People from Ibiza! #PlaySubbuteo #Subbuteo

Mamma mia quanto ero giovane! Questa era una delle canzoni che impazzava quando avevo 21 anni, avevo appena iniziato a lavorare, al’agenzia ANSA per la precisione, poi come analista informatico per la Systena….

Ibiza (premessa, non ci sono mai stato!) era un po’ il sogno per le vacanze di chi come me era giovane in quegli anni… Ibiza e non solo.

Ibiza, per chi non lo sapesse, si trova in Spagna, nelle isole Baleari.

Il calcio a Ibiza non è che sia la prima passione, ma c’è, a partire dagli anni Cinquanta. Del 1950 infatti è la fondazione della Unión Deportiva Ibiza-Eivissa che fino al 2010 si barcamenò tra categorie regionali, Tercera División e Segunda División B. La squadra giocava come una subbuteistica ref. 1, maglia di colore rosso e calzoncino bianco, anche se nel primo anno aveva maglia gialla e calzoncino blu.

La passione per il calcio però non era propriamente tra le prime vocazioni dell’isola, così la squadra sprofondò in mezzo ai debiti, fino a fallire nel 2010.

L’Unión Deportiva Ibiza venne rifondata nel 2015, sia pure con parecchie difficoltà. Gioca nella Segunda División B, Grupo III, che è per il momento il terzo livello del calcio spagnolo.

Scrivo per il momento perché ieri mi è arrivato un documento di poco più di trenta pagine che spiega come dopo quest’anno di transizione (divisioni, gruppi, sottogruppi, di 20, 21, 22, 24 squadre…) sarà riorganizzato tutto il sistema calcistico spagnolo. Ma poi ne scrivo a parte.

Tornando all’Ibiza, cambiano i colori sociali. Diventano il bianco ed il celeste. L’Ibizia ora gioca in casa come la Lazio o il City. Ref. 5 o ref. 191, ovvero maglia celeste e pantaloncino che può essere bianco o celeste. Seconda maglia un completo nero stile ref. 272, Academica de Coimbra.

Chissà se la seconda avventura calcistica dell’Ibiza andrà meglio che la prima. In bocca al lupo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *