Lecco HW, ref. 256 o ref. 503 by Mauro Starone #PlaySubbuteo #Subbuteo

Replicando il LECCO ref. 256 “LA MAI VISTA”

IL bernoccolo di replicarmi un Lecco per la mia personale collezione esiste fin da quando lo vidi nel catalogo Subbuteo 1978/79. A quei tempi lo desideravo parecchio ma, come ho scritto nel titolo, era una squadra introvabile, inserita in quel sestetto di squadre che vanno dalla ref 253 fino alla ref 258, una nuova e tardiva sfornata di Italiane che comprendevano Avellino, Pescara, Torino in divisa totalmente granata, e poi le tre veramente rare Lecco, Rimini e Brindisi. Non sono l’unico ad averne mai visto uno in circolazione, anzi a memoria collettiva di tanti amici subbuteisti appassionati di ieri e di oggi è quasi definita una squadra fantasma, si dice che ne avessero prodotti forse nemmeno 30 esemplari (!!!!!!!), tanto che venne definita “la mai vista”. Però tempo fa mi è bazzicato tra le mani un singolo spare del Lecco che ho studiato attentamente con le chips humbrol che ho steso su miniature prototipo ed ho confrontato con 3 miniature distrutte di un Djurgarden ref 288, rarissima e quasi gemella nella divisa con il Lecco che erano rimaste tra i vecchi giochi di Gianluigi, oggi sacerdote, che mi ha prestato per il confronto tinte.

TOTALE:
il blu e l’azzurro sono un mix fantastico cromatico ed ecco le differenze pittoriche che aveva organizzato la Subbuteo tra Lecco e Djurgarden
LECCO : il celeste è chiarissimo , humbrol 65 e le righe della maglia sono nel classico blu humbrol 25, colori ripresi anche nelle calze, mentre il pantalone è nero. Queste sono anche le tinte che ho adoperato per la mia replica.
DJURGARDEN : viene adoperato l’azzurro chiaro e non il celeste chiaro, un ottimo humbrol 89 mentre le righe della maglia sono blu classico humbrol 25 come i pantaloni. Le calze sono azzurre humbrol 89 con decorazione in blu humbrol 25.

Le miniature che ho adoperato per il Lecco sono le stupende T3 e portiere saracinesca Top Spin, mentre le basi replica hw classiche e gli inner sono Replay. Opacizzante humbrol in boccia di vetro ha concluso un lavoro del quale mi ritengo soddisfatto.

Lecco Originale- ref. 256 – foto CelticDream.it
Djurgarden originale – ref. 288 – foto CelticDream.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *