¡Los del submarino amarillo! ¡El verdadero! #PlaySubbuteo #Subbuteo

Quando si sente parlare del sottomarino giallo, legato al calcio spagnolo, tutti pensano alla squadra del Villareal, ed alla sua promozione in Tercera Division del 1967, festeggiata suonando senza risparmio la canzone dei Beatles, Yellow Submarine.

Ma il vero sottomarino giallo, non è a Villareal! E’ a Cartagena, nella regione murciana, da quest’anno in Segunda Division A (Liga Smart Bank), con il F.C. Cartagena, che il sottomarino giallo ce l’ha anche nello stemma.

Si tratta del primo sottomarino in assoluto, costruito da Isaac Peral , nel 1888!

Il calcio a Cartagena è arrivato prestissimo; già alla fine del XIX secolo, inizio del XX c’erano tante squadre: il Cartagena Foot-Ball dalla maglia rossa, il Kugly, studenti dalle maglie azzurre, lo Sport Club Cartagena, i blancos

Il primo Cartagena F.C., ascendente diretto di quello che gioca oggi, nasce nel 1919. Maglia a strisce bianconere e pantaloncini neri, come il Newcastle (ref. 8). Tra cambi di nome, rifondazioni e quant’altro tira avanti fino al 1997, anno in cui rimane attivo solo a livello giovanile. Poi rinasce nel 2002, ma ormai è una squadra diversa.

Intanto, nel 1995, era nato il Cartagonova F.C. che nel 2003/2004 riprende il nome di Fútbol Club Cartagena e che è la squadra attuale, quest’anno promossa in Liga Smart Bank, ossia in Seconda Divisione.

I colori sociali sono rimasti gli stessi.

Così anche l’entusiasmo… la città non sta più nella pelle per iniziare la nuova avventura. Peccato che la Liga Smart Bank sia ancora bloccata dalla questione play-off, speriamo che la cosa si risolva quanto prima.

Cartagena è una città bellissima ed antichissima. Una di quelle che avrei davvero tanta voglia di vedere dal vivo, se e quando mi sarà possibile.

E’ una città portuale e base navale situata nella regione sud-orientale della Spagna, la Murcia. Fondata dai cartaginesi intorno al 220 a.C., la città si sviluppò durante il dominio romano. Tra le numerose rovine di quell’epoca, si trova il teatro del I secolo a.C. e la Casa de la Fortuna, una villa con mosaici e pitture murali. Al Centro di interpretazione della muraglia Punica si trovano i resti delle mura difensive del III secolo a.C.

Anfiteatro romano
Dipinto nella Casa de la Fortuna

Cartagena è una città di oltre 200.000 abitanti e il suo nome deriva dal nome latino Cartago Nova. Venne annessa al regno di Castiglia dopo la conquista di Fernando III il Santo, che la sottrasse alla dominazione araba.

Dal porto si può seguire il viale parallelo alla Muralla del Mar, costruita per volontà di Carlo III nel XVIII secolo e che delimita il centro storico della cittadina.

Continuando la passeggiata si arriva al Museo Naval di Cartagena dove sono esposti modellini di navi, carte nautiche e vari strumenti di bordo, ma soprattutto il primo sottomarino della storia costruito nel 1888 da Isaac Peral (vedi la foto sopra).

Proseguendo infine verso il Parco Torres potrete ammirare la chiesa più antica di Cartagena, ovvero la Cattedrale de Santa Maria la Vieja, e il Castello di San Felipe che sorge su di una collina dallo spettacolare panorama e che un tempo era usato come fortezza.

Se volete concedervi una pausa e assaggiare qualche prelibatezza gastronomica di Cartagena piatti tipici sono il caldero, un risotto in brodo con pesce accompagnato dall’alioli, la tipica maionese insaporita con aglio, la paella e il pane di fichi. E per finire in bellezza il pasto, potete provare, mi dicono, il caffè asiatico, che prevede caffè, latte condensato, cognac, cannella e liquore!

Cartagena è anche una città di mare. A circa due miglia e mezzo dalla costa si trova l’isola Hormiga che rappresenta una delle vere attrattive della zona di Cartagena soprattutto grazie alla la bellezza della natura e ai suoi fondali incontaminati. Qui è possibile effettuare immersioni subacquee per ammirare non solo coralli e fauna marina, ma anche resti di navi affondate.

Faro de Isla Hormiga

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *