Trinidad e Tobago Subbuteo #PlaySubbuteo #Subbuteo

La nazionale di Trinidad e Tobago annovera nel suo palmarès otto Coppe dei Caraibi, un secondo posto al Campionato CONCACAF 1973 ed un terzo posto alla CONCACAF Gold Cup 2000.

La prima partecipazione alla fase di qualificazione del campionato mondiale di calcio risale al 1966; in seguito, la nazionale sfiorò l’accesso alla fase finale nelle edizioni 1974 (ove venne sopravanzata da Haiti) e 1990 (ove venne sconfitta in casa dagli Stati Uniti all’ultima giornata del girone di qualificazione).

La prima (e al 2016 unica) qualificazione alla fase finale della Coppa del Mondo arrivò nel 2005: nel mese di aprile, la Federazione calcistica di Trinidad e Tobago (a seguito di una sconfitta per 5-1 in casa del Guatemala e di un pareggio interno per 0-0 contro la Costa Rica) esonerò il commissario tecnico Bertille Saint Clair, sostituendolo con Leo Beenhakker. L’esperto tecnico olandese riuscì a rivitalizzare la selezione nazionale capitanata da Dwight Yorke, portandola a concludere il girone CONCACAF al quarto posto (alle spalle di Stati Uniti, Messico e Costa Rica, direttamente qualificate), che valse l’accesso allo spareggio qualificazione contro una nazionale asiatica, nella fattispecie il Bahrain. I caraibici, dopo avere pareggiato per 1-1 a Port of Spain, il 16 novembre 2005 sconfissero la selezione dell’emirato per 1-0 a Manama (goal di Dennis Lawrence all’inizio della seconda frazione di gioco).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *