Ref&British Football – Ref. 49 or Ref. 77 – Dundee United #PlaySubbuteo #Subbuteo

Il Dundee United Football Club, meglio noto come Dundee United, è una società calcistica scozzese con sede nella città di Dundee. Milita nella Scottish Championship, la seconda divisione scozzese.

Tradizionalmente, i giocatori del Dundee United hanno il soprannome The Terrors mentre i tifosi sono noti come The Arabs, anche se in questi ultimi anni ormai il secondo nome stia iniziando ad essere usato dai mezzi di comunicazione per indicare la squadra stessa. The Tangerines (o Tangerine Terrors) è un altro termine utilizzato occasionalmente per indicare il club.

Tra i trofei nazionali, il Dundee United conta un campionato, due Coppe di Scozia e due Coppe di Lega. Nelle competizioni europee è la quarta squadra scozzese per esperienza, avendo giocato 104 partite (sei in meno rispetto all’Aberdeen) in oltre 22 stagioni di presenza.

L’origine della maglia attuale è questa: il colore mandarino fu utilizzato per la prima volta quando il club giocò con il nome di Dallas Tornado nel torneo della United Soccer Association dell’anno 1967, alla quale erano stati invitati dopo la loro prima apparizione nelle competizioni europee, suscitando molto scalpore nel mondo calcistico e attirando su di loro l’attenzione dei media. Dopo le pressioni della moglie dell’allora manager Jerry Kerr, tale colore fu adottato come colore sociale nella stagione del 1969, per dare al club un aspetto più giovane e moderno. Il nuovo colore apparì per la prima volta in un’amichevole estiva contro gli inglesi dell’Everton nell’agosto di quell’anno.

Originariamente fondata come Dundee Hibernian, seguì l’esempio di molte squadre dello stesso periodo, adottando i tradizionali colori irlandesi: maglie verdi e pantaloncini bianchi. Da quando la denominazione passò a Dundee United nel 1923, i colori cambiarono e divennero maglie bianche con pantaloncini neri, così da prendere le distanze dalle loro origini irlandesi. Questi colori resistettero in varie forme fino al 1969, a volte utilizzando semplici camicie, ma altre volte utilizzando lo stile dei Celtic con i grandi cerchi, o talvolta come i Queen’s Park con stretti cerchi o ancora con il motivo a “V” dell’Airdrie.

Ref&British Football – Ref. 47 and Ref. 21; Everton vs WBA, quelli del Boing Boing #PlaySubbuteo #Subbuteo

Finale di FA Cup del 1976/1968. Everton in campo con la seconda maglia tradizionale per tante squadre dell’epoca e WBA (West Bormwich Albion, normalmente una ref. 3 – Albion, The Baggies, The Throstles) in completo bianco stile ref. 21.

La FA Cup 1967-68 è stata la 87º edizione della più antica competizione calcistica del mondo. Il West Bromwich Albion vinse il torneo battendo in finale l’Everton per 1-0 dopo i tempi supplementari allo stadio di Wembley, a Londra (gol di Astle al 93mo).

Il West Bromwich Albion fu fondato nel 1878 ed è stato in massima serie per la maggior parte della sua storia. Nel Palmarès della squadra si annoverano un campionato vinto nella stagione 1919-1920 e cinque FA Cup. I giocatori e i tifosi sono soprannominati Baggies e i colori sociali sono il blu scuro (navy) e il bianco. L’origine del soprannome è incerta, anche se quasi sicuramente venne utilizzato la prima volta durante le prime gare casalinghe a The Hawthorns. Una delle teorie suggerisce che il termine derivi dai larghi pantaloni (baggy trousers) che i lavoratori delle fonderie locali indossavano per proteggersi dal ferro fuso. Lo stemma rappresenta un tordo (throstle, nel linguaggio del Black Country) su un ramo di biancospino (hawthorn) con uno sfondo a strisce verticali blu e bianche; da questo deriva Throstles l’altro soprannome di giocatori e tifosi, che esultano con il caratteristico “boing boing” saltellando up and down sul posto.
L’Everton Football Club, noto semplicemente come Everton, è una società calcistica inglese con sede nella città di Liverpool, militante in Premier League (prima divisione inglese) dal 1954. Disputa le proprie partite casalinghe allo stadio Goodison Park, impianto da 40.260 posti a sedere.
Fondato nel 1878, quattordici anni prima del Liverpool Football Club, il club è il più antico della città e prende il nome dall’omonimo quartiere al centro di Liverpool.
Nella sua storia l’Everton ha vinto nove campionati inglesi, cinque FA Cup, nove Charity Shield e una Coppe delle Coppe (1984-1985); è inoltre il club che vanta il maggior numero di partecipazioni (117) alle 121 edizioni complessive del massimo campionato inglese.

Ref&British Football – Ref. 102 and Ref. 77&100 #PlaySubbuteo #Subbuteo

La ref. 102 secondo me è la più bella maglia mai usata dai londinesi del Crystal Palace, dal 1971 al 1973.

Ref. 102 – Crystal Palace – The Eagles (Le Aquile), The Glaziers

Ref. 77 – Wolverhampton Wanderers – Wolves (I lupi), The old gold (Il vecchio oro)

Ref. 100 – Manchester United – The Red Devils (I Diavoli Rossi)

Il Crystal Palace Football Club, noto più semplicemente come Crystal Palace, è una società calcistica inglese con sede a Londra, nel borgo di Croydon. Milita nella Premier League.
Il club fu fondato il 10 settembre 1905 dai proprietari dello stadio dove si teneva la finale di FA Cup, che desideravano che nello stadio giocasse una loro squadra.
La scelta dei colori sociali originari è stata ispirata dalla presenza nell’ambito societario di Edmund Goodman, ex impiegato dei Villans che si occupò dell’aspetto organizzativo del nuovo club e che ne fu allenatore dal 1907 al 1925. Attualmente i colori adottati sono il rosso vermiglio e il blu.
Nella sua storia la squadra londinese ha raggiunto i migliori risultati all’inizio degli anni novanta, guidata in attacco da Ian Wright, con la finale di FA Cup del 1990 persa al replay e il terzo posto in campionato nel 1991. In quell’anno vinse anche la Full Members Cup, competizione per le squadre delle prime due divisioni, giocatasi fra il 1986 e il 1992.
Il Wolverhampton Wanderers Football Club, noto semplicemente come Wolverhampton, è una società calcistica inglese con sede nella città di Wolverhampton, militante in Premier League (massima divisione inglese) dal 2018.
La squadra gioca le proprie partite casalinghe al Molineux Stadium, impianto con una capienza di circa 31.000 spettatori. I colori sociali sono l’arancione e il nero, mentre il simbolo è un lupo, presente anche sul logo del club; i giocatori e tifosi della squadra vengono infatti soprannominati Wolves (in italiano Lupi)
Il Wolverhampton è stato uno dei club fondatori della Football League nel 1888.
Il Manchester United Football Club, noto semplicemente come Manchester United, è una società calcistica inglese con sede nella città di Manchester. Milita in Premier League, la massima serie del campionato inglese di calcio, dal 1975.
Fondata nel 1902 sulla base del precedente Newton Heath del 1878, è una delle squadre più vincenti del calcio inglese e internazionale, avendo vinto 66 trofei e 13 campionati dal 1992-1993 ad oggi. Dall’arrivo dell’allenatore scozzese Alex Ferguson, che ha allenato il Manchester United dal novembre 1986 a maggio 2013, la compagine inglese ha conquistato 38 trofei. A livello nazionale il club si è aggiudicato venti campionati (record assoluto), dodici Coppe d’Inghilterra, cinque Coppe di Lega e ventuno (di cui quattro condivise) Supercoppe d’Inghilterra (record).

Lecco HW, ref. 256 o ref. 503 by Mauro Starone #PlaySubbuteo #Subbuteo

Replicando il LECCO ref. 256 “LA MAI VISTA”

IL bernoccolo di replicarmi un Lecco per la mia personale collezione esiste fin da quando lo vidi nel catalogo Subbuteo 1978/79. A quei tempi lo desideravo parecchio ma, come ho scritto nel titolo, era una squadra introvabile, inserita in quel sestetto di squadre che vanno dalla ref 253 fino alla ref 258, una nuova e tardiva sfornata di Italiane che comprendevano Avellino, Pescara, Torino in divisa totalmente granata, e poi le tre veramente rare Lecco, Rimini e Brindisi. Non sono l’unico ad averne mai visto uno in circolazione, anzi a memoria collettiva di tanti amici subbuteisti appassionati di ieri e di oggi è quasi definita una squadra fantasma, si dice che ne avessero prodotti forse nemmeno 30 esemplari (!!!!!!!), tanto che venne definita “la mai vista”. Però tempo fa mi è bazzicato tra le mani un singolo spare del Lecco che ho studiato attentamente con le chips humbrol che ho steso su miniature prototipo ed ho confrontato con 3 miniature distrutte di un Djurgarden ref 288, rarissima e quasi gemella nella divisa con il Lecco che erano rimaste tra i vecchi giochi di Gianluigi, oggi sacerdote, che mi ha prestato per il confronto tinte.

TOTALE:
il blu e l’azzurro sono un mix fantastico cromatico ed ecco le differenze pittoriche che aveva organizzato la Subbuteo tra Lecco e Djurgarden
LECCO : il celeste è chiarissimo , humbrol 65 e le righe della maglia sono nel classico blu humbrol 25, colori ripresi anche nelle calze, mentre il pantalone è nero. Queste sono anche le tinte che ho adoperato per la mia replica.
DJURGARDEN : viene adoperato l’azzurro chiaro e non il celeste chiaro, un ottimo humbrol 89 mentre le righe della maglia sono blu classico humbrol 25 come i pantaloni. Le calze sono azzurre humbrol 89 con decorazione in blu humbrol 25.

Le miniature che ho adoperato per il Lecco sono le stupende T3 e portiere saracinesca Top Spin, mentre le basi replica hw classiche e gli inner sono Replay. Opacizzante humbrol in boccia di vetro ha concluso un lavoro del quale mi ritengo soddisfatto.

Lecco Originale- ref. 256 – foto CelticDream.it
Djurgarden originale – ref. 288 – foto CelticDream.it

Legnano vs Mestrina alla Subbuteo Blog Arena #PlaySubbuteo #Subbuteo

Le squadre in campo, realizzate entrambi da artisti miniatori (Alex Rota il Legnano su materiale Subbuteo originale, Max di Monsummano la Mestrina su materiale Replay) raffigurano quelle reali del campionato di serie C 1963/1964. Le partite reali finorono 1-0 per la Mestrina all’andata, 0-0 il ritorno a Legnano. I lilla arrivarono quinti alla fine del campionato, gli arancioni decimi.

All’epoca la serie C era organizzata su tre gironi, nord, centro e sud, denominati A, B, C. Per la cronaca quell’anno salirono in serie B la Reggiana, il Livorno ed il Trani.

Oggi entrambe le squadre giocano in serie D. Nel girone B il Legnano, nel girone C il Mestre.

L’Associazione Calcio Mestre S.r.l. (meglio nota come AC Mestre o semplicemente Mestre), è una società calcistica italiana con sede nel comune di Venezia, in località Mestre.
Fondata nel 1927 (sebbene la sua nascita sia fatta risalire tradizionalmente al 1929) con la denominazione Unione Sportiva Mestrina è stata successivamente più volte rifondata.
La squadra ha partecipato ad un totale di 27 stagioni nella terza categoria nazionale, l’ultima delle quali nella stagione 2017-2018.
Nella stagione 2019-2020 milita in Serie D, quarto livello del campionato italiano di calcio.
(fonte: Wikipedia)
L’Associazione Calcio Dilettantistica Legnano, meglio nota come Legnano, è una società calcistica italiana con sede nella città di Legnano. Nella stagione 2019-2020 milita nel campionato di Serie D, quarto livello della piramide calcistica italiana. Ha come colore sociale il lilla, tonalità cromatica che costituisce quasi un unicum nel panorama calcistico internazionale.
Fondata, secondo la tradizione, il 1º gennaio 1913 con il nome di Football Club Legnano, fu una delle prime squadre calcistiche di città non capoluogo di provincia a prendere parte al campionato di massima serie: l’esordio in Prima Categoria, all’epoca denominazione del massimo livello del calcio italiano, fu nella stagione 1919-1920, cui seguirono un altro campionato nella medesima serie, 5 stagioni in Prima Divisione e un campionato in Divisione Nazionale, mentre il debutto nella neo-costituita Serie A a girone unico avvenne nel 1930-1931. La società cambiò poi nome in Associazione Calcio Legnano nel 1936. Negli anni 1950 il Legnano partecipò ad altre due stagioni di Serie A, senza però andare mai oltre l’ultimo posto, portando il computo totale del numero di campionati in massima serie a 11 stagioni. Prese anche parte a 15 campionati di Serie B, l’ultimo nella stagione 1956-1957.
(fonte: Wikipedia)