“Ellevu’ pensaci… su!”, ovvero, ma cosa sono le LW? #PlaySubbuteo #Subbuteo

Mentre faccio pubblicità al prossimo torneo dell’Old Subbuteo Club di Mortara, approfitto per dare, a chi non le conosce, alcuni informazioni di base su questo tipo di miniatura.

Si chiamano LW che sta per lightweight, ossia “peso leggero”, per differenziarle dalle HW, che sta per heavyweight, ossia “pesanti”, che generalmente fanno spostare l’ago del bilancino di qualche decimo di grammo più avanti. Si parla di un peso tra 1,70 e 1,90 grammi per le LW, tra 2 e 2,20 grammi per le HW (sempre in riferimento alle HW e LW originali Subbuteo!).

Genericamente si dice che le LW, essendo più leggere, siano più adatte agli amanti del girello, ma anni di pratica subbuteistica mi fanno dire che non è vero. Dipende sempre dal dito di chi le mette sul panno, di cotone, sintetico, gommato o professionale che sia. Guardate giocare il mio amico pluricampione del mondo Massimo Bolognino e lo vedrete girellare, quando vuole e quando serve, con tutto ciò che mette lì sopra, anche su campi veloci come l’Extremepitch!

La differenza vera, che salta subito agli occhi, è nel modo di congiungere la miniatura alla base, outer (la parte concava) e inner (il dischetto). Mentre l’aggancio delle HW è del tipo “a barretta”, quello delle LW è del tipo “a piolo”.

Miniature “a piolo”
Una squadra LW completa (Liverpool)

Le miniature LW compaiono negli anni Ottanta ed il loro range va dal numero 1 al numero 830, comparso nel 1996, che conclude la produzione di questo tipo di squadre. Si passerà poi alle squadre conosciute come HASBRO (le squadre Hasbro le riconoscete dalla numerazione di cinque cifre; “61+le tre cifre che indicano la ref.”, da 001 a 830) ed alle PARODI, che continuano ad utilizzare la miniatura a piolo, ma appiattiscono la base. Si va verso il calcio da tavolo moderno quindi.

In effetti le squadre da calcio da tavolo, professionali o no, continuano ad utilizzare la miniature a piolo.

Usa la miniatura a piolo, tipo LW, anche la nuova produzione a marchio Subbuteo comparsa a partite dal 2014.

Io sono decisamente un “accavuista”. Al momento possiedo 421 references, ovvero squadre. Di queste al momento solo 19 (meno del 5%!) utilizzano le miniature a piolo, di tipo lightweight: 10, con la base Subbuteo (2 di tipo Zombie [100 – Manchester United, 207 – Leeds United], 5 LW originali da catalogo [50 – Brasile, 50 – Brasile con diversa combinazione inner/outer, 272- Academica, 638 – Danimarca, 690 – Hellas Verona], 1 della collana Fabbri Subbuteo La Leggenda [Casale 1913/1914], 2 Astrobase Soccerd3D [Hoffenheim e Lazio] e 9 con la base per calcio da tavolo (5 professionali o semiprofessionali, 2 Total Soccer, 2 New Subbuteo).

Se vi interessa saperne di più sulle LW e soprattutto vederle, vi consiglio il catalogo online di Subbuteo Italia o, ancora di più, perchè più bello, ricco e documentato, il lavoro, cartaceo, di Lupi e Lastrucci spesso citato in questo blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *