Sochuax HW, ref. 316 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Una ref. 47 il Sochaux, in questo caso con il blu che si trasforma in un azzurro tenue, quasi celeste. Rendo di solito il Sochuax o con la ref. 47 o con la replica 2006/2007 della collana HW Subbuteo Vintage Edition.

Ref. 316, foto Skell
Ref. 316, foto Skell
Ref. 316, foto Alberto Collection
Ref. 316, foto Mahler005
Sochaux 2006/2007 Subbuteo Vintage Edition
Sochaux – Panini 1977/1978
Socahux 1978/1979

Metz HW, ref. 315 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Quarta occorrenza per i granata di Francia nel catalogo Subbuteo dopo le ref. 27 (Hearts), 99 e 255 (Torino).

Nel corso della sua storia, il Metz ha cambiato più volte colori sociali. Al momento della sua fondazione, nel 1932, come colori sociali furono scelti il bianco e il nero, colori che erano ripresi da quelli dello stemma della città di Metz. Alla base del primo cambiamento dei colori sociali vi furono ragioni politiche: il bianco e il nero erano infatti anche i colori della nazionale di calcio della Germania, paese di cui Metz, con i territori dell’Alsazia e della Lorena, aveva fatto parte dai tempi della guerra franco-prussiana sino alla fine della Prima Guerra mondiale.

Nel 1936, mentre assistevano ad una partita del Marsiglia, il presidente del Metz Raymond Herlory e il giocatore Charles Fosset furono vittime di insulti razzisti anti-tedeschi da parte dei tifosi del Marsiglia, che ritenevano erroneamente che il bianco e il nero fossero un omaggio all’antica appartenenza di Metz alla Germania.

Fu questa la ragione che indusse lo stesso presidente Herlory a cambiare i propri colori sociali, passando al granata, che era il colore del Cercle Athlétique Messin, da cui il Metz era nato. Lo scopo di questa scelta era anche quello di migliorare l’immagine della città. Da quel momento il granata divenne dunque il colore ufficiale del Metz, che lo abbandonò solo nel breve periodo in cui la città tornò sotto l’autorità tedesca durante la Seconda Guerra mondiale (in questo caso il Metz usò il nero e il blu), e per un altro breve periodo dal 1978 al 1983, quando l’allora presidente Aimé Dumartin dispose il ritorno al bianco e nero.

(fonte: Wikipedia)

Ref. 315, foto Focus On
Metz 1987/1988, Subbuteo Vintage Edition HW

L’FC Metz, abbreviazione di Football Club de Metz, è una società calcistica francese con sede nella città di Metz, nella regione della Lorena.

Tra i club francesi con più presenze in massima serie (60 stagioni, per un totale di più di 2000 incontri disputati), ha ottenuto come miglior risultato in campionato il secondo posto ottenuto in massima divisione nel 1997-1998 alle spalle del Lens. Ha inoltre vinto per due volte la Coppa di Francia, nel 1984 e nel 1988. La prima di queste vittorie fu conseguita in uno dei periodi migliori nella storia della squadra. Vanta anche due successi nella Coppa di Lega francese, nel 1986 e nel 1996. Conta dieci presenze nelle competizioni europee.

Gioca nello Stadio Saint-Symphorien, della capacità di 25.636 posti. I colori ufficiali sono il granata e il bianco, dai quali deriva il soprannome dei calciatori: I Granata. Lo stemma della società comprende una rappresentazione del Graoully, drago leggendario e simbolo della città di Metz, e della croce di Lorena.

Strasbourg HW, ref. 314 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Kit molto simile alla ref. 191, squadra per motivi storici prima tedesca, poi francese. I colori della squadra in realtà sono il blu ed il bianco, ma tra la fine degli anni Settanta èd il 2000 è stato spesso usato il celeste. Ora si è tornati al blu.

Il Racing Club de Strasburgo, abbreviato RC Strasbourg, Racing Strasbourg o RCS e noto in italiano come Strasburgo o Racing Strasburgo, è una società calcistica francese con sede nella città di Strasburgo. Milita nella Ligue 1, la massima serie del campionato francese di calcio.

Fondata nel 1906 con il nome di FußballClub Neudorf, ha inizialmente esordito nella terza divisione del campionato tedesco per poi entrare, al termine della prima guerra mondiale, nel sistema calcistico francese (con una parentesi nel corso del secondo conflitto mondiale in cui fu di nuovo riammessa al sistema calcistico tedesco). Ottenuto lo statuto di squadra professionale nel 1933, lo Strasburgo ha ottenuto nella sua storia risultati altalenanti (toccando il punto più alto nella stagione 1978-79 in cui conquistò il suo primo titolo nazionale) a causa di continui cambi in seno alla dirigenza della società.

Ref. 314, replica di Ucu
Ref. 314, foto Heavyweight021
Ref. 314, foto Skell
Ref. 314, foto Alberto Collection
Ref. 314, foto Rosten
Ref. 314 HW
Ref. 191 HW
Strasbourg 1995/1996 – Subbuteo Vintage Edition HW
Strasbourg, oggi

Motherwell HW, ref. 313 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Terza ref. dedicata per la squadra scozzese dopo le ref. 46 e 185. Il motherwell è elencato anche nella lista della ref. 49.

La ref. 313 raffigura il kit, manco a dirlo, Admiral utilizzato con i pantaloncini gialli tra il 1976 ed il 1978 e ripreso per un breve periodo nel 1979 con i pantaloncini claret. Esiste una variante della ref. 313 in questo senso.

Ref. 313, foto Ian Tambo
Ref. 313, foto Alberto Collection
Ref. 313, foto Heavyweight021
Ref. 313 Zombie in Display Edition del 1979
Ref. 313 HW variante calzoncini claret

Kilmarnock HW, ref. 312 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Quarta ref. anche per gli scozzesi del Kilmarnock. Segue alle ref. 11 (QPR), 37 (Hertha Berlin), 190. Rappresenta il kit realizzato dalla Umbro ed usato tra il 1977 ed il 1982 (con i calzettoni bianchi) e nel 1982/1983 (con i calzettoni blu). Replicato poi praticamente uguale dalla Matchwinner ed usato (con i calzettoni blu), dal 1983 al 1989.

Ref. 312, foto Alberto Collection
Ref. 312, foto ElPera206
Ref. 312, foto Skell
Ref. 312, foto Bertola

Forfar Athletic HW, ref. 311 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Terza ref. dedicata a questa squadra, tutto sommato minore, del calcio scozzese. Dopo la ref. 75 e la ref. 187. Il kit raffigurato è ancora un kit Admiral, utilizzato tra il 1977 ed il 1980.

La ref. fa parte della famiglia della ref. 191 (Citizens e Reading).

Ref. 311, foto Alberto Collection
Ref. 311, foto Skell
Ref. 311, foto Skell

Bradford City HW, ref. 309 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Kit Litesome, usato dai Bantams nell’anno 1977/1978. Ref. posseduta da me medesimo in versione replica HW TopSpin.

La mia ref., replica TopSpin HW
Ref. 309, foto Stefano Boaty

Bradford City già visto a proposito delle ref. 23 e 168.

Bantams Ref. 168 Style!
Bradford Ref. 23 Style
Bradford Kit Litesome

Aldershot HW, ref. 308 #PlaySubbuteo #Subbuteo

La ref. vuole riprodurre il kit Admiral che la squadra inglese indossò tra il 1977 ed il 1981. Ho già parlato di questa squadra a proposito della ref. 145 (sciolta nel 1992, rifondata nello stesso anno come Aldershot Town).

Colori sociali rosso e blu, la ritrovate negli elenchi anche delle ref. 19, 41 e 48.

Ref. 308, foto Skell
Ref. 308, foto Ian Tambo

Torquay United HW, ref. 307 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Raffigura il kit usato dalla squadra inglese tra il 1977 ed il 1981, realizzato da Pilgrim, Bukta ed Umbro. I colori sociali del Torquay sono il giallo ed il blu, quindi lo potete rendere anche con la ref. 47 e simili, con la 179, la 208 ecc…

Ref. 307, foto Alberto Collection

Ref. 307, foto Alberto Collection
Ref. 307 HW
Torquay United stile ref. 307

Torquay United stile ref. 208

Torquay United stile ref. 47

Il Torquay United Football Club è una società di calcio di Torquay, città del Devon, in Inghilterra, militante nella National League South. La squadra è soprannominata The Gulls e ha il giallo e il blu come colori sociali. Forte è la rivalità con le altre principali squadre del Devon: l’Exeter City e soprattutto il Plymouth Argyle, ciò benché queste squadre siano state incontrate di rado, militando in categorie diverse.