¿Y el tercero? ¿Quién será? #PlaySubbuteo #Subbuteo

La terza promossa in Liga Santander uscirà fuori dai play-off, che si preannunciano combattutissimi, giacchè la quattro squadre qualificate (una è incerta, poi vi spiego perchè…) sono comprese nel brevissimo spazio di quattro punti! Da 65 a 61 nella classifica finale.

Le vediamo in breve, riprendendo ed arricchendo un po’ le notizie prese da Wlkipedia.
Poi, se qualcuna vi interessa in modo particolare, scrivetemi a info@subbuteoblog.it e ve la approfondisco!

REAL ZARAGOZA: Fondato il 18 marzo del 1932. In ambito nazionale ha ottenuto quale miglior piazzamento il secondo posto in campionato nella stagione 1974-1975, mentre in ambito europeo vanta la vittoria della Coppa delle Coppe 1994-1995, risultando in tal modo una delle quattro squadre europee, insieme a Bayer Leverkusen, Parma e West Ham Utd, ad avere vinto una competizione ufficiale UEFA senza avere mai vinto il titolo nazionale. A livello europeo vanta anche la vittoria della Coppa delle Fiere 1963-1964.

Ha già al suo attivo 58 campionati di Prima Divisione (manca dal 2012/13).

Per il Subbuteo è una ref. 18, 21, 674. E’ uscita in edicola con il kit del 1994/1995.

Ref. 18
Real Zaragoza 1994/1995 – Replica HW Subbuteo Vintage Edition

ALMERIA CLUB DE FUTBOL: è una società calcistica spagnola con sede nella città di Almería, in Andalusia. Gioca le partite casalinghe all’Estadio de los Juegos Mediterráneos. E’ stata fondata e rifondata un numero incredibile di volte, l’ultima, quella del 1989, pare sia stata quella buona, perchè ha fatto collezionare al club ben sei presenze in Primera Division tra il 2006/2007 ed il 2014/2015.

A livello di colori e di maglia l’Almeria fa parte delle biancorosse, maglia prevalente la ref. 52 (vedi Exeter).

Ref. 52

GIRONA FUTBOL CLUB: Il Girona Futbol Club è una società calcistica con sede a Girona, in Catalogna, Spagna. Gioca le proprie partite casalinghe nello Stadio Montilivi, che ha una capienza di 13 450 spettatori. Ha due partecipazioni all’attivo in Prima Divisione, l’ultima, recentissima, nel 2018/19.

Fa anche essa parte della famiglia delle biancorosse. E per il Subbuteo di nuovo si tratta di una ref. 52, vista sopra per l’Almeria.

La quarta squadra sarà una tra Elche e Fuenlabrada. L’Elche al momento ha un punto di più del Fuenlabrada che però deve ancora giocare l’ultima partita del campionato. A seconda del risultato toccherà ad una delle due.

Perchè il Fuenlabrada non ha giocato l’ultima di campionato? La storia ha dell’incredibile, leggetela qui. Comuque la partita di recupero Deportivo La Coruna-Fuenlabrada è stata spostata a giovedì 30 luglio, con le semifinali e le semifinali dei play-off che slittano ad agosto. Il Real Club Deportivo La Coruna (ref. 51 Subbuteo) è comunque già retrocesso in Tercera Division (Segunda Division B) visti gli altrui risultati.

ELCHE CLUB DE FUTBOL: L’Elche Club de Fútbol, noto semplicemente come Elche, (in catalano Elx Club de Futbol) è una società calcistica spagnola con sede nella città di Elche, nella Comunidad Valenciana. Fondata nel 1923, la squadra gioca le partite casalinghe allo Stadio Manuel Martínez Valero, impianto da 33 732 posti. Conta 21 partecipazioni alla Primera División, la massima serie nazionale da cui manca dal 2014/2015.

La famiglia in questo caso è quella delle biancoverdi. La maglia storica non è nel catalogo Subbuteo.

Elche 1973/1974

Nel catalogo Subbuteo trovate però, alla ref. 253, Avellino, quella che è spesso stata la seconda o la terza maglia (camiseta in spagnolo).

FUENLABRADA: Se toccasse a loro il terzo posto in Liga, sarebbe una fatto storico perchè si tratterebbe della loro prima volta in Primera Division e di una doppia promozione (in Segunda ci sono arrivati solo lo scorso anno).

Il Club de Fútbol Fuenlabrada, è una società calcistica con sede presso Fuenlabrada, nella Comunità di Madrid, in Spagna, fondata di recente, nel 1975. Gioca all’Estadio Fernando Torres, capace di 6000 spettatori.

Da un punto di vista subbuteistico, questa squadra giovanissima è invece un classico: prima maglia tutta blu (ref. 42, Chelsea), seconda maglia tutta bianca (ref. 21, Leeds), terza maglia tutta rossa (ref. 41, Liverpool).

Cádiz Club de Fútbol: promosso in Liga! #PlaySubbuteo #Subbuteo

Secondo club promosso dalla Liga Smartbank, Segunda Division, alla Liga Santander, Primera Division del campionato spagnolo, la squadra della meravigliosa città di Cadice.

Passiamo dai Pirenei all’Andalusia, dalla montagna al mare…

Colori sociali sono il giallo e il blu, la famiglia subbuteistica di appartenenza è quella della ref. 47 (la mitica seconda maglia di moltissimi club britannici negli anni Sessanta e Settanta, primo tra tutti l’Arsenal).

Il Cadice CF venne fondato il 10 settembre 1910, con il nome di Mirandilla FC, Nel giugno 1936 cambiò il suo nome in Cadiz Foot-Ball Club.

Per il Cadice si tratterà della tredicesima stagione nella Prima Divisione spagnola da cui manca dal 1991/1992, da vent’anni quindi.

I tifosi del Cadice sono famosi in tutta la Spagna per la passione e la vivacità con cui sostengono la squadra e sono detti Cadistas, anzi, ¡CADISTAS!, come il nome della loro rivista ufficiale.

Ref. 47 Subbuteo

Da vedere nella antichissima città di Cadice, la cui fondazione è attribuita addirittura agli antichi Fenici, c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Vi voglio segnalare le spiagge, las Playas, una più bella dell’altra, e l’antichissimo Teatro Romano, il secondo più grande al mondo per l’ampiezza della cavea.

Sociedad Deportiva Huesca: promossa in Liga! #PlaySubbuteo #Subbuteo

Allo scopo di allargare il “parco” di squadre con cui giochiamo a Subbuteo, andiamo a conoscere le neopromosse nei massimi campionati europei. Dal secondo al primo livello spagnolo, ovvero dalla segunda alla primera division passa anzitutto la Sociedad Deportiva Huesca.

Colori sociali rosso e blu, variamente arzigogolati nella storia sulla maglia. Prevalente direi il modello ref. 19, come i molto meglio conosciuti spagnoli, pardon, catalani del Barcelona.

La squadra con questo nome è stata fondata nel 1960, raccogliendo l’eredita dell’Huesca FC (1910) e del CD Huesca (1929). Il prossimo sarà il secondo campionato di Prima Divisione (Liga Santander, se non cambia lo sponsor) della sua storia.

La città di Huesca si trova nella regione spagnola dell’Aragona, poco lontano dai Pirenei. Potrebbe essere conosciuta da qualche romano come me perchè  patria di san Lorenzo (ca. 210-258), diacono della chiesa di Roma che, secondo la tradizione, avendo rifiutato di consegnare il tesoro della chiesa al prefetto della città, fu arso vivo su una graticola. 

La cosa più bella da vedere ad Huesca è (se qualcuno in odio alla fede cristiana non la brucia nel frattempo…) la Cattedrale Gotica, grande edificio edificato a varie riprese e con lunghe interruzioni dal XIII al XVI secolo.

Ref. 19