con calzoncini neri), dal 1963 al 1968, nel 2016/2017. Gli inglesi del Darlington l’ultima volta nel 2010/2011 (prima spesso con i calzoncini neri). Il Dundee United (esatto, quelli conosciuti come Tangerines, scozzesi) dal 1930 al 1950. Il passaggio all’arancione/arancio e nero è del 1969. L’East Stirlingshire, sempre scozzese, ha usato un kit identico nel 2010/2011. Sono hoops bianconeri anche loro ma solitamente prediligono i calzoncini neri. Hanno una ref. dedicata nel catalogo Subbuteo, la ref. 180, con calzoncini neri e calzettoni rossi.

Il Queen’s Park Football Club è una società calcistica scozzese con sede nella città di Glasgow. Fondata nel 1867, è la più antica squadra di calcio scozzese. Oggi milita in Scottish Third Division, la quarta serie del calcio scozzese. Gioca le partite interne nel glorioso stadio di Hampden Park, condividendo la “casa” con la nazionale. La squadra è nota per essere l’unica società amatoriale in tutto il sistema calcistico scozzese; non a caso, il loro motto, in latino, recita: “Ludere Causa Ludendi” (“Giocare per il gusto del gioco”). Nella sua storia ha vinto ben dieci edizioni della Coppa di Scozia, anche se l’ultima di esse risale al 1893; in tale manifestazione la società è la terza più titolata in assoluto alle spalle di Rangers e Celtic, inoltre ha raggiunto, nel 1884 e nel 1885, la finale di FA Cup, venendo battuta entrambe le volte dal Blackburn. Pur avendo sede a Glasgow, difficilmente gioca il derby con le altre due ben più titolate squadre della città, non giocando nel massimo campionato nazionale; tuttavia, con la recente relegazione dei Rangers nella quarta divisione scozzese, il Queen’s Park ha potuto nuovamente disputare quello che è stato soprannominato “Il derby originale di Glasgow”, dato che le due squadre si affrontarono per la prima volta nel 1879, nove anni prima del primo Old Firm.

(fonte: Wikipedia)

Ref. 24 HW – Variante calzoncini neri

Partick Thistle HW, ref. 23 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Questa ref. la possiedo in versione replica Santiago. La tengo in una scatoletta Zeugo HW di Astrobase perchè la scatola originale si è rotta. Il catalogo recita Partick Thistle (che ha diverse altre ref. di riferimento) e Bradford City (idem). A me fa venire in mente una maglia da trasferta usata dalla Roma negli anni Settanta. Un pugno in un occhio in realtà, ma a me bambino piaceva…

Potete aggiungere le italianissime Benevento, Giulianova e Lecce (tutte usano anche i calzoncini rossi in abbinata alla maglia palata giallorossa) e Mechelen/Malines (Belgio), oltre che i francesi del Lens, famosi in Italia per un 6-0 rifilato alla Lazio nel 1977.

Il Partick Thistle Football Club, meglio noto come Partick Thistle o solamente Thistle, è una società calcistica scozzese con sede a Glasgow. Milita in Scottish Championship, la seconda divisione del campionato scozzese di calcio. Malgrado il nome, il club ha sede a Maryhill, nel nord-est della città, e non più a Partick, dove giocò dal 1876 al 1908. È nota come la “terza squadra” di Glasgow, dopo i più famosi Celtic e Rangers. Nel suo palmarès c’è una Scottish Cup e una Scottish Challenge Cup.

Il Bradford City Association Football Club (noto anche come The Bantams, e in precedenza The Paraders), meglio noto come Bradford City, è una società calcistica inglese con sede a Bradford, West Yorkshire. La squadra gioca le proprie partite casalinghe al Valley Parade.

(fonte: Wikipedia)

Una formazione del Lecce anni Settanta
Benevento 2014/2015

Crystal Palace HW, ref. 19 #PlaySubbuteo #Subbuteo

La ref. 19 HW la possiedo come replica Topspin. Per Topspin è anzitutto il Barcelona, per me è anzitutto il Crystal Palace, squadra londinese che ha avuto questo kit nel 1937/1938, poi dal 1973 al 1976. Kit poi ripreso anche ai nostri giorni.

Ref. 19 HW Replica TopSpin

Un primo elenco recita: Barcelona, Crystal Palace, Bayern Munich, Catania, Liege, Wuppertaler. Il catalogo LW italiano aggiunge Catania, Campobasso e Sambenedettese. Possibile utilizzarlo anche come Bologna (ref. 95) che ha ordinariamente i calzoncini bianchi.

Il Crystal Palace Football Club, noto più semplicemente come Crystal Palace, è una società calcistica inglese con sede a Londra, nel borgo di Croydon. Milita nella Premier League. Il club fu fondato il 10 settembre 1905 dai proprietari dello stadio dove si teneva la finale di FA Cup, che desideravano che nello stadio giocasse una loro squadra. La scelta dei colori sociali originari è stata ispirata dalla presenza nell’ambito societario di Edmund Goodman, ex impiegato dei Villans che si occupò dell’aspetto organizzativo del nuovo club e che ne fu allenatore dal 1907 al 1925. Attualmente i colori adottati sono il rosso vermiglio ed il blu. Nella sua storia la squadra londinese ha raggiunto i migliori risultati all’inizio degli anni novanta, guidata in attacco da Ian Wright, con la finale di FA Cup del 1990 persa al replay e il terzo posto in campionato nel 1991. In quell’anno vinse anche la Full Members Cup, competizione per le squadre delle prime due divisioni, giocatasi fra il 1986 e il 1992.

(fonte: Wikipedia)

Il Crystal Palace si trova in diverse altre ref. del catalogo Subbuteo. Ha usato per tanto tempo anche combinazioni di claret, blu e bianco.

Sheffield Wednesday HW, ref. 22 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Nel catalogo HW solo questa è la squadra di riferimento. In quello LW troviamo anche Chester City, Colchester United, Hartlepool United e Stockport County. La possiedo in versione replica Zeugo. Senza scatola, per cui la tengo in un box della Soccer3D HW di Astrobase.

Ref. 22 HW, Replica Zeugo

Lo Sheffield Wednesday Football Club, noto semplicemente come Sheffield Wednesday (a volte abbreviato in Sheffield Wedn.), è una società calcistica inglese con sede nella città di Sheffield, nel South Yorkshire, militante in Football League Championship (seconda divisione inglese) dal 2012. Esso risulta essere uno dei club professionistici più vecchi del mondo e il quarto per anzianità in Inghilterra. Il Wednesday, questo fu il loro nome fino al 1929, fu una delle dodici squadre che nel 1889 fondarono la Football Alliance, campionato che vinsero proprio nell’anno inaugurale. Tre anni dopo la squadra entrò a fare parte della Football League. Lo Sheffield Wednesday fu anche una delle squadre fondatrici della Premier League nel 1992. Nonostante il club abbia trascorso la maggior parte della sua storia nella massima divisione inglese, non vi milita più dall’ultima retrocessione avvenuta nel 2000. La rivalità più accesa per i tifosi del Wednesday è quella con i concittadini dello Sheffield United, con cui da più di cento anni si contendono il predominio della città nello Steel City Derby. Altre rivalità accese e limitrofe sono quelle con il Barnsley, il Leeds United, il Bradford City, l’Huddersfield Town, il Rotherham United, il Chesterfield ed il Doncaster Rovers. Gli Owls (I gufi), questo il loro soprannome, hanno trascorso la maggior parte della loro storia calcistica nelle prime posizioni del calcio inglese. Hanno vinto quattro campionati inglesi, tre FA Cup e una Coppa di Lega, ma la loro vittoria in Coppa di Lega del 1991 è l’unico grande trofeo dopo il 1935. Raggiunsero inoltre entrambe le finali delle coppe nazionali inglesi, la FA Cup e la Coppa di Lega, ma persero in entrambe le occasioni per 2-1 contro l’Arsenal a Wembley. Gli Owls giocano le partite casalinghe all’Hillsborough Stadium, situato nel sobborgo nord-ovest di Sheffield, ovvero l’omonima Hillsborough. Lo stadio ha 39.813 posti a sedere e venne costruito nel 1899 quando terminò il contratto col precedente stadio, l’Olive Grove.

Lo Stockport County Football Club è una società calcistica inglese avente sede a Stockport. A partire dagli anni ’90 la squadra ha iniziato ad avere seri problemi finanziari, che hanno portato a retrocessioni in serie. Dopo la retrocessione dalla Football League Two nella stagione 2010/11, in cui la formazione della Greater Manchester terminò la stagione regolare come 24a ed ultima in classifica, lo Stockport County ha disputato due anni nella Conference National con risultati modesti. Dopo un sedicesimo posto in classifica nel primo anno, nella stagione 2012/2013 retrocede in Conference North a causa dello scarso rendimento (solo 13 vittorie su 46 gare), diventando la prima squadra inglese a passare dal secondo livello della piramide del calcio inglese alla sesta.

(fonte: Wikipedia)

Leeds United HW, ref. 21 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Possiedo due versioni di questa ref. in HW. Una originale ed una replica Topspin.

Ref. 21 HW, Originale
Versione OHW

I francesi la chiamavano nei loro cataloghi “Equipe à décorer”, ovvero squadra da colorare. Ed in effetti tuttora tanti, me compreso, partono da una ref. 21 per farsi la squadra che più gli piace.

Per tanti la ref. 21 è il Real Madrid. Per me, affezionato come sono al calcio britannico è prima di tutto il Leeds United. Ma anche tanto altro: Leeds Utd, Tranmere Rovers, Swansea City, Torquay Utd, Milwall, Doncaster, Port Vale, Northampton, York, Colchester, Darlington, Angers, Real Madrid è solo un primo elenco.

L’elenco che si trova nel catalogo LW è addirittura sterminato direi… Ma la cosa è del tutto normale, anche perché moltissime squadre, soprattutto prima del cosiddetto “calcio moderno”, che ha fatto si che ogni squadra abbia tre, quattro maglie, con colori e/o disegni di fantasia, senza alcun rapporto con la propria storia, utilizzavano un completo bianco come seconda maglia.

Leeds United 1967/1968

Il Leeds United Association Football Club, noto semplicemente come Leeds United o Leeds, è una società calcistica inglese con sede nella città di Leeds, fondata nel 1919 sulle ceneri del Leeds City, nato nel 1904; attualmente milita in Football League Championship (seconda divisione inglese). Dal 2017 il club è di proprietà di Ammar Aly. I colori sociali sono il bianco, con bordi gialli e blu. Il Leeds gioca le gare interne a Elland Road. Il soprannome del club è The Whites (i bianchi).
Nel suo palmarès figurano tre campionati (1968–69, 1973–74, 1991–92), una FA Cup (1972), una Coppa di Lega (1968) e due Community Shield (1969, 1992). Fra gli anni sessanta e gli anni settanta, guidato dall’allenatore Don Revie, si impose come una delle migliori squadre europee vincendo due volte la Coppa delle Fiere (1968, 1971) e giungendo in finale di Coppa dei Campioni (1975) e Coppa delle Coppe (1973).


(fonte: Wikipedia)

Preston North End HW, ref. 18 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Una delle mie più belle HW, una delle squadre a cui sono più affezionato, posseduta in originale anni Settanta. Adatta per rendere Bury, Bolton, Tottenham Hotspurs, Preston, Scunthorpe, Mansfield, Tranmere, England, Finland, Greece, East Germany, Iceland.

La mia ref. 18

Il catalogo LW mi/ci suggerisce pure Derby County (England), Dinamo Mosca (Russia), Islanda, Israele, Lione (Francia), Real Zaragozza (Spagna), Schalke04 (Germania), USA.

Perfetta in particolare per l’Israele 1970, che pure ha una ref. dedicata in condominio con gli svizzeri dello Zurich FC, la ref. 113. Guardare la foto per credere.

Israele 1970

Bury, Tottenham, Preston, Inghilterra e Germania Est le squadre più “replicate” da chi scrive con questa ref. Ma per il Preston, i Lilywhites, ho un affetto del tutto particolare. Possiedo persino una loro maglia personalizzata con il mio nome sul retro.

Il Preston North End Football Club, meglio noto come Preston ma altresì conosciuto come Preston North End o Preston NE, è una società calcistica inglese, fondata nel 1863 e con sede nella città di Preston, nel Lancashire. Il club, soprannominato Lilywhites (gigli bianchi), North End o semplicemente PNE, gioca le proprie partite casalinghe nello stadio Deepdale.
Nel palmarès del Preston North End figurano i primi due campionati di calcio disputati in Inghilterra (1888-1889, 1889-1890) oltre alle FA Cup del 1889 e 1938, con il doppio successo del 1889 che rappresenta il primo double della storia calcistica inglese e mondiale. In quell’anno, il campionato fu vinto senza conoscere alcuna sconfitta (risultato eguagliato dall’Arsenal nella stagione 2003-2004); ancora più incredibile fu il successo in coppa, ottenuto senza concedere alcun gol agli avversari. Da qui il soprannome “The invincibles” (gli invincibili), dato alla formazione che registrò tali risultati.

Il Tottenham Hotspur Football Club (pron. ˈtɒtnəm ˈhɒtˌspɜr), noto più brevemente come Tottenham Hotspur o semplicemente Tottenham, è una società calcistica inglese avente sede nell’omonimo sobborgo di Londra sito nel Borgo di Haringey. Milita nella Premier League, la massima divisione del campionato inglese di calcio, e disputa temporaneamente le partite interne nello Stadio di Wembley, in attesa del completamento dei lavori del nuovo Tottenham Hotspur Stadium, che sorgerà sullo stesso sito dello storico impianto di White Hart Lane, demolito nel 2017. Fondato nel 1882, il club vinse la Coppa d’Inghilterra nel 1901, primo club non affiliato alla Football League a riuscire nell’impresa dal 1888. Nel 1961 conseguì un prestigioso double aggiudicandosi campionato e coppa nazionale, prima squadra a conseguire questo risultato, e nel 1962 rivinse la FA Cup. In ambito nazionale nella sua bacheca figurano 2 campionati, 8 Coppe d’Inghilterra, 4 Coppe di Lega e 7 Supercoppe d’Inghilterra. In ambito continentale il club vanta la conquista di una Coppa delle Coppe nel 1963 – divenendo la prima formazione inglese a vincere una competizione europea – e di 2 Coppe UEFA, nel 1972 e nel 1984. Il club vive una accesa rivalità con l’Arsenal, squadra con cui disputa il North London derby.

(fonte: Wikipedia)