Mortara contro Vigevano #PlaySubbuteo #Subbuteo

Anche questa partita, in un certo senso, è un poco Kramer contro Kramer, giacchè Mortara e Vigevano adoperano la stessa maglia palata a strisce bianco e celeste. A volte nel caso del Vigevano le strisce si sono scurite e sono stati usati calzoncini celesti o azzurri. Il Vigevano ha anche usato un completo stile Argentina (ref. 67) nei suoi primi anni, quando la squadra si chiamava Giovani Calciatori Vigevanesi. Le loro prime maglia in realtà erano rosso/nero a strisce orizzontali con calzoncino nero o un completo rosso con una grande “V” bianca sul petto.

Quest’anno il Vigevano festeggia cento anni di storia e lo celebra anche sulla sua maglia. Il Vigevano, notate, vanta ben 11 partecipazioni al campionato di serie B, tra il 1931/1932 ed il 1958/1959 con due secondi posti (nel 1933/1934: ammessa al girone finale per la promozione in A ma arrivò solo quinta su sei; venne promossa la Sampierdarenese; e nel 1945/1946: ammessa al girone finale per la promozione in A, arrivò terza, vinse l’Alessandria).

Nello stemma del Vigevano, la Torre del Bramante del locale Castello Sforzesco.

Poichè i calzoncini del Vigevano sono stati anche di colore celeste, azzurro o blu, oggi per giocare Mortara contro Vigevano ho trasformato il Wycombe Wanderers 1973/1974 appena realizzato per me da Stefano Volpi, in un inedito Vigevano versione Away, opposto al Mortara Home realizzato da Mauro Starone. Tutto Topspin, tutto Mortara, tutto in famiglia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *