Vigevano HW, da Mortara con immutata passione #PlaySubbuteo #Subbuteo

Presenta, come sempre, il Presidente Mauro Starone!

SUBBUTEISTI !!!!! Oggi il nostro Spidermir (Mirco Colecchi) ha terminato questo splendido VIGEVANO CALCIO 1921 seconda maglia che veste il classico color cremisi abbellito dal tipico azzurro chiaro della prima divisa. Visione sia fronte che retro, dove potete apprezzare anche i numeri fatti a mano (beato te che ci riesci).

Ottimo lavoro Mirco ed anche ottima dedica carica di speranze che tu hai voluto fare a tutti i Subbuteisti “Ci rivediamo , si spera presto, e vi sfiderò tutti con il mio Vigevano”.

Subbuteo, ref. 60 by Mauro Starone #PlaySubbuteo #Subbuteo

SUBBUTEO F.C. ref 60

Quella che vedete in foto è la replica della Subbuteo F.C. 60 di proprietà di Cipo, vincitore del Gran Premio Internazionale di Poesia al Nazionale di Osc Cuggiono 2019, a pari merito con The Gooner.
Effettivamente il premio consisteva nel farsi dipingere da me una squadra facente parte del catalogo Subbuteo e la scelta del vincitore è caduta sulla F.C. Subbuteo, un mito in bilico tra leggenda e realtà.
Della F.C. Subbuteo tutti conoscono la storia, ognuno seguendo un favoloso puzzle tra notizie vere, leggendarie, testimonianze e vecchie foto.
Pronti ? Via con la storia:
La F.C. Subbuteo è la squadra del dopolavoro della fabbrica di Subbuteo di Barcellona…..ma che Barcellona, la fabbrica era a Gibilterra..
…esiste una foto con Mister Adolph in posa con tutta la squadra aziendale al gran completo, formata da dirigenti, operai, capi reparto ed addirittura i serissimi ragionieri in divisa calcistica…
…la F.C. Subbuteo non aveva una maglia vera e propria, aveva una canottiera a manica lunga con una scritta in rosso S U B B U T E O davanti e via andare…
..ma che davanti…..davanti e dietro…
..ma che scritta rossa…..la maglia era gialla con una favolosa banda rossa sia fronte che retro…
….tutti i giorni, in pausa pranzo la squadra aziendale scendeva in campo a sfidare altre squadre aziendali……

…….mi cognato che beve solo il moscato mi ha detto che spesso Julio Iglesias andava a fare due tiri nella F.C. Subbuteo , nel ruolo di portiere e come portiere era meglio di Salvatore Accatastata, il portiere dell’Annunziata, cento tiri e una parata…..
ma cosa state dicendo, interviene il Subbuteista Mario Bagasa: la F.C. Subbuteo gioca nelle serie minori Spagnole e negli anni 70 arrivò seconda in serie B ma non pote’ andare in Serie A per mancanza di fondi. Ma chi te lo ha detto ? “Ve lo giuro, me lo ha detto ieri al telefono mio zio Manolito che ha giocato centravanti nel 1978 nella F.C. Subbuteo” “Certo caro ! “

La Ref. 60 siamo esattamente tutti noi Subbuteisti, proprio per il cuore pulsante e la passione che c’è in ogni singola miniatura che ci capita tra le mani, con tutte le storie più belle e variopinte che vogliamo appiccicare nel magazzino dei ricordi.

Per la F.C. Subbuteo ho adoperato materiale Top Spin in toto, dipingendola con i colori Humbrol, giallo H 24, blu H25 e rosso H 60.

Buon Subbuteo ed allegrezza a tutti !

Sampdoria HW, ref. 94 by Mauro Starone #PlaySubbuteo #Subbuteo

SAMPDORIA replica ref. 94 Kent Style .

Completata oggi la Sampdoria; avevo la ref. 94 in gioventù e così ho voluto riprodurla per la mia personale collezione. Lo stile è assolutamente Kent e quindi le varie imperfezioni nella tracciatura delle strisce sulla maglia direi che sono perdonabili.
Sono molto soddisfatto del lavoro nella sua globalità, soprattutto per la scelta del blu, questa volta non il tradizionale humbrol 25, ma bensì il 14 humbrol definito Blu Francese a finitura lucida che è stata opacizzata a fine lavoro con una robusta mano di opacizzante humbrol in boccia di vetro.
Il portiere del tipo “saracinesca” ho voluto dipingerlo in rosso perchè la Subbuteo ai tempi aveva corredato moltissime Samp con portieri rossi o verdi, addirittura in alcune scatole i portieri avevano il pantaloncino nero.

SCATOLA PERSONALIZZATA

La scatola personalizzata, in questo caso trasparente, è una delle tante ottime produzioni del nostro Colonel (Diego Fiorani)

Il materiale utilizzato :

  • miniature T3 e portiere saracinesca della Top Spin
  • basi replica Hw ed inner della Replay

Buon Subbuteo a tutti and peace and cheese to everybody

Pistoiese HW by Mauro Starone #PlaySubbuteo #Subbuteo

LA PISTOIESE Kentyssimamente Kent.

…..e tanti ma davvero tanti anni fa a Mortara l’avevamo in 3: Alex, io e il Lele anima bella. La butto li: 2 Olande trasformate (una era la mia ed era pure Zombie) ed un Dundee totalmente arancione trasformato anch’esso. La Pistoiese era proprio la squadra personale di Lele che nonostante passione e volontà prendeva delle imbarcate da arca di Noe’ ..

Ho voluto riaverla in collezione, dove tra l’altro è la prima volta che entro in possesso, in questo nuovo corso Subbuteistico, di una squadra dal colore arancio.

MENU’:

sono stato rigoroso sul fatto che l’arancio è il colore della città di Pistoia ed è per questo che basi ed inner le ho volute del medesimo colore (Materiale Replay). Per la squadra ho reputato che il blu spesso di tonalità media , a volte scurissimo, andasse benissimo su pantaloni e decorazioni spalla, girocollo e polsini. I colori scelti sono l’arancione humbrol 82 ed il blu standard humbrol 25 che ho preferito al blu molto scuro. Miniature Top Spin.

(Mauro Starone)

Lecco HW, ref. 256 o ref. 503 by Mauro Starone #PlaySubbuteo #Subbuteo

Replicando il LECCO ref. 256 “LA MAI VISTA”

IL bernoccolo di replicarmi un Lecco per la mia personale collezione esiste fin da quando lo vidi nel catalogo Subbuteo 1978/79. A quei tempi lo desideravo parecchio ma, come ho scritto nel titolo, era una squadra introvabile, inserita in quel sestetto di squadre che vanno dalla ref 253 fino alla ref 258, una nuova e tardiva sfornata di Italiane che comprendevano Avellino, Pescara, Torino in divisa totalmente granata, e poi le tre veramente rare Lecco, Rimini e Brindisi. Non sono l’unico ad averne mai visto uno in circolazione, anzi a memoria collettiva di tanti amici subbuteisti appassionati di ieri e di oggi è quasi definita una squadra fantasma, si dice che ne avessero prodotti forse nemmeno 30 esemplari (!!!!!!!), tanto che venne definita “la mai vista”. Però tempo fa mi è bazzicato tra le mani un singolo spare del Lecco che ho studiato attentamente con le chips humbrol che ho steso su miniature prototipo ed ho confrontato con 3 miniature distrutte di un Djurgarden ref 288, rarissima e quasi gemella nella divisa con il Lecco che erano rimaste tra i vecchi giochi di Gianluigi, oggi sacerdote, che mi ha prestato per il confronto tinte.

TOTALE:
il blu e l’azzurro sono un mix fantastico cromatico ed ecco le differenze pittoriche che aveva organizzato la Subbuteo tra Lecco e Djurgarden
LECCO : il celeste è chiarissimo , humbrol 65 e le righe della maglia sono nel classico blu humbrol 25, colori ripresi anche nelle calze, mentre il pantalone è nero. Queste sono anche le tinte che ho adoperato per la mia replica.
DJURGARDEN : viene adoperato l’azzurro chiaro e non il celeste chiaro, un ottimo humbrol 89 mentre le righe della maglia sono blu classico humbrol 25 come i pantaloni. Le calze sono azzurre humbrol 89 con decorazione in blu humbrol 25.

Le miniature che ho adoperato per il Lecco sono le stupende T3 e portiere saracinesca Top Spin, mentre le basi replica hw classiche e gli inner sono Replay. Opacizzante humbrol in boccia di vetro ha concluso un lavoro del quale mi ritengo soddisfatto.

Lecco Originale- ref. 256 – foto CelticDream.it
Djurgarden originale – ref. 288 – foto CelticDream.it

Legnano vs Mestrina alla Subbuteo Blog Arena #PlaySubbuteo #Subbuteo

Le squadre in campo, realizzate entrambi da artisti miniatori (Alex Rota il Legnano su materiale Subbuteo originale, Max di Monsummano la Mestrina su materiale Replay) raffigurano quelle reali del campionato di serie C 1963/1964. Le partite reali finorono 1-0 per la Mestrina all’andata, 0-0 il ritorno a Legnano. I lilla arrivarono quinti alla fine del campionato, gli arancioni decimi.

All’epoca la serie C era organizzata su tre gironi, nord, centro e sud, denominati A, B, C. Per la cronaca quell’anno salirono in serie B la Reggiana, il Livorno ed il Trani.

Oggi entrambe le squadre giocano in serie D. Nel girone B il Legnano, nel girone C il Mestre.

L’Associazione Calcio Mestre S.r.l. (meglio nota come AC Mestre o semplicemente Mestre), è una società calcistica italiana con sede nel comune di Venezia, in località Mestre.
Fondata nel 1927 (sebbene la sua nascita sia fatta risalire tradizionalmente al 1929) con la denominazione Unione Sportiva Mestrina è stata successivamente più volte rifondata.
La squadra ha partecipato ad un totale di 27 stagioni nella terza categoria nazionale, l’ultima delle quali nella stagione 2017-2018.
Nella stagione 2019-2020 milita in Serie D, quarto livello del campionato italiano di calcio.
(fonte: Wikipedia)
L’Associazione Calcio Dilettantistica Legnano, meglio nota come Legnano, è una società calcistica italiana con sede nella città di Legnano. Nella stagione 2019-2020 milita nel campionato di Serie D, quarto livello della piramide calcistica italiana. Ha come colore sociale il lilla, tonalità cromatica che costituisce quasi un unicum nel panorama calcistico internazionale.
Fondata, secondo la tradizione, il 1º gennaio 1913 con il nome di Football Club Legnano, fu una delle prime squadre calcistiche di città non capoluogo di provincia a prendere parte al campionato di massima serie: l’esordio in Prima Categoria, all’epoca denominazione del massimo livello del calcio italiano, fu nella stagione 1919-1920, cui seguirono un altro campionato nella medesima serie, 5 stagioni in Prima Divisione e un campionato in Divisione Nazionale, mentre il debutto nella neo-costituita Serie A a girone unico avvenne nel 1930-1931. La società cambiò poi nome in Associazione Calcio Legnano nel 1936. Negli anni 1950 il Legnano partecipò ad altre due stagioni di Serie A, senza però andare mai oltre l’ultimo posto, portando il computo totale del numero di campionati in massima serie a 11 stagioni. Prese anche parte a 15 campionati di Serie B, l’ultimo nella stagione 1956-1957.
(fonte: Wikipedia)

Milan HW, ref. 57 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Altro lavoro dell’amico Mauro.

Osc Mortara è un Club ad altissima densità di tifosi Milanisti; ce ne sono veramente molti.

Ho sempre amato il Milan squadra subbuteo e da ragazzetto ne avevo uno bellissimo, (avevo anche Inter, Juventus e molte Italiane) un Milan fiammante in Hw ed anche il Daniele Zandon ne aveva uno uguale al mio ed era riuscito a schierare per tempo anche Joe Jordan. Il primo Milan che vidi lo ricordo così: ero poco più di un bambino e durante le vacanze estive a Pisogno arrivo’ il Nino di Milano con la famiglia (papa’ era un restauratore e fece dei lavori anche nella chiesa sconsacrata di San Dionigi o di Santa Veneranda a Mortara …non ricordo bene e grande campione enigmista, chiamato da tutti Zucchino , proprio per le capacità intellettive che racchiudeva all’interno della crapa pelata) e naturalmente arrivò con il Subbuteo, il Milan del quale era tifoso, Inter e Rapid Vienna. Gran via vai in quella terrazza dove c’erano numerose Dinky e Corgy Toys, lo Yellow Submarine dei Beatles ed anche tutti gli album 33 dei Beatles che giravano dalla mattina alla sera……il Nino era un geniaccio di 20 anni, amante dei giochi e delle novità e ricordo che guidava una piccola Daf 508 color senape. Quell’estate portò tutta una serie di ciclisti su bicicletta (miniature giocattolo) e si inventò un gioco da tavolo che rispecchiasse il Giro d’Italia. Ricordo una miniatura a braccia alzate con una divisa celeste con su scritto Salvarani.

Ho voluto riprodurlo il Milan, proprio per averne uno per me come ai tempi, dipinto con il rosso Humbrol 153 e nero 33. Le miniature sono le fantastiche T3 e portiere saracinesca Top Spin , mentre basi Hw replica classiche e inner sono della Replay.