Un nuovo logo per l’Hellas Verona, ref. 92 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Causa COVID e “tutt’altro a cui pensare” é passata un po’ sottotono la notizia del nuovo logo dell’Hellas Verona, squadra storica del nostro campionato e del Subbuteo. In linea con le tendenze sportive del momento, il nuovo logo cerca di semplificare e diversificare, ma per fortuna, in questo caso, restando fedele alla tradizione sportiva scaligera.

Il giallo ed il blu vengono dal gonfalone cittadino. La Scala dai signori della città, i più famosi dei quali furono i Mastini…

Guardatevi tutto e poi giudicate. A me piace davvero parecchio.

Il restyling aveva come intento quello di semplificare e attualizzare il brand Hellas: due soli colori, il giallo e il blu, e infinite possibilità di utilizzo in monocromia sulla base dello sfondo e della superficie sulla quale andrà utilizzato e posizionato. Gli elementi caratterizzanti si ispirano al simbolo ideato e utilizzato, a partire dal 1984, dall’Hellas Verona di Osvaldo Bagnoli.

Un simbolo che è parte integrante anche del logo sinora utilizzato: due teste di mastino in posizione bifronte, che includono la scala a quattro pioli della Signoria dei Della Scala. La dicitura societaria HELLAS VERONA FC è l’elemento portante e di armonica congiunzione di tutti gli elementi. La cifra stilistica, nella sua semplicità, consente al logo di essere facilmente riconoscibile e riproducibile.

I MASTINI. Ideati e disegnati dalla Società dell’Hellas Verona nel 1984, furono l’elemento centrale ed esclusivo del primo logo che apparve sulle maglie gialloblù, in ossequio ai più importanti signori della città di Verona, ovverosia il Mastino della Scala I e II, che tra il 1262 e il 1329 scrissero alcune delle pagine più gloriose della storia del territorio.

Link all’articolo completo sul nuovo logo

Nella mia collezione di squadre per il Calcio da Tavolo è presente una replica della ref. 92, eseguita su materiale originale Subbuteo da Alex Rota, una LW ref. 690, una Zeugo ref. 323.

Bologna Football Club 1909 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Partiamo dal Subbuteo stavolta. Una ref. dedicata alla numero 95, la maglia di gran lunga più usata in tutta la sua storia. Palata a strisce di colore rosso e blu. Nella storia sono state principalmente 4 (dal 1926 e poi praticamente quasi sempre), ma anche 5 (negli anni Trenta) o 6 (nel 1910). Calzoncini ordinariamente bianchi.

I calzoncini sono stati anche blu però, pure di recente, quindi è adatta per riprodurre la squadra anche la ref. 19 (Crystal Palace, Barcelona).

Il rosso e blu poi è stato disposto anche a quarti, con il blu sulla parte sinistra per chi guarda, il che significa ref. 107 (Basilea) e volendo ref. 72 (Genoa e Cagliari). Nel 1909, il primo anno, la maglia era di questo tipo.

Negli anni Trenta del XX secolo è stato usato anche un completo tipo ref. 48 (Spagna) ovvero maglia rossa e calzoncino blu.

La seconda maglia tradizionale è un completo bianco con sbarra rossoblu. Uguale uguale alla ref. 194 (Crystal Palace). A Bologna ci sono particolarmente affezionati perché con quella maglia hanno vinto l’ultimo scudetto nel 1963/1964.

Come seconda maglia è stato usato anche un completo bianco con fascia orizzontale rosso e blu.

La terza maglia è tradizionalmente verde con il calzoncino nero. Fu la prima maglia della squadra nell’anno 1925, l’unica occasione in pratica in cui lasciarono i colori sociali tradizionali.

Il Bologna è tra le squadre più titolate d’Italia: 7 scudetti, il primo nel 1924/1925 e l’ultimo nel 1963/1964. Due Coppa Italia, nel 1969/1970 e 1973/1974.

Ha l’insolito record di aver vinto per due volte lo scudetto allo spareggio, contro il Torino nel 1929 e contro l’Inter nel 1964.

Nella mia collezione in versione ZEUGO CALCIO DA TAVOLO (REF. 7 ZEUGO – corrispondente alla REF. 95 SUBBUTEO, presa dal fornitore ASTROBASE).

Real Murcia vs Mar Menor #PlaySubbuteo #Subbuteo

Partita in corso sull’Extremepitch del Subbuteo Club Nido dei Rapaci. 0-0 dopo il primo tempo, due tiri per parte, uno nello specchio della porta ed uno fuori.

In campo red team e blu team Zeugo, ref. 1 vs ref. 2. Portierini HW Topspin, pallina Zeugo. Una partita Hybrid!!!

Real Murcia Club de Fútbol, ref. 1
Mar Menor Fútbol Club, ref. 2

PAUSA TRA PRIMO E SECONDO TEMPO
(continua…)

Finisce 0-0 tra Murcia e Mar Menor. Sono così scarso che non sono riuscito a fare gol neppure giocando contro me stesso!!!

Buona notte a tutti!

Zeugo Club Edition #PlaySubbuteo #Subbuteo

Forse il miglior kit per dei ragazzini che devono cominciare. Quello arrivato a casa mia oggi, probabilmente, quando lo apriremo, finirà al Centro Sportivo in Miniatura. Intanto mi ci diverto io…

Red Team, più portierino TopSpin HW
Blue Team, più portierino TopSpin HW
Pallina Media Zeugo ultima generazione

Subbuteo da acquistare online #PlaySubbuteo #Subbuteo

Molte delle richieste che mi arrivano per email o sul mio account personale di Facebook, riguardano su dove acquistare, da chi, chi è più o meno affidabile. Posso rispondere per quella che è stata la mia esperienza diretta.

Per la rapidità (tempo che intercorre tra spedizione e consegna), al momento Subbuteo Lab, di Firenze, non lo batte nessuno. Vende solo materiale Old, ben selezionato e ben controllato.

Una ottima recensione a riguardo mi sento di farla anche ad Enrico Tecchiati: se sul sito Astrobase un prodotto è definito in pronta consegna, la consegna è effettivamente rapidissima. Mai avuto di che lamentarmi.

Per le squadre da dipingere ovviamente i tempi si allungano. Dipende da quando fate l’ordine e da tanti fattori contingenti. Certo che se ordinate prima di Natale o in vista delle ferie, non potete certo poi lamentarvi del ritardo della consegna…

Altro complimento per Astrobase è relativo alla cura con cui assemblano solitamente miniature, e componenti delle basi, anche per le squadre più semplici e di minor costo. Ottima.

Online mai ordinato nulla da TopSpin o da Extremeworks o Zeugo, quindi questo post non li tocca.

Zeugo e TopSpin si trovano nei negozi o in giro per club e tornei. Se posso la squadra preferisco scegliermela direttamente sullo scaffale. Mi fa tanto… 47 anni di meno (oggi ne compio 57, ergo sono 47 anni che gioco!)!!!

Con Claudio Dogali di Extremeworks, vista la conoscenza diretta causa club, ho sempre ordinato per telefono. Anche in questo caso una grande, quasi maniacale attenzione alla qualità del prodotto che ti viene venduto. D’altra parte Claudio vende solo materiale professionale, quindi il suo cliente tipo è uno che… fa le pulci a tutto! Tempi di consegna più lunghi ma per dei buoni motivi.

Passando all’estero, ho acquistato online solo in Inghilterra, da Mark Parker, della Santiago, e da Gareth Christie di FlickForKicks.

Parto da quest’ultimo conosciuto quest’anno. Sono a dir poco entusiasta. Consegna rapida, grande professionalità, cura del cliente passo dopo passo con tanto di foto dello stato di avanzamento lavori… Lo Shop di Gareth Christie è una vera garanzia, oltre che una bellezza per gli occhi. Tra tutti quanti per me è il NumberOne. Come Claudio Dogali di Extremeworks, ed Enrico Tecchiati di Astrobase, massima attenzione per la qualità del prodotto.

Mark Parker di Santiago Table Soccer ha il suo pregio che è quello di realizzarti praticamente qualsiasi squadra tu gli chieda. Anche la più sconosciuta. Devi solo dargli i colori della maglia e delle basi, massima disponibilità da parte sua. Forse lo penalizza un po’ l’affidarsi ordinariamente alla posta ordinaria per le spedizioni. Personalmente spenderei volentieri due o tre euro in più per avere una spedizione tracciabile. Altra problematica talvolta verificata, il non sempre eccelso assemblaggio delle miniature. Mi è capitato spesso di dover lavorare “di colla vinilica” per migliorare il fissaggio.

Però i suoi colori sono davvero belli e vivi, le miniature un piacere da guardare e da giocare.