Da Olbia a Sassari, 120 km di ref.! #PlaySubbuteo #Subbuteo

Partiamo da Olbia, anzi, prima vediamo la mappa del percorso che andiamo a fare, con tappe a Olbia, Calangianus e Tempio Pausania.

Ad Olbia ci sono i bianchi, i galluresi. Questo il soprannome dell’attuale Olbia Calcio 1905, fondata nel 1906 (ebbene sì, però nel nome è rimasta la data di quando cominciarono le trattative…) come Società Ginnastica Olbia e poi rifondata come A.S.D., con il nome attuale, dopo il fallimento del 2010.


Come seconda maglia usa spesso un completo nero (ref. 272), come terza un completo rosso (ref. 41). Nel suo stemma sono elementi sempre presenti una nave trireme e l’Isola di Tavolara.

La squadra venne promossa per la prima volta in serie C nel 1938/1939. Il nome dell’epoca era G.I.L. (Gioventù Italiana del Littorio) Olbia.

Gioca due derby. Il più importante è il derby del nord Sardegna, contro la Torres (che però quest’anno non ci sarà, visto che l’Olbia gioca in C e la Torres in D) ed il derby di Gallura contro i vicini del Tempio, che ora andiamo a conoscere; ovviamente, amichevoli a parte, non ci sarà neppure quello perché l’Unione Sportiva Tempio 1946 gioca quest’anno in Prima Categoria (settimo livello se non ve lo ricordaste…).

Il Tempio ha come simbolo un gallo e usa come colore tradizionale per le maglie di casa un completo blu (ref. 42, come il Chelsea); sempre più negli ultimi anni ha inserito elementi (bordi, colli, polsi, fasce) di colore giallo. Perciò potete usare per renderlo sul campo anche una ref. 179 (Halifax), un Leeds (ref. 207) e addirittura il Boca Juniors, ref. 295.

Prima di tornare in quel di Sassari, a Piazza Italia, da dove siamo partiti, facciamo l’ultima tappa a Calangianus, classe 1905 (reale stavolta!), la terza squadra fondata sull’isola dopo Torres ed Ilvamaddalena (1903 entrambe).

Ben 40 partecipazioni alla serie D tra il 1955 ed il 2009. Gioca oggi in Promozione (sesto livello) Sardegna, girone A. Come colori una sgargiante accoppiata di giallo e di rosso, indossati più o meno in tutti i modi che vi vengono in mente. Una ref. che ci sta benissimo è la 181, ve la posto di seguito.

Ref. 181 replicata dal romano Ucu, in realtà sarebbe il Partick Thistle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *