Il punto sulla Coppa Italia e un po’ di storia #PlaySubbuteo #Subbuteo

Come sapete, seguo più il calcio britannico che quello nostrano. Oggi e domani si decidono le ultime due semifinaliste della competizione. Sono già al penultimo turno della competizione la Juventus ed il Napoli.

La Coppa Italia è la principale coppa calcistica italiana, nonché la seconda competizione professionistica nazionale per prestigio dopo il campionato di lega. Il torneo si tiene sotto la giurisdizione della FIGC ed è riconosciuto di fatto come una “coppa federale”, in maniera analoga alla FA Cup inglese, sebbene sia dal punto di vista organizzativo una “coppa di lega”, similarmente all’English Football League Cup.

In passato, dal 1935-1936 al 1942-1943 la Coppa Italia garantiva l’accesso alla Coppa dell’Europa Centrale; dal 1960-1961 al 1997-1998 era invece in palio la partecipazione in Coppa delle Coppe; dopo la soppressione di quest’ultima, dall’edizione 1998-1999 il club detentore della coppa nazionale italiana ottiene un posto in Coppa UEFA – ridenominata Europa League dal 2009-2010.

La Juventus è la ref. 34.

Trattasi della squadra che ha vinto più volte la competizione, ben 13 volte (sconfitta in finale solo 5 volte). Oltre che della squadra che ha il record di 4 vittorie consecutive (dal 2014/2015 al 2017/2018) e che ha vinto l’ultima volta, nel 2017/2018 non solo senza subire sconfitte, ma addirittura senza prendere nemmeno un gol.

La seconda semifinalista è il Napoli, nel catalogo Subbuteo come ref. 5, bianco celeste, anche se l’azzurro del Napoli è decisamente più scuro. Ha vinto 5 volte la Coppa Italia nella sua storia, su un totale di 9 finali giocate. L’ultima vittoria è del 2013/2014.

Oggi giocano il terzo quarto di finale il Milan ed il Torino. Entrambi con 5 vittorie all’attivo e con un considerevole numero di sconfitte in finale. Ben 9 per il Milan e 8 per il Torino.

Il Milan è la ref. 57. Non vince la coppa dal 2002/2003. Negli ultimi quattro anni però è arrivato in finale due volte, sempre sconfitto dalla Juventus.

Cinque vittorie pure per il Torino, ref. 99 o ref. 255, a fronte di 8 secondi posti. Qui però per trovare una vittoria tocca arrivare al 1992/1993 (battuta in finale la Roma).

Domani, ultimo quarto, non di luna, ma di finale, tra Inter e Fiorentina, ref. 58 e ref. 55.

Per loro rispettivamente 7 vittorie e 6 secondi posti (i neroazzurri, vittoriosi per l’ultima volta nel 2011) e 6 vittorie e 4 secondi posti (la viola, per l’ultima volta vittoriosa nel 2000/2001).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *