Le “Nuove squadre 1976” HW, la serie 500 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Le ref. di questa serie per il mercato italiano le ho inserite nei titoli relativi alle ref. del catalogo principale. Esempio, se cercate l’Avellino HW, lo trovate indicato come ref. 253 o ref. 501. E così via.

Per semplificarvi la vita però, se è una di queste ref. ad interessarvi, vi riporto il tutto in questo post.

501 – Avellino (253)
502 – Brindisi (258)
503 – Lecco (256)
504 – Pescara (254)
505 – Rimini (257)
506 – Boca Juniors (295)
507 – Independente (297)
508 – Newell’s Old Boys (294)
509 – Rosario Central (296)
510 – San Lorenzo de Almagro (298)
511 – Colo Colo (227)
512 – Borussia Moenchengladbach (221)
513 – Atletico Madrid (226)
514 – U.S.A. (271)
515 – Boston Minutemen (262)
516 – Washington Diplomats (268)
517 – Los Angeles Atzecs (270)
518 – Minnesota Kicks (263)
519 – New York Cosmos (261)
520 – Philadelphia Atoms (265)
521 – Portland Timbers (269)
522 – San Diego Toros (77)
523 – San Josè Earthquakers (259)
524 – Tampa Bay Rowdiers (266)
525 – Toronto Metros (264)
526 – Vancouver Whitecaps (267)
527 – Hartford Bicentennials (260)
528 – Penarol (301)

La fine del catalogo delle HW #PlaySubbuteo #Subbuteo

La ref. 322, la nazionale di calcio dell’Iran, appena illustrata, introdotta in occasione dei Mondiali 1978 in Argentina, conclude la maggior parte dei repertori HW. Ormai siamo in piena area Hybrid, all’inizio dell’era LW e del suo sterminato catalogo. Vi “lascio” al catalogo LW di Lupi e Lastrucci al riguardo!

Esistono comunque diverse ref. a barretta con il numero successivo al 322, ma sono eccezioni e rarità. Celtic Dream nel suo catalogo online elenca la ref. 325 (Manchester United Away), la ref. 329 (un’altra versione dellìInghilterra), la 333 (Aston Villa) e la 356 (gli scozzesi del Dumbarton).

Ref. 325 HW, Manchester United Away
Ref. 329 HW, England
Ref. 333 HW, Aston Villa
Ref. 356 HW, Dumbarton

Da bravo “accavuista” mi fermo qui, come scritto e detto più volte le miniature a piolo non mi hanno mai preso, nè mi piace giocarci. Sapete che sono un fans della libertà di giocare a Subbuteo, ognuno come più gli piace.

Ecco, a me piace con la barretta!

Viva le HW, w il Subbuteo, w Peter Adolph!

Iran HW, ref. 322 #PlaySubbuteo #Subbuteo

La nazionale iraniana raffigurata dalla Subbuteo risale a quando quel paese era ancora sotto il potere dello Scià, poi sostituito nel 1979 dall’altrettanto sciagurata dittatura islamica khomeinista. Come dire cadere dalla padella nella brace.

Ref. 322, foto Skell
Ref. 322, foto Rosten

La nazionale di calcio dell’Iran (in persiano تیم ملّی فوتبال ایران), soprannominata Team Melli (in anglo-iraniano Squadra nazionale), è la squadra nazionale di calcio che rappresenta l’Iran ed è posta sotto l’egida della Federazione calcistica della Repubblica Islamica dell’Iran.

È una delle nazionali di calcio asiatiche storicamente più valide. Nella sua bacheca figurano 3 Coppe d’Asia vinte consecutivamente (1968, 1972 e 1976), oltre a 4 terzi posti e a un quarto posto nella competizione. Si è qualificata per 5 volte alla fase finale del campionato del mondo (1978, 1998, 2006, 2014 e 2018), chiudendo in tutti i casi con un’eliminazione al primo turno.

Queens Silver Jubilee HW, ref. 317-320 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Nel 1977 la Regina Elisabetta festeggiò i 25 anni di regno su Regno Unito e paesi del Commonwealth. La cosa fu festeggiata in modo solenne con feste, parate, ecc…

La Subbuteo non poteva restare indifferente e ideò il cosiddetto kit “Silver Jubilee”, le quattro squadre del Regno Unito vendute, oltre che separate, anche assieme in un pacchetto tenuto assieme da carta d’argento. Oggetto assai raro e ricercato dai collezionisti.

Possiedo tutte e 4 le squadre nella loro scatolina con i colori della bandiera del Regno Unito.

Le quattro squadre erano la ref. 317, England, 318, Scotland, 319, Wales, 320, North Ireland.

Ref. 318, foto Skell
Ref. 319, foto Heavyweight021
Ref. 320, foto Skell

Sochuax HW, ref. 316 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Una ref. 47 il Sochaux, in questo caso con il blu che si trasforma in un azzurro tenue, quasi celeste. Rendo di solito il Sochuax o con la ref. 47 o con la replica 2006/2007 della collana HW Subbuteo Vintage Edition.

Ref. 316, foto Skell
Ref. 316, foto Skell
Ref. 316, foto Alberto Collection
Ref. 316, foto Mahler005
Sochaux 2006/2007 Subbuteo Vintage Edition
Sochaux – Panini 1977/1978
Socahux 1978/1979

Metz HW, ref. 315 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Quarta occorrenza per i granata di Francia nel catalogo Subbuteo dopo le ref. 27 (Hearts), 99 e 255 (Torino).

Nel corso della sua storia, il Metz ha cambiato più volte colori sociali. Al momento della sua fondazione, nel 1932, come colori sociali furono scelti il bianco e il nero, colori che erano ripresi da quelli dello stemma della città di Metz. Alla base del primo cambiamento dei colori sociali vi furono ragioni politiche: il bianco e il nero erano infatti anche i colori della nazionale di calcio della Germania, paese di cui Metz, con i territori dell’Alsazia e della Lorena, aveva fatto parte dai tempi della guerra franco-prussiana sino alla fine della Prima Guerra mondiale.

Nel 1936, mentre assistevano ad una partita del Marsiglia, il presidente del Metz Raymond Herlory e il giocatore Charles Fosset furono vittime di insulti razzisti anti-tedeschi da parte dei tifosi del Marsiglia, che ritenevano erroneamente che il bianco e il nero fossero un omaggio all’antica appartenenza di Metz alla Germania.

Fu questa la ragione che indusse lo stesso presidente Herlory a cambiare i propri colori sociali, passando al granata, che era il colore del Cercle Athlétique Messin, da cui il Metz era nato. Lo scopo di questa scelta era anche quello di migliorare l’immagine della città. Da quel momento il granata divenne dunque il colore ufficiale del Metz, che lo abbandonò solo nel breve periodo in cui la città tornò sotto l’autorità tedesca durante la Seconda Guerra mondiale (in questo caso il Metz usò il nero e il blu), e per un altro breve periodo dal 1978 al 1983, quando l’allora presidente Aimé Dumartin dispose il ritorno al bianco e nero.

(fonte: Wikipedia)

Ref. 315, foto Focus On
Metz 1987/1988, Subbuteo Vintage Edition HW

L’FC Metz, abbreviazione di Football Club de Metz, è una società calcistica francese con sede nella città di Metz, nella regione della Lorena.

Tra i club francesi con più presenze in massima serie (60 stagioni, per un totale di più di 2000 incontri disputati), ha ottenuto come miglior risultato in campionato il secondo posto ottenuto in massima divisione nel 1997-1998 alle spalle del Lens. Ha inoltre vinto per due volte la Coppa di Francia, nel 1984 e nel 1988. La prima di queste vittorie fu conseguita in uno dei periodi migliori nella storia della squadra. Vanta anche due successi nella Coppa di Lega francese, nel 1986 e nel 1996. Conta dieci presenze nelle competizioni europee.

Gioca nello Stadio Saint-Symphorien, della capacità di 25.636 posti. I colori ufficiali sono il granata e il bianco, dai quali deriva il soprannome dei calciatori: I Granata. Lo stemma della società comprende una rappresentazione del Graoully, drago leggendario e simbolo della città di Metz, e della croce di Lorena.

Strasbourg HW, ref. 314 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Kit molto simile alla ref. 191, squadra per motivi storici prima tedesca, poi francese. I colori della squadra in realtà sono il blu ed il bianco, ma tra la fine degli anni Settanta èd il 2000 è stato spesso usato il celeste. Ora si è tornati al blu.

Il Racing Club de Strasburgo, abbreviato RC Strasbourg, Racing Strasbourg o RCS e noto in italiano come Strasburgo o Racing Strasburgo, è una società calcistica francese con sede nella città di Strasburgo. Milita nella Ligue 1, la massima serie del campionato francese di calcio.

Fondata nel 1906 con il nome di FußballClub Neudorf, ha inizialmente esordito nella terza divisione del campionato tedesco per poi entrare, al termine della prima guerra mondiale, nel sistema calcistico francese (con una parentesi nel corso del secondo conflitto mondiale in cui fu di nuovo riammessa al sistema calcistico tedesco). Ottenuto lo statuto di squadra professionale nel 1933, lo Strasburgo ha ottenuto nella sua storia risultati altalenanti (toccando il punto più alto nella stagione 1978-79 in cui conquistò il suo primo titolo nazionale) a causa di continui cambi in seno alla dirigenza della società.

Ref. 314, replica di Ucu
Ref. 314, foto Heavyweight021
Ref. 314, foto Skell
Ref. 314, foto Alberto Collection
Ref. 314, foto Rosten
Ref. 314 HW
Ref. 191 HW
Strasbourg 1995/1996 – Subbuteo Vintage Edition HW
Strasbourg, oggi

Motherwell HW, ref. 313 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Terza ref. dedicata per la squadra scozzese dopo le ref. 46 e 185. Il motherwell è elencato anche nella lista della ref. 49.

La ref. 313 raffigura il kit, manco a dirlo, Admiral utilizzato con i pantaloncini gialli tra il 1976 ed il 1978 e ripreso per un breve periodo nel 1979 con i pantaloncini claret. Esiste una variante della ref. 313 in questo senso.

Ref. 313, foto Ian Tambo
Ref. 313, foto Alberto Collection
Ref. 313, foto Heavyweight021
Ref. 313 Zombie in Display Edition del 1979
Ref. 313 HW variante calzoncini claret