Andorra, tra le piccole “maggiche” d’Europa #PlaySubbuteo #Subbuteo

L’altro giorno l’Italia ha vinto 6-0 con la nazionale della Moldova, che è se non ricordo male al 165mo posto della graduatoria FIFA. Andorra è solo poco più su.

La nazionale di calcio andorrana (in catalano: Selecció de futbol d’Andorra) è la rappresentativa calcistica nazionale di Andorra ed è posta sotto l’egida della Federazione calcistica andorrana. Rappresentando uno degli Stati più piccoli e meno popolosi d’Europa e del mondo, essa può contare quasi esclusivamente su giocatori di club non professionistici.

Non è mai riuscita a qualificarsi alla fase finale di un Europeo o di un Mondiale. Nel corso della sua storia ha vinto sette partite: quattro amichevoli, contro la Bielorussia, l’Albania, San Marino e il Liechtenstein, due partite di qualificazione ai campionati mondiali, contro la Macedonia e l’Ungheria, e una partita di qualificazione ai campionati europei, contro la Moldavia.

Il commissario tecnico è dal 2010 l’ex portiere della nazionale Koldo. Il capitano, oltre che il primatista di presenze e di reti, è il difensore Ildefons Lima, che ha militato in Serie B con la maglia della Triestina.

Nel Ranking FIFA, il miglior posizionamento è il 125º posto raggiunto nel settembre 2005, mentre il peggior posizionamento è il 206º posto raggiunto nel dicembre 2011. Occupa attualmente la 135ª posizione della graduatoria.

Qui vi presento l’Andorra con una selezione di maglie del 2017 e 2019 dipinte da Helcol123Subbuteo (foto riprese da Twitter).

La maglia home è quella rossa, la maglia away è quella a prevalenza blu. I colori sono quelli della bandiera nazionale.

La bandiera di Andorra fu adottata nel 1866. Il disegno consiste in tre bande verticali, i colori sono blu (lato dell’asta), giallo e rosso, con al centro lo stemma di Andorra. La bandiera è basata su quella della Francia con i colori delle bandiere catalana e della contea di Foix. Precedentemente, nel periodo tra il 1806 ed il 1866 il Principato d’Andorra utilizzava un drappo delle stesse proporzioni ma recante soltanto un bicolore, giallo-rosso. Questa scelta cromatica richiamava la Catalogna, area di cui Andorra culturalmente fa parte, ma anche la vecchia contea di Foix che invece era in territorio francese (lo stemma di Foix è ancora rappresentato nello stemma nazionale di Andorra). Con la soppressione in Francia delle contee, venne aggiunta la fascia blu per richiamare il tricolore francese. La disposizione dei colori fu inizialmente orizzontale, per poi essere cambiata in verticale nel 1938. Infine nel 1971, una modifica allo stemma portò la bandiera andorrana alla sua configurazione attuale.

Questa la bandiera di Andorra fino al 1866. Non avrebbe sfigurato a Testaccio! Potevate andarci allo stadio a tifare la Maggica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *