Brighton HW, ref. 51 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Originale Subbuteo, HW, in scatola corta, ref. originale. Che altro potrei desiderare?

Senza contare ben 6 HW Subbuteo Vintage Edition: Deportivo La Coruna 1999/2000, Espanyol 1987/1988, Göteborg 1986/1987, Malaga 2002/2003, Porto 2003/2004, Wigan 2012/2013.

La lista di Celtic Dream: Brighton, Sheffield Wednesday, Chester, Colchester, Peterborough, Wigan

Possono aggiungersi l’Hertha BSC e il Magdeburgo (Germania), Kilmarnock (Scozia), Millwall (England), l’Iraklis Tessalonica (Salonicco, Grecia), lo Stal Mielec (Polonia), il Porto (Portogallo), il Göteborg (Svezia).

Poi una lunghissima lista di spagnole: Malaga, Deportivo La Coruna, Espanyol, Real Sociedad, Deportivo Durango.

L’Athlītikī Enōsī Pontiōn Īraklīs 1908, meglio noto come Iraklis, (in greco Αθλητική Ένωση Ποντίων Ηρακλής 1908) è una società polisportiva greca con sede a Salonicco, nota soprattutto per la sezione calcistica, che milita attualmente nella seconda divisione greca.

Lo FKS Stal Mielec (nome ufficiale Klub Sportowy FKS Stal Mielec) è una società calcistica polacca con sede nella città di Mielec. Fondato il 10 aprile 1939, il club milita ora nella terza serie del campionato polacco, ma nel passato ha partecipato al massimo campionato polacco, vincendolo in due occasioni (1973 e 1976), e arrivando una volta al secondo posto (1975). Nel 1976 raggiunse inoltre la finale della Coppa di Polonia, dove fu però sconfitto. Ha disputato per tre volte la Coppa UEFA arrivando in un’occasione ai quarti di finale (1975-1976), oltre a due partecipazioni alla Coppa dei Campioni.

Il 1. FC Magdeburg è una società calcistica tedesca con sede nella città di Magdeburgo, nella Sassonia-Anhalt. Nella stagione 2018-2019 milita nella 2. Bundesliga, seconda divisione del campionato tedesco di calcio. Fondato nel 1945, a livello internazionale è noto per aver vinto la Coppa delle Coppe 1973-1974, che si aggiudicò a Rotterdam dopo aver sconfitto il Milan, detentore del trofeo, in finale. Grazie a questo risultato è stato il primo e unico club dell’allora Germania Est a vincere un trofeo europeo. In patria, invece, il club ha partecipato al campionato della Germania Est, che negli anni settanta del XX secolo ha vinto per tre volte, oltre ad essersi aggiudicato sette edizioni della coppa nazionale. Dagli anni novanta, in seguito alla riunificazione della Germania, il club ha militato a lungo tra la terza e la quarta divisione del calcio tedesco.

(fonte: Wikipedia)

Brasile HW, ref. 50 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Una delle ref. più vendute in assoluto. Ne ho tre originali Subbuteo, una HW e due LW (una con inner verde ed outer giallo ed una con inner giallo ed outer verde). Più le due repliche HW della collana Subbuteo Platinum Edition (Brasile 1994 e Brasile 2018).

Ci sono una infinità di varianti. Su alcuni siti specializzati ne elencano ben 11! Legate però più che altro ai colori di basi e dischetti, ovvero outer ed inner.

Alcuni cataloghi LW nominano anche la maltese Zebbug Rangers che però per quanto ho verificato in rete si rende meglio con la ref. 28 (Norwich City), l’Australia (ref. 174) o con lo Zaire (ref. 176).

Dundee United HW, ref. 49 #PlaySubbuteo #Subbuteo

La ref. 49 Subbuteo fa parte della mia collezione in originale in scatola lunga. Più che tutta arancione o tutto giallo meglio definirla tutto ambra.

Allora, prima squadra il Dundee United che si è vestito così dal 1969 al 1976, poi nel 1993/94, 2003/2004 e 2017/2018. A seguire il Cambridge United (1964-1967; 1982/83, 1986-1991), l’East Fife (1969/1971), il Motherwell (1969-1973), il Southport (1965-1971), il Torquay United (1964/65; 1968-1972), il Wolverhampton Wanderers (1965-1969).

Quasi tutte queste squadre le ritroveremo nella lista della ref. 77 (maglia ambra/arancio e pantaloncini neri).

Il catalogo LW aggiunge i francesi del Laval (Stade Lavallois Mayenne Football Club)

Il Dundee United Football Club, meglio noto come Dundee United, è una società calcistica scozzese con sede nella città di Dundee. Milita nella Scottish Championship, la seconda divisione scozzese. Tradizionalmente, i giocatori del Dundee United hanno il soprannome The Terrors mentre i tifosi sono noti come The Arabs, anche se in questi ultimi anni ormai il secondo nome stia iniziando ad essere usato dai mezzi di comunicazione per indicare la squadra stessa. The Tangerines (o Tangerine Terrors) è un altro termine utilizzato occasionalmente per indicare il club. Tra i trofei nazionali, il Dundee United conta un campionato, due Coppe di Scozia e due Coppe di Lega. Nelle competizioni europee è la quarta squadra scozzese per esperienza, avendo giocato 104 partite (sei in meno rispetto all’Aberdeen) in oltre 22 stagioni di presenza.

Dundee United 1973

L’East Fife Football Club, meglio noto come East Fife, è una società calcistica scozzese con sede nella città di Methil, nella regione del Fife. Fondata nel 1903, oggi milita nella Scottish Second Division. La squadra vanta una storia particolare, poiché è stata la prima ad aver vinto per tre volte la Coppa di Lega Scozzese (1948, 1950, 1954) ma soprattutto è l’unica squadra non facente parte della Scottish Premier League ad aver vinto la prestigiosa Coppa di Scozia (che è la più antica competizione calcistica ufficiale di Scozia e la seconda più antica del Regno Unito e del mondo). L’East Fife vinse la Coppa di Scozia battendo in finale il Kilmarnock per 4-2 di fronte a 92.000 spettatori. Il periodo d’oro della squadra fu quello a cavallo degli anni quaranta e anni cinquanta, quando i Fifers vinsero tre edizioni della Coppa di Lega Scozzese. Nelle sei stagioni tra il 1948 e il 1954, l’East Fife concluse la Scottish Premier League sempre in posizioni di vertice (due volte terza, due volte quarta, sesta e decima). Nella stagione 1952-1953 arrivò a giocarsi il titolo fino a poche gare dal termine (titolo che poi andò ai Rangers).

Lo Stade Lavallois Mayenne Football Club, abbreviato comunemente in Stade Lavallois, è una società calcistica francese con sede nella città di Laval. Fondato il 17 luglio 1902, gioca le partite casalinghe allo Stade Francis Le Basser. Attualmente milita in Championnat National, la terza divisione del calcio francese.

(fonte: Wikipedia)

Spagna HW, ref. 48 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Questa ref., maglia rossa e pantaloncini blu, non la avevo da bambino. Ora ne ho pure troppe… La Spagna 2010 della Subbuteo Platinum Edition, il Lille 2010/2011 e il CSKA Mosca 2004/2005 della Subbuteo Vintage Edition, la Spagna 2014 con basi per CDT della Subbuteo, un Costarica Zeugo (anche questo con basi per CDT), un Hyde FC (England) autoprodotto su materiali Subbuteo, più la Spagna versione Europei di Topspin (con i bordi e i decori gialli).

Ci rendo anche solitamente i baschi dell’Osasuna. Si aggiungono i maltesi del Marsa, gli svedesi dell’Osters IF e i norvegesi dello Skeid, come da catalogo LW di Alessio Lupi.

Spagna 2010 – Subbuteo Platinum Edition

Il Club Atlético Osasuna, meglio noto come Osasuna, è una società calcistica spagnola con sede nella città di Pamplona, nella regione della Navarra. Fondato nel 1920, oggi milita nella Segunda División, seconda serie del campionato spagnolo.
I colori sociali sono il rosso per la maglia e il blu scuro per i pantaloncini. I calciatori sono detti Los Rojillos. Lo stadio è il Reyno de Navarra (chiamato fino al 2005 El Sadar), che può contenere circa 20.000 spettatori.

L’Östers Idrottsförening, meglio noto come Östers IF o semplicemente Öster, è una società calcistica svedese con sede nella città di Växjö. Al termine della stagione 2016 è risalito in Superettan, il secondo campionato nazionale.

Lo Skeid Fotball, meglio noto come Skeid è una società calcistica norvegese con sede nella capitale Oslo. Milita in 2. divisjon, terza serie del campionato norvegese di calcio. Fondato il 1º gennaio del 1915 come Skeid FK Kristiania, assunse la denominazione attuale nel 1925. Fu tra i maggiori club norvegesi tra gli anni quaranta e l’inizio degli anni sessanta, tanto da conquistare la vittoria di un campionato, nella stagione 1966, e ben 8 Coppe di Norvegia (1947, 1954, 1955, 1956, 1958, 1963, 1965, 1974). Attualmente, il suo settore giovanile, è uno dei più apprezzati del paese. Il Bislett Stadion, che ospita le partite interne, ha una capacità di 15 400 spettatori.

(fonte: Wikipedia)

Sochaux HW, ref. 47 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Sochaux? Già vedo le facce con il punto interrogativo di tanti lettori del blog.
Ma per me, bambino degli anni Settanta, questa squadra francese era la preferita quando giocavo con la ref. 47. La ref. 47, in quegli anni era la seconda maglia, la maglia da trasferta di tante squadre inglesi come l’Arsenal, l’Everton, il Southampton (che ci vinse la Coppa d’Inghilterra), l’Ipswich.

Poi anche Southport (1971-1978) e Mansfield (1961-1968 e 1974-1985).
Però il Sochaux era la mia preferita, in alternativa il Modena! Tra l’altro Modena e Sochuax giocano tuttora con un completo di questo tipo.

Possiedo questa ref. in originale HW in scatola lunga, con tanto di ref. originale.

Il Football Club Sochaux-Montbéliard, abbreviato spesso in FCSM o Sochaux, è una società calcistica francese fondata nel 1930 che rappresenta i comuni di Sochaux e Montbéliard. Disputa le partite interne nello Stadio Auguste Bonal di Montbéliard (20 005 posti), città nel quale ha sede anche il club. Nella sua storia ha vinto 2 campionati francesi, 2 Coppe di Francia e una Coppa di Lega francese. Ha inoltre disputato una semifinale di Coppa UEFA nella stagione 1980-1981, perdendo contro l’AZ Alkmaar.

Sochaux FC 1971/1972

Il Modena Football Club 2018 Società Sportiva Dilettantistica, noto semplicemente come Modena, è una società calcistica italiana con sede nella città di Modena.
Il sodalizio, sorto nel 2018, è l’erede del Modena Football Club, fondato nel 1912 e fallito nel 2017, da cui è tramandata la tradizione sportiva che vanta 28 partecipazioni complessive al massimo livello calcistico italiano (ove il miglior piazzamento è un terzo posto nella Serie A 1946-1947). Nel suo palmarès si annoverano inoltre la vittoria di due campionati di Serie B, una Supercoppa di Serie C e, in campo internazionale, due Coppe Anglo-Italiane, competizione in cui la squadra modenese vanta il primato di successi. In virtù di ciò, il club è il sodalizio più prestigioso della città di appartenenza vantando la 20ª miglior tradizione sportiva in Italia. Nella stagione 2018-2019 milita in Serie D, quarta divisione del campionato italiano di calcio, per la prima volta nella sua storia in una categoria a livello dilettantistico.


(fonte: Wikipedia)

Modena FC 1972/1973

Motherwell HW, ref. 46 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Un altra scozzese dal catalogo Subbuteo. Colori ambra e granata. Una fascia orizzontale (più o meno larga), calzoncini bianchi. Una maglia indossata principalmente dal 1928 al 1969 e dal 1984 ad oggi. Dal 1969 al 1973 indossò un completo ambra (vedi la ref. 49). Dal 1973 al 1975 la fascia divenne una diagonale granata (vedi la ref. 185).

Possiedo questa ref. replicata su materiali Topspin HW da Ettore 70 che ha riprodotto il Motherwell con la divisa del 2006/2007.

I cataloghi Subbuteo con questa divisa riproducono anche la squadra maltese del Marsaxlokk che al giorno d’oggi però ha cambiato completamente i colori sociali e gioca con un completo blu stile ref.42 (Chelsea per meglio intendersi).

Motherwell 2006/2007

Il Motherwell Football Club, meglio noto come Motherwell, è una società calcistica scozzese con sede nella città di Motherwell, nel Lanarkshire del Nord. Milita nella Scottish Premiership, la prima divisione scozzese. Nel suo palmarès c’è un titolo di campione di Scozia conquistato nella stagione 1931-32, due Scottish Cup e una Scottish League Cup. I colori sociali del Motherwell sono l’ambra e il granata, utilizzati dal 1913 (in luogo dei precedenti blu e bianco) e probabilmente ispirati al Bradford City, vincitore della FA Cup inglese nel 1911. La divisa tradizionale si compone di una maglia ambra con una striscia orizzontale granata e pantaloncini bianchi. Qualche storica variante ha presentato disegni diversi in cui il granata ha ricoperto più spazio, arrivando nei casi estremi a essere ugualmente ripartito o perfino maggiore rispetto all’ambra. (fonte: Wikipedia)

Hibernian HW, ref. 45 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Facendo finta di giocare a figurine, 41 ce l’ho, 42 ce l’ho, 43 mi manca, 44 mi manca, 45 ce l’ho! Bella, originale HW ed in scatola corta e con finestrella!

L’Hibernian, Hibs, l’altra squadra di Edinburgo, opposta agli Hearts, indossa questo kit dal 1938, cosicché, apparsa con questo nel 1965 nel catalogo Subbuteo, sempre con questo kit è rimasta.

Poi certo, ci sono i belgi del Cercle Brugge, gli inglesi del Plymouth, i francesi del Saint-Etienne, i tedeschi del Werder Brema, ma chi vede questo kit dice: Hibs!!!

Hibernian di Michemaga
Hibernian 1957 di Alex Rota

L’Hibernian Football Club (talvolta abbreviato in Hibs o Hibees) è una società calcistica scozzese con sede ad Edimburgo, più precisamente a Leith, militante in Scottish Premiership, massimo livello del calcio scozzese. Con i rivali degli Hearts rappresenta la capitale scozzese. Nella sua bacheca conta quattro Scottish Premier League (1902, 1948, 1951 e 1952), risultando quindi essere, insieme ad Aberdeen ed Heart of Midlothian, la terza squadra scozzese per numero di titoli nazionali vinti, alle spalle di Celtic e Rangers. Nella loro storia gli Hibs hanno vinto anche tre Scottish Cup e tre Scottish League Cup. (fonte: Wikipedia)

Falkirk HW, ref. 44 #PlaySubbuteo #Subbuteo

La caratteristica di questo kit è l’intensità del blu. Per gli scozzesi del Falkirk, principali titolari della ref., si tratta del kit indossato dal 1962 al 1972, ma poi ripreso più volte negli anni successivi, l’ultima nel campionato 2015/2016.

Stessa cosa per i “panchinari” di questo kit, i sempre scozzesi del Dundee, che lo hanno indossato dal 1955 al 1971 e poi ripreso e lasciato. Per loro l’ultima volta è il campionato 2017/2018.

Trattasi di un kit che non possiedo nella mia collezione. Gli somiglia un poco il Bordeaux 1983/1984 della Subbuteo Vintage Edition, ma nemmeno tanto…

Falkirk su miniature Walker Moulded realizzata da Matador72
Falkirk realizzata su materiali originali Subbuteo da Dan The Flicker

Il Falkirk Football Club, meglio noto come Falkirk, è una società calcistica scozzese con sede nella città di Falkirk, militante in Scottish Championship, secondo livello del calcio scozzese. Nel suo palmarès ci sono due Scottish Cup e quattro Scottish Challenge Cup. (fonte: Wikipedia)

Coventry City HW, ref. 43 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Scrivere il nome Coventry, purtroppo, prima che il Subbuteo mi fa pensare ad una terribile pagina di storia. Il terrificante bombardamento a tappeto della città inglese tra il 14 ed il 15 novembre 1940, durante la seconda guerra mondiale. 449 bombardieri, dei 500 partiti da diverse basi, scaricarono sulla città una quantità imponente di esplosivo. Ben poco rimase in piedi… La cosa impressionò tantissimo l’opinione, ma la guerra e la violenza rendono ciechi i cuori, prima che gli occhi e nel 1945 l’aviazione britannica fece la stessa cosa sulla città tedesca di Dresda. Anch’essa fu praticamente rasa al suolo.

Il bombardamento, nonostante la popolazione si fosse rifugiata a inizio dell’attacco in ricoveri spesso di fortuna, costò la vita a 1.236 persone oltre a migliaia di feriti di cui molti gravi. I danni materiali risultarono notevoli e commisurati all’entità del bombardamento: 4.330 abitazioni distrutte, più del 75% delle industrie (essenzialmente automeccaniche ed aeronautiche) gravemente danneggiate, distrutti due ospedali, tre chiese, rifugi antiaerei, stazioni ferroviarie, di polizia, uffici postali, cinema e teatri. L’intera rete dei trasporti tramviari e stradali risultò completamente distrutta. Ulteriori gravi disagi derivarono alla popolazione per la distruzione delle centrali elettriche, della rete di distribuzione del gas e dell’acqua che creò la necessità di dover bollire le scarse riserve d’acqua per evitare il dilagare di infezioni. Della cattedrale di Coventry, patrimonio artistico risalente al XIV secolo e simbolo della città, colpita da 12 bombe incendiarie, restarono in piedi solo alcune pareti annerite dal fumo tuttora visitabili insieme alla nuova cattedrale. La terribile devastazione di Coventry ha introdotto nella lingua inglese corrente il termine to coventrate, traducibile con “coventrizzare”, che sta appunto a indicare il bombardamento a tappeto di una città. La pratica di “coventrizzare” una città fu in seguito ripresa dal Vice Maresciallo dell’Aria Arthur Harris sulla città di Dresda che dal 13 al 15 febbraio 1945 fu sottoposta a bombardamento “totale” da parte della RAF e USAAF.

(fonte: Wikipedia)

Torniamo al Subbuteo. La ref. 43 non la possiedo nella mia collezione. Possiedo l’altra ref. dedicata alla stessa squadra, la ref. 206, riproducente il magnifico kit usato dal Coventry City tra il 1975 ed il 1981, uno dei famosi kit Admiral di cui avremo occasione di riscrivere. Inoltre ho in HW il kit del 1986/1987, più simile però ad una ref. 22 o 51.

La ref. 43 va bene anche per rendere il Chester City (kit 1968-1972), il Reading (1965-1969), il Manchester City (1976-1983, kit Munich 2008, 2011/2012, 2014/2015, 2016/2017).

Una ref. piuttosto simile è la ref. 191.

Il Coventry City Football Club, meglio noto come Coventry City, è una società calcistica inglese della città di Coventry. Milita nella terza divisione inglese, la Football League One. Fondata nel 1883, divenne una squadra professionistica nel 1892. Tuttavia fu ammessa alla Football League solo dopo la prima guerra mondiale, entrando nella Second Division, dove evitarono la retrocessione in modo rocambolesco con due ottime gare contro il Bury F.C. Tuttavia, tre anni dopo, nel 1923, il presidente del club e altri dirigenti furono squalificati a vita con una condanna per risultati combinati in quell’occasione. In quella prima stagione stabilirono un record negativo, ancora imbattuto: 997 minuti senza segnare una rete. Risalirono dalla Fourth Division nel 1959, vincendo il campionato di Third Division nel 1964 e quello cadetto nel 1967. Fra il 1967 e il 2001 ha sempre militato nella prima divisione inglese, prima nella First Division e dal 1992 al 2001 nella Premier League, di cui è stato membro fondatore. Nel 1987 ha vinto la FA Cup.

(fonte: Wikipedia)