1978/1979. Stesso anno, destini diversi #PlaySubbuteo #Subbuteo

Sul campo principale del Subbuteo Club Nido dei Rapaci, con sede a casa mia!, ci sono due squadre basculanti con la maglia dello stesso anno sociale, per l’appunto il 1978/1979. La prima è la Roma, la seconda il Nottingham Forest.

Per la Roma quello fu un campionato travagliato ed un anno portatore di grandi cambiamenti. Fu il primo anno in giallorosso del bomber di Crocefieschi, al secolo Roberto Pruzzo, proveniente dal Genoa. Il presidente Anzalone lo acquistò per la cifra enorme, all’epoca, di tre miliardi di vecchie lire. Per rientrarne, almeno in parte, fu costretto a cedere in prestito Bruno Conti.

Ma il salto di qualità non ci fu, la Roma passò tutto il campionato in bassa, a tratti bassissima classifica e si salvò solo ad una giornata dal termine, pareggiando una tesissima partita in casa con l’Atalanta per 2-2, per poi chiudere con uno squallidissimo 0-0 con l’Ascoli, risultato che salvava entrambe le squadre. Iniziò con Giagnoni allenatore, ma già a novembre arrivarono Valcareggi e Bravi. Le cose però non migliorarono poi tanto.

L’unico vero successo di quell’anno arrivò dal marketing, grazie all’invenzione del marchio Lupetto e dalle maglie molto fantasiose della Pouchain, le mitiche maglie “ghiacciolo”. La Roma arrivò seconda solo alla Juventus per gli incassi del merchandising; terzo, ma a grandissima distanza, il Milan vincitore dello scudetto.

A fine anno Anzalone lasciò il testimone e la presidenza della società a Dino Viola,che avrebbe fatta grande la “Rometta” come era soprannominata allora. Primo acquisto del neopresidente lo scudettato Nils Liedholm… ma questa è un’altra storia.

Molto diverso l’anno, trionfale, del Nottingham Forest, fresco campione d’Inghilterra. Tre trofei in carniere quell’anno: Coppa dei Campioni (l’attuale Champions League), League Cup (bis di quella vinta l’anno precedente), Community Shield (per chi non lo sa, trofeo calcistico inglese che mette di fronte la squadra vincitrice della Premier League a quella che ha vinto la FA Cup, o Coppa d’Inghilterra). I rossi dei boschi delle foreste di Sherwood chiusero il Campionato al secondo posto, a 8 punti dai rossi di Liverpool. Tornarono così in Coppa dei Campioni e la rivinsero l’anno dopo, assieme alla Supercoppa Europea. Allenatore il mitico Brian Clough.

Poi però le cose sarebbero cambiate, la Roma avrebbe iniziato una fase ascendente, Niels Liedholm l’avrebbe portata allo scudetto; il Nottingham, al contrario, una calante, che prosegue tuttora. Sono ben 12 anni che vivacchia, con più bassi che alti, nella Championship, la seconda divisione del calcio inglese, la nostra serie B.

L’armadio Subbuteo del Falco Pellegrino #PlaySubbuteo #Subbuteo

Appena riordinato il tutto (ma ancora ho da fare qualche cosina…)

Veduta d’insieme
Parete Nord – HW Originali e Repliche (solo squadre) – a destra le collezioni Vintage (137 squadre) e Platinum (80 squadre) complete.
Parete Sud – Squadre varie senza box di tutti i tipi, squadre per Calcio da Tavolo moderno, accessori per Subbuteo e Calcio da Tavolo, Set Vecchi e Nuovi, Valigette ecc…

Scottish Football al Nido dei Rapaci #PlaySubbuteo #Subbuteo

Anche oggi Subbuteo al Nido dei Rapaci, club Subbuteo dal 2008. In campo, alla Subbuteo Blog Arena, Clyde (ref. 81) ed Alloa (ref. 32), entrambe repliche HW su materiale Santiago, assemblato da Mark Parker.

0-3 il risultato finale in favore dell’Alloa. Dovuto però non tanto ad una netta superiorità delle Wasps, come si potrebbe pensare, ma piuttosto ai tanti errori del Clyde, che si è auto-infilato due volte su tre…

Bangor F.C. vs Crystal Palace. L’esordio di Anna (con il “tifo” di Romeo) #PlaySubbuteo #Subbuteo

Una nuova giocatrice oggi alla Subbuteo Blog Arena. Anna (la padrona del gatto Romeo, il gatto del Subbuteo), è scesa per la prima volta assoluta in campo con l’elegantissima ref. 40, i londinesi del Crystal Palace, con la maglia 1966-1971. Di fronte lo scrivente con i gallesi del Bangor F.C.

I gallesi come prevedibile hanno spadroneggiato e vinto per 6-0, ma il gioco è piaciuto parecchio ed Anna (subito tesserata dal Nido dei Rapaci!) ha chiesto di avere prima possibile la rivincita. A Romeo fortunatamente le miniature non sono piaciute quanto il campo, ma ha trovato assai interessante il rotolare della pallina FF…

L’Oldham Athletic vince la Rapax Cup! Gufi sugli scudi! #PlaySubbuteo #Subbuteo

Arriva finalmente il verdetto al Subbuteo Club Nido dei Rapaci! Nel giorno dei patroni di Roma, i Santi Pietro e Paolo, si disputa alla Subbuteo Blog Arena il girone di finale della Rapax Cup.

Questi i risultati:

  • CRYSTAL PALACE – SPARTAK VARNA 1-1
  • SPARTAK VARNA – OLDHAM ATHLETIC 0-2
  • OLDHAM ATHLETIC – CRYSTAL PALACE 3-0

Una vittoria netta quella della ref. 42 (vi ricordo che a rappresentare il Crystal Palace era una replica HW della ref. 102 ed a rappresentare i bulgari dello Spartak Varna la ref. 119 HW, originale come la 42).

P.S. Aggiunta per chiarire a chi mi ha chiesto il motivo del soprannome Latics (condiviso con il Wigan). E’ una parola che deriva da una contrattura del termine Athletics.

Cinque gol fatti e nessuno subito.

Al secondo posto per la migliore differenza reti si classificano i Falchi dello Spartak Varna, al terzo le Aquile del Crystal Palace, che falliscono l’intento di ricordare la loro aquila Kayla, mancata di recente, con la vittoria).

La ref. 42, vincente!

Grande gioia tra i Gufi di tutto il mondo, in particolare a… Hogwarts!!! Errol, Leotordo e soci hanno festeggiato, ed uno di loro è stato inviato dal mago Harry Potter a casa Zacchi per portare una lettera di congratulazioni per i vincitori!

Harry Potter con Hedwig, civetta delle nevi…

Omaggio a Kayla #PlaySubbuteo #Subbuteo #NidoDeiRapaci

“We are deeply saddened to hear that Kayla has passed away. We will miss her sorely.”

Con queste parole ieri il team del Crystal Palace ha annunciato su Twitter la morte della sua mascotte, l’aquila Kayla che, come Olimpia per la Lazio e Victoria per il Benfica, volteggiava sullo stadio prima delle loro partite. “Dieci anni in rossoblu”, titola la foto.

Il Nido dei rapaci le rende omaggio.

Rapax Cup: le tre finaliste #PlaySubbuteo #Subbuteo

AQUILA/EAGLE

CRYSTAL PALACE – ENGLAND

Scenderà in campo la replica della ref. 102, maglia usata nel 1972/1973 dalla squadra londinese. Miniature Top Spin. Replicata per me, parecchi anni fa, da Subbuteo Mania.

FALCO/HAWK

SPARTAK VARNA – BULGARIA

Maglia blu con i calzoncini bianchi per quell’anno, farò scendere in campo una ref. HW originale, la numero 119. La copertina del mio blog. E scusate se è poco!!!

GUFO/OWL

OLDHAM ATHLETIC – ENGLAND

Maglia della stessa stagione, dal catalogo HW originale, ref. 42 per servirvi…

IL CALENDARIO DELLA RAPAX CUP

  • CRYSTAL PALACE – SPARTAK VARNA
  • SPARTAK VARNA – OLDHAM ATHLETIC
  • OLDHAM ATHLETIC – CRYSTAL PALACE

Crystal Palace vs Lazio 4-3 #PlaySubbuteo #Subbuteo #NidoDeiRapaci

Sono i londinesi del Crystal Palace ad aggiudicarsi la Eagle Cup, battendo di misura la Lazio per 4-3. Per effetto di questa vittoria si aggiungono all’Oldham Athletic (vincente tra i Gufi) ed allo Spartak Varna (primo fra i Falchi) come terza squadra del girone finale per la vittoria della Rapax Cup.

EAGLE CUP – FINALE

LAZIO (ITA) – CRYSTAL PALACE (ENG) 3-4
Originale HW ref. 5 – Originale HW ref. 42

Anche in questo caso abbiamo cambiato la ref. di una delle due finaliste, usando per il Crystal Palace la seconda maglia dell’anno 1972/1973 (una ref. 42). Lazio affidata a Sara Zacchi, Eagles allenati da Luca Zacchi.