Che palle (per) il Calcio da Tavolo/Subbuteo! #PlaySubbuteo #Subbuteo

Ho controllato nel mio sconfinato archivio ed ho visto che a settembre del 2018 ho scritto del Tango, la palla per il Subbuteo di dimensione media che tuttora riscuote grande successo per i subbuteisti. Semplicemente, a mio parere, perchè andava più dritta delle altre.

Eh già, perchè il problema una volta non era trovare una pallina per giocare, non c’è mai stato quel problema, era un accessorio sempre disponibile presso qualsiasi giocattolaio. Ma era trovarne una ben incollata, che andasse dritta sul panno, che non avesse quei fastidiosi residui di lavorazione che non tutti noi ragazzini dell’epoca eravamo così bravi a togliere! O che non si aprisse in due dopo tre o quattro volte che cadeva dalla tavola di gioco per terra.

Ora per fortuna la situazione è parecchio migliorata. I produttori prestano molta più attenzione alla qualità (merito anche della concorrenza a mio parere! quando un gioco è monomarca il produttore più di tanto non ci si impegna…) e la situazione per i giocatori di oggi non è paragonabile a quella di noi pionieri.

Visto che sono sufficientemente vecchio per farlo, vi dirò che però le prime palle per il Calcio da Tavolo erano molto più grandi di quelle con cui si gioca adesso. Quelle con cui il 95% dei giocatori gioca adesso sono le palline di dimensioni medie. Che però fino alla fine degli anni Settanta non esistevano. Si giocava o con le palle grandi, conosciute con la sigla F, che trovavi nelle scatole del gioco, o con quelle per esperti, piccoline, conosciute con la sigla FF. Le F ora sono scomparse dal mercato, mentre resiste una nicchia di giocatori (io sono tra questi!) che preferisce giocare con la palline piccole.

Vi posto una foto presa dal sito dell’immancabile Peter Upton per darvi una idea di massima della differenza tra palla grande, media e piccola.

Palla media, FF (piccola) e F (grande)

A ben guardare, la palla FF è la più proporzionata alla dimensione della miniatura, ed è ancora, in scala, forse troppo grande rispetto ad essa. Ma se la pallina fosse più piccola sarebbe davvero difficile giocare!

Tagliando corto, nel calcio da tavolo di oggi, come nell’ old subbuteo, si usa al 99,9% la palla media, al 100% nei tornei. Così i produttori si sono concentrati tutte su quelle dimensioni. la palla F vi dicevo è scomparsa, la FF resiste grazie ai produttori Astrobase e TopSpin, ma sarei davvero curioso di sapere quante ne vendono. Quando qualcuno mi vede, le poche volte che vado in giro, tutti vogliono provare le mie FF (ne ho sia originali degli anni Settanta, sia versione replica Top Spin), ma quasi nessuno vuole giocarci. Credo di averlo fatto solo con Andrea Strazza e con Enrico Guidi (allora mio compagno di club, ora gioca a Perugia). Molti ci provano, fanno due tocchi, e poi rinunciano. Troppo abituati alla solita misura…

Vi faccio una carrellata di palline ora, con le foto prese dai vari cataloghi e qualche indicazione di prezzo. Vi anticipo che ce ne sono per tutti i prezzi e per tutti i gusti, monocolore o con le decals. Anche veri e propri pezzi da collezione. Motivo per cui una pallina può costare da 1,50€ a 12,50€…

Regolatevi voi, in base al vostro budget. Se le collezionate e basta è un conto, ma se ci giocate pensateci bene. La plastica per una cosa che deve essere così leggera, e che resiste ad un pestone di scarpa ancora non l’hanno inventata…

Partiamo da queste. Sono palline con decals, realizzate dal produttore Extremeworks (info@extremeworks.it). Il costo è di 9,50 €.

Queste sono invece le palline Giotto del produttore Astrobase. Il costo è di 3,50€. Astrobase (info@astrobase.it) produce anche palline con decals, ed in quel caso il costo varia tra gli 8 e i 12€ a seconda della complessità della lavorazione.

Le palline della Zeugo le trovate nei negozi di giocattoli ma anche sul sito Parodi e su quello Astrobase. Come ovviamente su Amazon! Una confezione da 4 palline va dai 5,90 ai 7€, con un costo quindi di 1,50/1,70€ a pallina.

Le palline del produttore ufficiale Subbuteo stessa cosa, negozi di giocattoli o online. In questo caso il prezzo medio è di 11€ per una confezione di 3 palline (3,60€ a pallina).

Le palline da gioco della TopSpin Soccer (info@topspinsoccer.com) “normali”, il tipo Match costano 3,50€ a pallina (come Astrobase e come le Subbuteo ufficiali quindi), mentre i vari tipi con decals a catalogo hanno un costo di 9, 9,50€ ciascuna.

Fate la vostra scelta… e divertitevi!

Lazio 1999/2000 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Una stagione fantastica per i biancocelesti, fantastica è dire poco…

File: [Lazio_1999-2000.jpg] | Sat, 15 Feb 2020 09:56:14 GMT LazioWiki: progetto enciclopedico sulla S.S. Lazio www.laziowiki.org

La stagione del centenario fu inaugurata dalla conquista della Supercoppa Europea: la Lazio, che vi prese parte avendo vinto l’ultima edizione della Coppe delle Coppe, sconfisse il Manchester United (campione d’Europa) con una rete di Salas.

Durante la prima parte di campionato i romani abitarono stabilmente i vertici della classifica, in compagnia della Juventus, riportando due sole sconfitte nel derby e contro il Venezia. A fregiarsi del titolo d’inverno furono, per un solo punto, i bianconeri. Nel girone di ritorno, la Lazio si rese protagonista di una rimonta simile a quella che aveva subìto l’anno precedente: con otto turni ancora da giocare, si ritrovava a −9. Lo scontro diretto giocato al Delle Alpi venne vinto grazie al gol di Simeone. Le sorti del tricolore si decisero soltanto all’ultima domenica, con la vittoria per 3-0 sulla Reggina e il crollo della Juventus sotto una pioggia incessante al Curi di Perugia che assegnò alla Lazio il suo secondo scudetto.

Questa stagione portò inoltre all’esordio in Champions League. Fu estromessa ai quarti di finale dal Valencia. Vinse la Coppa Italia, a scapito dell’Inter. Per la società romana si trattò del terzo trionfo in questa manifestazione.

File: [Classifica_finale_1999-2000.jpg] | Sat, 15 Feb 2020 09:56:14 GMT LazioWiki: progetto enciclopedico sulla S.S. Lazio www.laziowiki.org

Subbuteo Table Football 5 contro 5 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Avete poco posto a casa? Vostra moglie ha minacciato di sfrattarvi se gli piantate due cavalletti ed una tavola 100×150 in salotto?

Ci aveva già pensato Peter Adolph, alla soluzione per chi aveva questo genere di problemi, prevedendo una versione 5v5 del gioco, denominata Football Express.

Il Football Express fu in commercio più o meno dal 1950 al 1980. Per la storia completa, completa pure di accessori, vi rimando al sito di Peter Upton.

Così oggi esistono soluzioni moderne, diversi produttori (ad esempio Astrobase) producono campi con le misure per il calcio da tavolo 5 contro 5 o 7 contro 7. Però poi quasi sempre devi farti fare la tavola, prendere delle porte dalle misure “giuste”…

Soluzioni complete, chiavi in mano, belle, e soprattutto eleganti e robuste come quelle del mio amico Gareth e del suo FlickForKicks secondo me non si battono. Nessuna moglie dirà di no ad una piccola tavola di quercia, bella quanto raffinata nel lavoro artigiane di esecuzione…

Le possibilità di personalizzazione, di scelta del colore, persino del tipo di miniatura che ci volete far giocare sopra sono infinite. Ed ovviamente nulla vieta che usiate le vostre squadre personali. Prendete solo cinque giocatori per una ed il gioco è fatto. E potete fingere di giocare ad Ibrox, ad Anfield, all’Olimpico… O farvi stampare il logo del vostro sito nello spazio dietro le porte, o portarvelo al lavoro con il nome dell’azienda sul fianco, così oltre che la moglie conquistate anche il vostro capo, per l’attaccamento ai valori aziendali! Hai visto mai, una promozione…. Oppure come nelle foto sopra, fare contento il vostro bambino creandogli il suo stadio personale.

Presto vedrete la mia… prima però la vedrò io! Cicca, cicca, cicca!!! Vabbè, vi faccio vedere una anteprima!

Work in progress… Riceviamo e volentieri pubblichiamo!

Bari Third 2019/2020 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Bari, terza maglia 2019/2020 – realizzato da Extremework su basi di tipo Energy per il Calcio da Tavolo.

Il Bari (ref. 96) gioca quest’anno nel girone C della serie C, terzo ed ultimo gradino della parte professionistica del calcio italiano. Occupa al momento il secondo posto della graduatoria, però a ben 8 punti dalla Reggina (ref. 255) capolista.

Nel corso della sua storia però ha disputato ben 33 tornei di prima divisione o serie A, l’ultimo nel 2010/2011. Poi una storia di scommesse, le difficolta della Holding Matarrese che controllava da tempo la squadra, fino al fallimento del 2014 e poi a quello del 2018.

La prima maglia di quest’anno, sponsor e toppe varie a parte, riprende la ref. 96 di venerata memoria. A volte però vengono usati dei calzoncini rossi, e quindi ci si trasforma in una sorta di ref. 39.

Per la seconda maglia si può utilizzare un completo rosso stile ref. 41. La terza invece riprende il giallo ed il nero (una sorta di ref. 6 con le maniche nere) già usati in passato.

Le maglie del Bari di quest’anno
Bari giallo e nero del 1981/1982