Borussia Moenchengladbach 1976/1977 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Dipinta da Paolino65 con la consueta (per lui) bravura.
Pubblicata sul forum Old Subbuteo da cui riprendo testo e foto della squadra.

Era tanto che volevo realizzare questa squadra, come ho detto più volte amo particolarmente le divise della Puma degli anni 70-80. Quando ho cominciato a studiare questa maglia mi faceva piacere che le lettere dello sponsor fossero unite, perchè in questo modo potevo risparmiare spazio. In effetti è così, ma proprio per la particolarità delle lettere attaccate una all’altra è stato veramente difficile, soprattutto mantenere il punto di giunzione delle lettere senza fare pastrocchi. La scritta è venuta un po’ più grande su qualche miniatura e più piccola su qualche altra, ma è stato molto impegnativo realizzarla.

Materiale Replay con basi SuperDux.
Colori Humbrol. Gloss: 22 white. Matt: 33 black, 160 brown, 101 green, 61 flesh. Protettivo finale Humbrol Matt Cote

Mortara vs Piacenza: anno 1948/1949 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Nel libro “I colori del calcio“, di Fontanelli e Paperini è riportata la maglia del Mortara Calcio del 1948. Non quella che siamo abituati a vedere oggi, ma quella del campionato 1948/1949, giocato in serie C, girone A, e concluso con un brillante terzo posto a soli tre punti dal Fanfulla, promosso in serie B e due dal Savona, secondo classificato.
Si tratta, subbuteisticamente parlando, di una ref. 2, un Blue Team.

E, visto che in questi giorni ho sempre il “tavolo apparecchiato” con le ref. 1 e ref. 2 pronte alla sfida (sia la versione basculante che quella no), ho deciso che oggi sarà il Mortara 1948/1949 il protagonista della mia giornaliera disfida.

Opposto ad una ref. 1 di quello stesso campionato, il Piacenza. Nel seguito del post troverete i tabellini delle due partite di andata e ritorno. Pessima annata per il Piacenza quella, arrivò diciannovesimo in classifica e sarebbe retrocesso. Si salvò per uno scandalo che convolse la squadra del Magenta e provocò la retrocessione del Vigevano al suo posto.

Il 2/8/1949 la Lega Calcio deferisce il Magenta ed il suo portiere Carlo Brasca, a seguito di un esposto del Piacenza e dopo accertamenti iniziati già verso la fine di giugno. Nella stagione appena terminata, infatti, Brasca è risultato tesserato in due diverse squadre militanti in diversi campionati: dapprima nella Caratese (Promozione), con cui disputa due partite nel campionato riserve, e quindi nel Magenta (serie C). Successive indagini della Federazione accertano che l’unico tesseramento valido era quello con la Caratese, per cui, con sentenza del 29/8/1949 sono date perse a tavolino al Magenta le 14 gare in cui Brasca è stato schierato, compresa la prima giornata del girone di ritorno giocata contro il Piacenza. Quindi il Piacenza, che ha concluso il campionato al 20° posto ed è retrocesso, si vede assegnata a tavolino la vittoria contro il Magenta nella gara del 6/2/1949, persa sul campo per 2-1, e di conseguenza i due punti. Il Vigevano, che era 19°, non beneficia di nessun punto perché aveva già vinto contro il Magenta sul campo. In questo modo il Piacenza sale al 18° posto in classifica (alla pari con la Sestrese) e si salva a spese del Vigevano. La squadra lombarda presenta in seguito un ricorso sostenendo la responsabilità della Federazione, che aveva impiegato oltre 4 mesi ad accorgersi del doppio tesseramento. Il ricorso viene respinto. Il Magenta era già retrocesso sul campo avendo totalizzato (prima delle 14 sconfitte a tavolino) solamente 31 punti.

“IL CASO BRASCA”

Nel caso vi venisse il ghiribizzo di giocarvi un quadrangolare, il Magenta è gialloblu, ref. 47, mentre il Vigevano ha una maglia simile a quella del Mortara (ma direi che potete usare anche una ref. 3, se originale meglio, così è… naturalmente un po’ slavata, oppure un Pescara, ref. 254).

La stagione 1948-1949 fu importante perché registrò il ritorno della Serie B a girone unico e della Serie C a dimensione nazionale, organizzata su 4 gironi.

SERIE C GIRONE A 1948/1949

GIRONE DI ANDATA
Piacenza, 2/1/1949

PIACENZA-MORTARA 1-1
PIACENZA: Scarpellini, Toffanetti, Ravani, Fiorani, Magotti, Resmini, Sguinzo, Tosi, Coltella, Bissi, Ghizzoni.
MORTARA: Buttarelli, Lambertini, Galletti, Spirolazzi, Di Cuonzo, Re, Zini, Zorzolo, Vai, Collimedaglia, Cuzzoni.

ARBITRO: Cantarelli di Parma.
Marcatori: 39’ Magotti (P), 52’ Vai (M).

GIRONE DI RITORNO
Mortara, 29/5/1949

MORTARA-PIACENZA 3-0
MORTARA: Cordone, Lambertini, Re, Spirolazzi, Galletti, Biraghi, Zini, Zorzolo, Vai, Collimedaglia, Cuzzoni.
PIACENZA: Scarpellini, Toffanetti, Ravani, Vaghini, Magotti, Bergamasco, Fiorani, Borsari, Bonistalli, Coltella, Ravizzoli.

ARBITRO: Coppa di Como.
Marcatori: 17’ Zini, 45’ Vai, 55’ Cuzzoni (M).

CLASSIFICA FINALE DELLA SERIE C GIRONE A
Fanfulla 56 (promosso), Savona 55, Mortara 53, Sanremese 51, Casale 48, Vogherese 48, Pro Vercelli 47, Gallaratese 47, Biellese 47, Varese 44, Crema 42, Monza 42, Fossanese 41, Pro Lissone 39, Asti 36, Parabiago 36, Vita Nova Ponte San Pietro 36, Sestrese 35, Piacenza 35, Vigevano 34, Sestri Levante 30, Magenta 21 (retrocesse).

Nella storia del calcio, la stagione 1948/1949 è ricordata come quella della tragedia di Superga, avvenuta il 4 maggio 1949. Alle ore 17:03, il Fiat G.212 della compagnia aerea ALI, siglato I-ELCE, con a bordo l’intera squadra del Grande Torino, di ritorno da una partita amichevole giocata a Lisbona, si schiantò contro il muraglione del terrapieno posteriore della basilica di Superga, che sorge sulla collina torinese; le vittime furono 31.

Il Grande Torino in allenamento.

LE FOTO PREPARTITA

Risultato finale a casa Zacchi, aka Subbuteo Club Nido dei Rapaci:

MORTARA 2 – PIACENZA 1
Doppietta di Vai per il Mortara nel primo tempo; accorcia le distanze Bonistalli del Piacenza nella ripresa.