The Boxing Day Massacre. Le storie e le scatole del colonnello Diego!

Ci sono partite che entrano nella storia del calcio pur non essendo finali di Coppa, decisive per l’assegnazione di uno scudetto o per l’eliminazione di un avversario prestigioso.
Il 26 dicembre 1979 fu una giornata storica per i sostenitori dello Sheffield Wednesday FC, accorsi allo stadio per festeggiare una storica vittoria sui concittadini dello Sheffield United con un roboante 4 a 0.
Quella vittoria entrò negli annali come “The Boxing Day Massacre”, nome forse teatrale e drammatico ma che perfettamente descrive lo stato d’animo delle opposte tifoserie al termine del match.
Dale May di Sheffield mi ha commissionato una double box dedicata proprio a The Boxing Day Massacre.
Per lo sfondo, in omaggio al soprannome di Sheffield, Steel City, ho optato per un effetto acciaio; lo skyline della città si staglia dietro alle figure che riproducono le maglie usate in quell’epica partita.
Grazie a Dale per la fiducia accordatami e per avermi fatto scoprire un episodio calcistico che non conoscevo.

Un classico tra i classici: l’Everton #PlaySubbuteo #Subbuteo

Versioni Home ed Away realizzate da Mauro Starone.

EVERTON superclassico periodo 1979/1981 per il nostro Paolo England.

Per il più Inglese di tutti i Giovinastri di Osc Mortara eccolo qua un gran classico del Subbuteo, uno dei tanti sogni di rock’n’roll ad occhi aperti per tanti Subbuteisti, uno dei regali di Natale per eccellenza.
Squadra posseduta da tanti, desiderata da tantissimi e riconquistata in replica da molti Subbuteo Boys del globo terracqueo.
Tra i tifosi eccellenti dell’Everton Sir Paul Mc Cartney.
MENU’
Questo Everton è stato vestito con il Blu 14 humbrol che, alla fine del lavoro è stato opacizzato.
Le basi Hw replica classica, inner, miniature ed il portiere Saracinesca sono i magnifici Top Spin.

EVERTON seconda maglia periodo 1979-1981 in Kent Style
E questo di giallo vestito completa il duetto di squadre per Paolo England, anzi il quartetto di squadre, dato che per Natale si è fatto un regalissimo: Everton prima e seconda & Aston Villa prima e seconda, pubblicato qualche giorno fa.

MENU
Il giallo humbrol 24 la fa da padrone, rincorso dal colletto alle maniche a varie decorazioni dal blu humbrol 14.
Una bella mano di opacizzante (mannaggia al flash) ha chiuso la partita.
Anche stavolta Basi Hw classiche, inner, miniature T3 Nek e portiere Saracinesca sono i magnifici Top Spin.

Il derby della Lanterna, visto da Antonello Silino #PlaySubbuteo #Subbuteo

Genova, terra di navigatori, cantautori, pionieri del Subbuteo e della “Lanterna”, simbolo della città, e proprio sotto la Lanterna si gioca un derby che mi ricorda molto lo stile britannico e, forse anche per questo, sempre molto affascinante .
Due squadre che, in diverse epoche, sono state ai vertici del nostro calcio, il Genoa detiene ben 9 scudetti conquistati fra gli anni ‘30 e ‘40, mentre la Samp ha raggiunto una finale di Coppa Campioni, nel ‘92 si chiamava ancora così, oggi bazzicano i bassifondi della nostra serie A.
Due maglie classiche, della collezione Subbuteo, che alloggiano nella scatola dedicata ai derby italiani, realizzata come sempre dal nostro Colonnello Diego Fiorani.
I materiali sono rigorosamente della Top Spin mentre i colori sono Humbrol.

Mi rigioco la finale! #PlaySubbuteo #Subbuteo

Trattasi della finale della Coppa dei Campioni 1982, Aston Villa contro Bayern Monaco. Come scritto in uno degli ultimi post, vinsero gli inglesi per 1-0, gol di Withe al 67mo.

Gioco ancora una volta 6vs6 alla SubbuteoBlog Arena. L’Aston Villa su miniature e basi Zeugo, il Bayern di Monaco su miniature e basi Superfooty.

Tante belle squadre dipinte da un mio amico… #PlaySubbuteo #Subbuteo

L’amico Mauro Starone ha messo in vendita queste tre belle squadre dipinte da lui. Dipinte in Kent Style, tutte con basi Replay Hw classiche , miniature e portiere saracinesca T3 Top Spin. Per informazioni e prezzi contattatelo via Facebook o sul suo profilo personale o su quello del Subbuteo Club Mortara (dove trovate anche il suo cellulare, che qui ovviamente non riporto).

MANCHESTER CITY replica ref. 191. Fu una squadra molto ambita dai Subbuteisti , quelli del “Catalogo 1978” ed ancora rimane un bel sogno ad occhi aperti per i tanti nostalgici di un certo calcio anni 70/80


FIORENTINA CLASSICA replica personalizzata che prende spunto dalla ref 55, adoperando però il viola marcato tipico della Fiorentina, con in aggiunta il giglio Kentizzato su sfondo bianco.


DJURGARDEN replica ref. 288 catalogo 1978. Gloriosa squadra svedese ricercatissima dai Subbuteisti sia allora, sia oggi e prodotta in pochissimi esemplari. Molto attraente deve il tocco vincente è il poco consueto abbinamento azzurro e blu.

Villains vs Baggies #PlaySubbuteo #Subbuteo

La partita di oggi alla SubbuteoBlog Arena (made in Gareth Christie & FlickFORKicks) del Subbuteo Club Nido dei Rapaci. Ref. 74 vs Ref. 3. 1-1 il risultato finale.

Circa il soprannome Baggies vi riporto quanto scrive Wikipedia:

L’origine del soprannome è incerta, anche se quasi sicuramente venne utilizzato la prima volta durante le prime gare casalinghe a The Hawthorns. Una delle teorie suggerisce che il termine derivi dai larghi pantaloni (baggy trousers) che i lavoratori delle fonderie locali indossavano per proteggersi dal ferro fuso. Lo stemma rappresenta un tordo (throstle, nel linguaggio del Black Country) su un ramo di biancospino (hawthorn) con uno sfondo a strisce verticali blu e bianche; da questo deriva Throstles l’altro soprannome di giocatori e tifosi, che esultano con il caratteristico “boing boing” saltellando up and down sul posto.

Il WBA ha tra i suoi trofei il campionato inglese del 1920.

Assai più titolati i Villains. Sette Campionati, sette Coppe di Inghilterra, una Coppa dei campioni, una Supercoppa UEFA.

Villains vincitori della Coppa cei Campioni 1981/1982. Bayern Monaco battuto in finale per 1-0 a Rotterdam. Gol di Peter Withe al 67′

Il nickname Villans deriva dal nome della società e indicava gli appartenenti al Villa Club, appunto i Villans. Altri soprannomi: The Lions, dal leone nello stemma e The Claret&Blue Army dai colori sociali.