Il Bury, ref. 18, espulso dalla Football League #PlaySubbuteo #Subbuteo #BritishSubbuteo

Scrive il mio amico Conor sul forum:

UFFICIALE: purtroppo ii Bury FC è stato espulso dalla Football League, non accadeva dal 1992 quando la stessa sorte toccò al Maidstone. Ora la League One proseguirà quindi con sole 23 squadre e con sole 3 retrocessioni.
Una notizia devastante per tutto il calcio, si cancella un Club glorioso fondato 134 anni fa.
Dispiace tantissimo, siamo vicini a tutti i tifosi del Bury.

Solo quattro mesi fa il club era stato promosso in League One! Ah, le meraviglie del calcio moderno! Dove contano solo i “grandi” club, spesso grandi solo di portafoglio…

Riprendo da “La Repubblica” di ieri un pezzetto dell’articolo di Sisti:

Cose che capitano nell’era in cui conta più essere dentro la Brexit che fuori dall’Europa. Cose che capitano a gruppi ormai dissolti di faccendieri legati alla seconda industrializzazione della cosiddetta “greater Manchester”, oppure all’agricoltura del latifondista o del contadino alla buona, agli anni in cui nascevano come funghi squadre di calcio animate dai più coloriti entusiasmi (Blackburn, Preston, Bolton) in piccole realtà urbane o suburbane, pronte ad accompagnare la crescita delle città da cui prendevano fondi, manovalanza e luce (in senso figurato e letterale). O alle quali le medesime virtù fornivano.

Ma le piccole città d’Inghilterra, in questa Inghilterra ancora ricca ma diseguale, stanno, secondo molti, scomparendo. Basta fare due conti, così, alla mano. Da quando esiste l’attuale governo, ossia dal 2010, dalle casse comunali di Bury sono stati stornati per decreto, all’anno, 85 milioni di sterline, ossia il 61% delle precedenti sovvenzioni. E con le cittadine va sparendo anche il calcio che le ha da sempre contraddistinte. 

La notizia ufficiale

Ref. 18, Bury

England Admiral, altre foto #PlaySubbuteo #Subbuteo

Esistono diversi kit Admiral. L’accordo con la FA è del 1974. Quello dell’edizione Subbuteo Silver Jubilee, la ref. 317, venne usato tra il 1974 ed il 1980, con alcune varianti “in corso d’opera”. Miglior fortuna come risultati calcistici ebbe il successivo, usato negli Europei 1980. Ma furono prodotte diverse varianti della maglia.

La storia del marchio riassunta da loro medesimi

Ref. 317
Kevin Keegan ed il nostro Dino Zoff, foto del 1977
1978
1978
1979

Poi ci furono gli Europei 1980.

Torino, 15 giugno 1980
Italia – Inghilterra 1 – 0
Reti: Tardelli 79′
Arbitro: Rainea (Romania)
Italia: Zoff, Gentile, Tardelli, Benetti, Collovati, Scirea, Causio (88 G.Baresi), Oriali, Graziani, Antognoni, Bettega
Inghilterra: Shilton, Neal, Sansom, Wilkins, Watson, Thompson, Coppell, Keegan, Birtles (75 Mariner), Woodcock, Kennedy

Il kit dell’Inghilterra di allora è stato immortalato dalla ref. 329, diffusa prevalentemente in formato LW dalla Subbuteo.

Ref. 329