Dalla mia collezione, cose antiche e cose nuove #PlaySubbuteo #Subbuteo

Ref. 20 – Hamilton Academicals

Replica HW, con inner marchiato Subbuteo, realizzata da Astrobase. Oltre agli scozzesi dell’Hamilton ci si può rendere i biancorossi nostrani della Rondinella Marzocco, che hanno usato questo kit nel 1947 (oggi sono nella prima categoria toscana e vestono come una ref. 9) ed i calabresi del Rende (che usano i pantaloncini sia di colore bianco che rosso).

Ref. 35 – Barnet Football Club e Vitesse (Holland)

Replica HW, con inner marchiato Subbuteo, realizzata da Astrobase. Oltre alle squadre, due, elencate dal catalogo Subbuteo 1973/1974, ci si possono rendere moltissime squadre che trovate facilmente su questo blog, sia nel post dedicato direttamente alla ref., che nella pagina “Il mio catalogo”.

Voglio segnalarvi però oggi, tra le squadre storiche italiane, L’Internazionale Torino ed il Torino FBC. Inoltre il Kent Athletic F.C. della città inglese di Luton.

Ref. 179 – Hellas Verona

La ref. 323 del catalogo Zeugo corrisponde alla ref. 179 del catalogo Subbuteo che rimanda alla squadra inglese dell’Halifax Town. Qui aggiungerei le italiane Brescello , Carrarese, Trento, Viterbese, le inglesi Wimbledon e Wootton Basset Town (Hellenic League, vicino la città di Swindon) ed anche (non so perchè mi “pigliano”) due squadre delle isole Aaland (che prima di questo post sapevo a malapena dov’erano; un arcipelago finlandese dove si parla lo svedese!) Hammarlands e Lemland.

Ref. 72 – Genoa

L’ultima già la conoscete, si tratta della ref. 72 Subbuteo (Cagliari soltanto nel mio catalogo 1973/1974) replicata dalla Zeugo con la ref. 18. Oltre alle italiane Genoa e Sambenedettese mi è tornato in mente di aver visto la squadra del Cécina, in provincia di Grosseto, giocare con questo kit.
All’estero vi segnalo i baschi del Balmaseda (fondata nel 1914, ben 106 anni di età), i montenegrini del Celik Niksic e gli slovacchi del Lokomotiv Zvolen.

Il Nástic di Tarragona #PlaySubbuteo #Subbuteo

Ieri sera, non ricordo su che canale televisivo, ho visto un documentario sulla bellissima ed antichissima città spagnola di Tarragona. All’epoca di Scipione l’Africano, di Augusto Imperatore, Tarragona fu la principale città romana di Spagna, capitale delle province romane prima dell’Hispania Citerior, poi della Hispania Tarraconensis.

Le memorie storiche ed archeologiche di quel periodo sono ben conservate e numerosissime. Ci sono dei veri e propri capolavori di ingegneria ed architettura romana.

Lo stemma cittadino è molto semplice ed ha i tradizionali colori aragonesi, il rosso ed il giallo.

Il Club Gimnàstic de Tarragona, conosciuto anche come Nàstic de Tarragona o semplicemente Nàstic, è l’entità sportiva più antica di Spagna. La polisportiva fu fondata nel 1886 come Club Gimnasio. La sezione football arrivò nel 1914. Attualmente gioca in Segunda B.

I NOMI DEL CLUB

Club Gimnasio (1886-1893)
Club Gimnástico de Tarragona (1893-1934)
Gimnástic Futbol Club (1934-1936)
Casal d’Esports de Tarragona (1936-1939)
Club Gimnástico de Tarragona (1939-1982)
Club Gimnàstic de Tarragona (1982-2002)
Gimnàstic de Tarragona, S.A.D. (2002-)

Nella sua storia ha 4 partecipazioni alla Prima Divisione, l’attuale Liga Santander. La prima nel 1947/1948, conclusa con un onorevolissimo settimo posto e con una storica vittoria (la prima per una squadra in trasferta) al Santiago Bernabeu (che allora si chiamava Estadio de Chamartìn), un bel 3-1 rifilato al Real Madrid; l’ultima nel 2006/2007, andata invece malissimo con una immediata retrocessione nella categoria inferiore.

I colori originari erano maglia granata, calzoncino prima nero poi bianco, calzettone nero. Per rendere i colori originari a Subbuteo occorre usare la ref. 315 (il Metz) o la ref. 99 (il Torino).

Con il passare del tempo però il granata è sempre più virato verso il rosso ragion per cui, per rendere il Nàstic attuale vi consiglio piuttosto la ref. 70 (il Manchester United).