C.A.P. Ciudad de Murcia vs Oldham Athletic #PlaySubbuteo #Subbuteo

C.A.P. Ciudad de Murcia in campo con la prima maglia (ref. 14), Oldham Athletic in campo con la terza (ref. 272).

Entrambe le squadre giocano nel quarto livello del proprio campionato nazionale. Tercera Division per i murciani, League Two per i britannici.

Prima occasione dopo pochi minuti di gioco per gli inglesi. Portiere spagnolo spiazzato ma il palo dice no al centravanti dell’Oldham e la palla finisce fuori per la rimessa spagnola.

Danny Rowe con la prima maglia della squadra

L’Oldham continua però a fare un gioco molto aggressivo, con un pressing asfissiante ed alla fine passa in vantaggio con Danny Rowe. L’estremo difensore Manzanares intuisce la direzione del tiro ma riesce soltanto a sfiorare la palla con la punta delle dita.

Il gol di Rowe, il pallone ancora in fondo alla rete

Azione travolgente degli spagnoli alla ripresa del gioco, con tre tocchi arrivano in zona tiro e Zafra lascia partire un tiro fortissimo ma centrale. Woods respinge e finisce (lui) in fondo alla rete, deviando il pallone a pugni chiusi in calcio d’angolo.

Nell’azione successiva ancora un tiro di Zafra che stavolta va a segno: 1-1 il risultato su cui si chiude l’incontro.

Oldham Athletic, i kit ufficiali per il 2020/2021 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Tradotti dal sottoscritto in lingua subbuteistica: ref. 2 per la prima maglia, ref. 9 per la seconda, ref. 272 per la terza. Su base tipo Subbuteo HW le ho tutte e tre sia in versione originale che replica. Su base per calcio da tavolo non basculante possiedo la prima e la terza.

Ora basta post, mi metto a giocare. Faccio scendere in campo il C.A.P. Ciudad de Murcia con la prima maglia e l’Oldham con la terza maglia. Entrambi su basi Soccer 3D Astrobase.

Casa Pia Atlético Club de Lisboa #PlaySubbuteo #Subbuteo

La squadra del Casa Pia Atlético Club, o più semplicemente Casa Pia di Lisbona, capitale del Portogallo, prende questo nome da una organizzazione caritatevole portoghese, appunto Casa Pia e gioca in uno stadio, il Pina Manque (5000 posti) intitolato alla fondatrice dell’opera.

La squadra di calcio è stata fondata nel 1920. Quest’anno ha festeggiato cento anni di vita.

Purtroppo però la cosa è coincisa con la loro retrocessione dalla Segunda Liga o Liga Pro (il secondo livello del calcio portoghese, 18 squadre) al Campeonato de Portugal o Campeonato Nacional de Seniores (terzo livello, 80 squadre divise in base alla posizione territoriale in 4 gironi da 20 ciascuno).

Ma non si perdono d’animo, così le prossime foto che vi posto sono, la prima di stamattina!, ripresa dalla loro pagina Facebook, la seconda del nuovo allenatore, appena arrivato.

In realtà si tratta di una società polisportiva a tutto tondo, dove si gioca praticamente a tutto, tipo la nostra Polisportiva Lazio. Vi posto di seguito una galleria di foto a riguardo.

Inutile dirvi, l’avete capito da soli, che si tratta di una ref. 272, come la mia amata, sempre portoghese, Academica de Coimbra, quest’anno anche lei in Segunda Liga (però lei c’è rimasta…).

Per Casa Pia quest’anno come seconda maglia una ref. 10. E’ ovviamente utilizzabile, per renderla sul panno, anche una ref. 240 (Kiffen), maglia nera e calzoncino bianco.

La foto che vi posto per ultima la rappresenta con omini LW montati su basi per calcio da tavolo Soccer 3D Astrobase. Ma come sapete se siete lettori di questo blog la ref. 272 c’è l’ho originale HW, originale LW, montata su basi Soccer 3D HW e su basi Soccer 3D (entrambe del produttore Astrobase).

Albania, ref. 14 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Nella mia collezione, oltre che in HW, quindi idonea al calcio da tavolo con basi basculanti, è presente anche in LW, montata su basi Soccer 3D di Astrobase.

Ovviamente, oltre che l’Albania, uso questa ref. anche per rendere il C.A.P. Murcia, di cui ho parlato da poco, lo Swindon Town e tutte le altre squadre della famiglia della ref. 14 e 147 nonchè da esse derivate (il Rennes, il Beringen, ecc…).

La Nazionale di Albania ha questi colori da sempre, giacchè sono i colori della banidera nazionale.


Una bandiera di colore rosso con sopra un’aquila di colore nero. La stessa aquila nera la si trova sulla maglia della nazionale “vera” iscritta in un cerchio o in uno scudo di tipo “sannitico”.

Nel ranking FIFA dedicato alle nazionali di calcio, l’Albania è una delle squadre “saliscendi”. Oggi è al 66mo posto nel ranking, ma nel 2015 era 24ma mentre nel 1997 addirittura era al posto numero 124.

Livorno 2005 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Questa maglia, riprodotta su miniature con innesto LW e montata su basi Soccer 3D di Astrobase, è un poco un unicum tra le tante in giro. Forse l’unico completo cremisi che esiste (se ne conoscete altri, sarò lieto se me ne informate).

Nel 2004/2005 il Livorno era in serie A, chiuse con un eccellente nono posto e con l’enorme soddisfazione di avere nella sue fila il capocannoniere del campionato, Cristiano Lucarelli, con 24 gol.

Cristiano Lucarelli

L’Unione Sportiva Livorno venne fondata nel 1915 unendo le squadre della Virtus Juventusque e la Spes Livorno. Andò avanti fino al fallimento del 1991, in seguito al quale dovette ripartire dall’Eccellenza toscana con il nuovo nome di Associazione Sportiva Livorno Calcio.

Oggi è,anzi, era in serie B. Ha chiuso il campionato “COVID” all’ultimo posto, lontanissimo dalla penultima (bel 20 punti di distacco!). Quindi disputerà il campionato di Serie C nell’anno calcistico che sta per cominciare.

Nel catalogo Subbuteo, versione LW ha una menzione relativa alla ref. 27 (Hearts). Io aggiungerei alle squadre per riprodurla sul panno anche le ref. che raffigurano il Torino (99 e 255) e la ref. 315 (Leverkusen e Metz) visto che spesso e volentieri il Livorno ha giocato e gioca anche con il calzoncino di colore nero.

Bologna Football Club 1909 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Partiamo dal Subbuteo stavolta. Una ref. dedicata alla numero 95, la maglia di gran lunga più usata in tutta la sua storia. Palata a strisce di colore rosso e blu. Nella storia sono state principalmente 4 (dal 1926 e poi praticamente quasi sempre), ma anche 5 (negli anni Trenta) o 6 (nel 1910). Calzoncini ordinariamente bianchi.

I calzoncini sono stati anche blu però, pure di recente, quindi è adatta per riprodurre la squadra anche la ref. 19 (Crystal Palace, Barcelona).

Il rosso e blu poi è stato disposto anche a quarti, con il blu sulla parte sinistra per chi guarda, il che significa ref. 107 (Basilea) e volendo ref. 72 (Genoa e Cagliari). Nel 1909, il primo anno, la maglia era di questo tipo.

Negli anni Trenta del XX secolo è stato usato anche un completo tipo ref. 48 (Spagna) ovvero maglia rossa e calzoncino blu.

La seconda maglia tradizionale è un completo bianco con sbarra rossoblu. Uguale uguale alla ref. 194 (Crystal Palace). A Bologna ci sono particolarmente affezionati perché con quella maglia hanno vinto l’ultimo scudetto nel 1963/1964.

Come seconda maglia è stato usato anche un completo bianco con fascia orizzontale rosso e blu.

La terza maglia è tradizionalmente verde con il calzoncino nero. Fu la prima maglia della squadra nell’anno 1925, l’unica occasione in pratica in cui lasciarono i colori sociali tradizionali.

Il Bologna è tra le squadre più titolate d’Italia: 7 scudetti, il primo nel 1924/1925 e l’ultimo nel 1963/1964. Due Coppa Italia, nel 1969/1970 e 1973/1974.

Ha l’insolito record di aver vinto per due volte lo scudetto allo spareggio, contro il Torino nel 1929 e contro l’Inter nel 1964.

Nella mia collezione in versione ZEUGO CALCIO DA TAVOLO (REF. 7 ZEUGO – corrispondente alla REF. 95 SUBBUTEO, presa dal fornitore ASTROBASE).

Slovan Bratislava, ref. 5, 191, 254 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Il celeste è il colore dello Slovan Bratislava. La squadra principale oggi gioca con una maglia simil Mortara o Pescara, quindi ref. 254. Ma sono soprannominati gli Sky Blues come il City ed hanno usato ed usano le loro stesse divise, principalmente (ref. 5 e ref. 191).

Altra squadra ovviamente di Superliga slovacca, altra squadra plurititolata. 22 scudetti (8 cecoslovacchi e 14 slovacchi), 21 Coppe nazionali (5+16), 8 Supercoppe slovacche e soprattutto una Coppa delle Coppe, edizione 1968/1969 vinta battendo in finale il Barcelona. Con una maglia leggermente più scura del solito, maglia azzurra e calzoncini blu.

La maglia da trasferta solitamente è una ref. 42, un completo blu stile Chelsea.

Bratislava, capitale della Slovacchia, sorge lungo il fiume Danubio, ai confini con l’Austria e l’Ungheria. La città è circondata da vigneti e dai Piccoli Carpazi ed è attraversata da sentieri boscosi dove si praticano l’escursionismo e il ciclismo. La zona pedonale della città vecchia, risalente al XVIII secolo, è conosciuta per i vivaci bar e caffè. Il Castello di Bratislava, interamente ricostruito, è situato sulla sommità di una collina che domina la città vecchia e il Danubio.