Prossima uscita, numero 76, Norvegia 1998 HW #PlaySubbuteo #Subbuteo

La Norvegia (Norge), facendo riferimento al mio catalogo HW, la rendeva con la ref. 1, il red team, o la ref. 100, il Manchester United. Non mi sbagliavo, giacchè il blu è comparso sulla divisa della nazionale di calcio solo negli anni Novanta, come scrive anche Wikipedia.

La divisa della nazionale è tradizionalmente composta da una maglia rossa, calzoncini bianchi e calzettoni blu scuro e rispecchia i colori della bandiera norvegese. La maglia, soprattutto a partire dagli anni 90, non è monocromatica, ma presenta spesso bordini o disegni bianchi e blu scuri: il disegno più emblematico fu quello del periodo 1995-1997, quando i giocatori mostravano sul petto una croce norvegese sfumata. In trasferta solitamente la tenuta è bianca con disegni rossi e blu scuri. La nazionale norvegese porta sulla divisa una bandiera norvegese inserita in un cerchio bianco bordato di rosso e a sinistra lo stemma della federazione calcistica.

La Norvegia finora ha partecipato per tre volte alla fase finiale di un mondiale. Nel 1938 (eliminata agli Ottavi), nel 1994 (eliminata al primo turno) e di nuovo nel 1998 (di nuovo fuori agli Ottavi).

Pochi onori in verità. Unico fatto degno di nota, e spesso citato dai tifosi, la Norvegia l’unica nazionale al mondo a non aver mai perso con il Brasile: in quattro partite con i verdeoro ha totalizzato 2 vittorie e 2 pareggi. A Roma si dice: “consolate co’l’ajetto…“.

Nei Mondiali di Francia 1998 arrivò seconda nel girone dietro al Brasile, ma venne eliminata dall’Italia agli Ottavi (1-0 per gli azzurri, gol di Vieri al 18′ del primo tempo).

16 Jun 1998: The Norway team line up before the World Cup A group game against Scotland at the Parc Lescure in Bordeaux, France. The match ended 1-1. \ Mandatory Credit: Mark Thompson /Allsport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *