I Colchoneros, ovvero gli aviatori di Madrid #PlaySubbuteo #Subbuteo

Questo post ovviamente è dedicato all’Atletico Madrid, ovvero al Club Atlético de Madrid, che ho nella mia collezione, oltre che con la maglia “ufficiale” del catalogo, la ref. 226, con quella con cui vinse la Coppa delle Coppe nel 1961/1962 dopo una doppia finale con la Fiorentina terminata 1-1 e poi 3-0 per gli spagnoli (all’epoca non usavano i calci di rigore).

Non mi dilungherò molto nel presentarvi la squadra, che ha già altri due post dedicati in questo blog. Ma vi intratterrò con due curiosità che ho scoperto leggendomi tutto il testo di presentazione storica della Futbolteca.

La prima è che la squadra nasce come squadra succursale di quello che è l’Athletic per eccellenza, ovvero la squadra basca di Bilbao. Lo si vede anche dai primi stemmi e timbri (quello del 1910 è, direi, “parlante”).

Ci mise parecchio l’Atletico di Madrid a staccarsi dalla tutela basca.
Tra le tappe di questo distacco il suo trasformarsi nel periodo subito precedente e della seconda guerra mondiale nella squadra dell’Aviacion Nacional, quella che sarebbe la nostra Aeronautica Militare. Facile immaginare i colori della maglia della squadra in quel periodo.


Il nome di Atletico Madrid, e la maglia storica a strisce verticali bianco e rosso con calzoncino blu sarebbero tornati a partire dalla stagione 1942/1943.

Da notare la maglia simil ref. 31 (Blackburn Rovers) del 1903 e quella stile ref. 4 (Stoke City) del 1911.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *