East Stirlingshire HW, ref. 180 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Variazione sul tema della ref. 24. La ref. 24 ha maglia a fasce colore bianco e nero, pantaloncini ordinariamente bianchi ma anche neri, calzettoni bianchi bordi neri.
La ref. 180 ha maglia a fasce colore bianco e nero, pantaloncini ordinariamente neri, calzettoni rossi.

Questo kit è stato usato dagli scozzesi dell’East Stirlingshire tra il 1927 ed il 1980.

L’East Stirlighshire può essere reso anche con le ref. 8, 10, 21, 24, 34, 178, 272.

Possiedo questa ref. nella mia collezione HW, in originale.

Ref. 180, foto Spudski
Ref. 180, foto Skell
Ref. 180, foto Skell

East Stirlingshire Football Club is a Scottish association football club based in the town of Falkirk. The club was founded in 1881 and competes in the Lowland Football League, in the fifth tier of the Scottish football league system. The club’s origins can be traced to 1880 when a local cricket club formed a football team under the name Britannia, based in the village of Bainsford.

The club was elected to the Scottish Football League in 1900–01 and has competed in the league system for most of its existence. East Stirlingshire has won the second tier of Scottish football once and finished runners-up once, earning promotion to the top-flight on both occasions. The club’s highest league ranking came during the two solitary seasons it competed in the top flight in 1932–33 and 1963–64. In 2016, East Stirlingshire became the first club ever to be relegated out of the national league system.

East Stirlingshire first entered in the Scottish Cup in 1882, its best result reaching the quarter-finals on three occasions, the last in 1981. The club’s best result in a national cup competition was in the 2000–01 season when it reached the semi-finals of the Scottish Challenge Cup, losing to Livingston for a place in the final. In 2008, the club left Firs Park and moved to Ochilview Park to ground-share with local rivals Stenhousemuir. From the start of the 2018–19 season the club will ground-share with rivals Falkirk at the Falkirk Stadium.

East Stirlingshire’s home colours have been black and white hoops for most of its existence since 1882. The club’s first strip was thin blue and white hoops between 1880 and 1882, before changing to colours similar to the present day. An all-black shirt was introduced between 1960 and 1962, and again between 2008 and 2010, while the club’s centenary strip in 1981 was all-white. In 1996–97, the stripes were changed from horizontal to vertical for a full season; a similar design featured for one month in August 1982 before changing back.[

The club crest is a shield with black and white stripes and a stylised football, with a banner displaying the club name at the top. It has several variations with the football and banner coloured black, white or orange in different versions.

(fonte: Wikipedia)

East Stirlingshire 1891

Halifax Town HW, ref. 179 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Kit usato dalla squadra inglese dal 1973 al 1975. L’Halifax Town usa di preferenza i colori blu e bianco ed è possibile renderlo anche con le ref. 2, 3, 17, 22, 42, 51, 208.

Ref. posseduta in versione replica HW TopSpin.

Ref. 179, foto Skell

Il Football Club Halifax Town è un club calcistico di Halifax (West Yorkshire), nel Regno Unito, affiliato alla Football Association e alla Football League. Fondato nel 2008, esso sorse sulle ceneri del preesistente Halifax Town A.F.C., fallito proprio in quello stesso anno per insolvenza agli obblighi fiscali.

(fonte: Wikipedia)

Ayr United HW, ref. 178 #PlaySubbuteo #Subbuteo

La ref. 178 raffigura il kit usato dagli scozzesi dell’Ayr United dal 1973 al 1978, e poi più volte nella sua storia, l’ultima il 2001/2002.

Lo hanno usato anche gli scozzesi del Gretna.

Anche i gallesi dello Swansea usavano questo kit nel 1972/1973 e poi un numero grandissimo di volte, l’ultima nel 2017/2018.

L’Ayr United è anche riproducibile con le ref. 8, 10, 24, 156.

Lo Swansea con le ref. 10, 21, 156.

Ref. 178, foto Skell

L’Ayr United Football Club, (ufficialmente Ayr United Football and Athletic Club Ltd.), meglio noto come Ayr United, è una società calcistica scozzese con sede nella città di Ayr, militante in Scottish Championship, secondo livello del calcio scozzese.

I membri della squadra sono chiamati “The Honest Men”, soprannome che deriva da una poesia del celebre poeta scozzese poeta Robert Burns. La rivalità più accesa è quella col Kilmarnock, squadra della stessa contea, nel cosiddetto derby dell’Ayrshire.

Il club fu fondato nel 1910 dalla fusione tra Ayr Parkhouse Football Club e Ayr Football Club, e fin da subito prese parte alla Scottish Division Two. Tre anni dopo vinse il campionato e fu promosso in Scottish Division One, nella quale si classificò al quarto posto nelle stagioni 1914-15 e 1915-16 (ancora oggi il miglior piazzamento).

Lo Swansea City Association Football Club (in gall. Clwb Pêl-droed Dinas Abertawe), noto semplicemente come Swansea City, è una società calcistica gallese con sede nella città di Swansea.

Dalla stagione 2018-2019 militerà in Championship, la seconda divisione del campionato inglese. Benché affiliata alla Federazione calcistica del Galles, appartiene al sistema di Lega inglese.

Charlton Athletic HW, ref. 177 #PlaySubbuteo #Subbuteo

La ref. 177 riproduce il kit usato dal Charlton nel campionato 1972/1973. La squadra usa i colori rosso e bianco ed è praticamente sempre rimasta fedele ai suoi colori. A volte con qualche dettaglio bianco nella maglia, come in questo caso, a volte come una normalissima ref. 1, red team Subbuteo.

Ref. 177, foto di Focus On
Ref. 177, foto Skell
Ref. 177, foto di Heavyweight021

Il Charlton Athletic Football Club, noto semplicemente come Charlton, è una società calcistica inglese con sede nell’omonimo quartiere di Londra, nel borgo di Greenwich, militante in Football League One (terza divisione inglese). Gioca le partite casalinghe nello stadio The Valley.

La rivalità più sentita dai tifosi del Charlton è quella con i “vicini di casa” del Crystal Palace. Le due squadre disputano infatti il South London derby.

(fonte: Wikipedia)

Un Charlton Athletic dipinto da Matador72. Il kit è quello del 2009/2010

Zaire HW, ref. 176 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Altra ref. conosciuta ai Mondiali tedeschi del 1974. Fecero un pessimo mondiale, ma era prevedibile. Persero tra l’altro per 9-0 dalla Jugoslavia. La ref. con questi colori non esiste più perchè il paese ha cambiato nome, ora si chiama Repubblica Democratica del Congo ed ha anche cambiato colori nazionali.

Ref. 176, foto Focus On
Ref. 176, foto Odoiporos
Ref. 176, foto Skell
Ref. 176, foto Heavyweight021
Replica LW

La nazionale di calcio della Repubblica Democratica del Congo, soprannominata Les Léopards (I leopardi), è la rappresentativa nazionale calcistica dell’omonimo paese africano ed è posta sotto l’egida della Fédération Congolaise de Football-Association.

In passato era conosciuta come nazionale di calcio dello Zaire, quando l’attuale RD del Congo era conosciuta come Zaire (1971-1997). In quel periodo la squadra si qualificò per i mondiali di calcio del 1974, prima nazionale dell’Africa subsahariana a riuscire nell’impresa. Il traguardo fu storico, ma la prestazione al mondiale negativa: gli zairesi furono eliminati dopo la fase a gironi senza riuscire a segnare in nessuna delle tre partite disputate e subendo una sconfitta per 9-0 contro la Jugoslavia, la peggiore per la nazionale africana e il più ampio scarto in una partita della fase finale dei mondiali.

Il 18 febbraio 2006 il presidente Joseph Kabila decise di adottare un nuovo emblema nazionale passando da quello vecchio in cui era ritratto un leone (da cui il vecchio soprannome lions) a quello odierno in cui il leone è stato sostituito da un leopardo e cambiando, quindi, anche il soprannome della squadra nazionale.

La squadra ha vinto due Coppe d’Africa, una come RD del Congo (o Congo-Kinshasa) nel 1968 e una come Zaire nel 1974, e due campionati delle nazioni africane (2009 e 2016).

(fonte: Wikipedia)

Haiti HW, ref. 175 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Davanti alla TV, mi ricordo, incredulo, il gol di Sanon che interrompeva il lungo periodo di imbattibilità del nostro Dino Zoff. Poi l’Italia recuperò. Quella partita, ma non quel disgraziatissimo mondiale.

Ref. 175, foto di Focus On
Ref. 175, foto di Heavyweight021
Ref. 175, foto di El Pera 206

La nazionale di calcio di Haiti è la rappresentativa calcistica nazionale dell’omonimo paese caraibico, posta sotto l’egida della Fédération Haïtienne de Football.

Nella sua storia, Haiti ha disputato il Mondiale 1974, subendo 14 gol da Italia (3-1), Polonia (7-0) e Argentina (4-1). Ha vinto, inoltre, un’edizione del Campionato CCCF (1957) e un’edizione della CONCACAF Gold Cup (1973). Altro piazzamento importante è stato il secondo posto alla Coppa dei Caraibi 2001.

L’11 giugno 2013 ottiene uno storico pareggio per 2-2 contro l’Italia a Rio de Janeiro in una partita amichevole; pochi giorni prima aveva perso di misura per 2-1 un’altra prestigiosa amichevole contro la Spagna campione del mondo.

(fonte: Wikipedia)

Australia HW, ref. 174 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Seconda occorrenza per l’Australia nel catalogo Subbuteo dopo la ref. 62. Aggiungo una particolarità su divisa e colori dei Socceros.

La nazionale australiana di calcio adotta una maglia gialla con risvolti verdi, pantaloncini verdi e calzettoni gialli. Pur non essendo riconosciuto da nessun altro organo federale né dalle Nazioni Unite, gli australiani adottano un vessillo formato da due bande orizzontali di colore giallo e verde, colori che rappresentano rispettivamente il sole e la terra, a tratti ancora vergine, del nuovissimo continente. Tra l’altro anche altre nazionali sportive del paese australiano, come quelle del rugby e del cricket adottano quei colori.

(fonte: Wikipedia)

Ref. 174, foto di New Gold Dream
Ref. 174, foto di Rosten
Ref. 174, foto di El Pera 206
Ref. 174, foto di Skell

Coventry City HW, ref. 172 #PlaySubbuteo #Subbuteo

La ref. 172 rappresenta il kit utilizzato dal Conventry tra il 1972 ed il 1975.

Ref. 172, foto luca250703
Ref. 172, foto Skell
Ref. 172, foto Heavyweight021

Il Coventry City Football Club, meglio noto come Coventry City, è una società calcistica inglese della città di Coventry. Milita nella terza divisione inglese, la Football League One. Fondata nel 1883, divenne una squadra professionistica nel 1892. Tuttavia fu ammessa alla Football League solo dopo la prima guerra mondiale, entrando nella Second Division, dove evitarono la retrocessione in modo rocambolesco con due ottime gare contro il Bury F.C. Tuttavia, tre anni dopo, nel 1923, il presidente del club e altri dirigenti furono squalificati a vita con una condanna per risultati combinati in quell’occasione. In quella prima stagione stabilirono un record negativo, ancora imbattuto: 997 minuti senza segnare una rete. Risalirono dalla Fourth Division nel 1959, vincendo il campionato di Third Division nel 1964 e quello cadetto nel 1967. Fra il 1967 e il 2001 ha sempre militato nella prima divisione inglese, prima nella First Division e dal 1992 al 2001 nella Premier League, di cui è stato membro fondatore. Nel 1987 ha vinto la FA Cup.

(fonte: Wikipedia)

Middlesbrough HW, ref. 171 #PlaySubbuteo #Subbuteo

La ref. 171, kit usato dal Boro negli anni Settanta (1973-1978, nel 1976 con i calzettoni bianchi) e negli anni 2000. Possiedo questa ref. (anche nelle liste delle ref.1 e 41) come originale HW e come replica HW Subbuteo Vintage Edition 2005/2006.

Ref. 171, foto SickageFlickage

MIDDLESBROUGH 2005-2006, finalista di Coppa UEFA
(vedi ref. 171) – Inner rosso, outer rosso – Centauria Box

Il Middlesbrough Football Club, meglio noto come Middlesbrough e spesso abbreviato in Boro è una società calcistica inglese, fondata nel 1876, con sede nella città di Middlesbrough. Milita nel Football League Championship, la seconda divisione del campionato inglese.
Membro fondatore della Premier League, la massima divisione del campionato inglese, nel 1992, dall’agosto 1995 il Middlesbrough disputa le proprie partite casalinghe al Riverside Stadium di Middlesbrough (35 100 posti) dopo aver abbandonato il vecchio Ayresome Park, stadio in cui giocò per 92 anni, dal 1903 al 1995. Il migliore piazzamento in classifica risale alla stagione 1913-1914, quando la squadra raggiunse la terza posizione in campionato. Nel 1986, a seguito di gravi difficoltà finanziarie, il Middlesbrough fu salvato dal fallimento da una cordata di imprenditori guidata da Steve Gibson, divenuto poi presidente del Club.
Ha vinto una Coppa di Lega inglese, nel 2003-2004, e ha raggiunto la finale di Coppa UEFA nel 2005-2006, quando fu sconfitto dal Siviglia.
I colori sociali sono il bianco e il rosso e il gonfalone del club include un leone rampante. Le principali rivali sono Sunderland e Newcastle Utd.
Ref. 171, foto Heavyweight021

Il Middlesbrough Football Club, meglio noto come Middlesbrough e spesso abbreviato in Boro è una società calcistica inglese, fondata nel 1876, con sede nella città di Middlesbrough. Milita nel Football League Championship, la seconda divisione del campionato inglese.

Membro fondatore della Premier League, la massima divisione del campionato inglese, nel 1992, dall’agosto 1995 il Middlesbrough disputa le proprie partite casalinghe al Riverside Stadium di Middlesbrough (35 100 posti) dopo aver abbandonato il vecchio Ayresome Park, stadio in cui giocò per 92 anni, dal 1903 al 1995. Il migliore piazzamento in classifica risale alla stagione 1913-1914, quando la squadra raggiunse la terza posizione in campionato. Nel 1986, a seguito di gravi difficoltà finanziarie, il Middlesbrough fu salvato dal fallimento da una cordata di imprenditori guidata da Steve Gibson, divenuto poi presidente del Club. Ha vinto una Coppa di Lega inglese, nel 2003-2004, e ha raggiunto la finale di Coppa UEFA nel 2005-2006, quando fu sconfitto dal Siviglia. I colori sociali sono il bianco e il rosso e il gonfalone del club include un leone rampante. Le principali rivali sono Sunderland e Newcastle Utd.

Complice anche la posizione geografica, tra le rivali storiche del Middlesbrough compaiono il Newcastle United, il Sunderland F.C. ed il Leeds United. Ognuna di queste quattro squadre ha sempre voluto dimostrare la propria superiorità nei confronti delle altre, ambendo a diventare il club di riferimento nel Nord-Est Inghilterra. Gli incontri calcistici tra questi quattro Club vengono considerati come i derby del Nord-Est Inghilterra, e più precisamente il Tyne-Tees derby tra il Newcastle e il Middlesbrough, ovvero i due fiumi che attraversano rispettivamente le due città, ed il Tees-Wear derby, disputato tra il “Boro” e il Sunderland, il cui nome è sempre riferito ai fiumi che raggiungono le due città. Ogni match disputato contro il Leeds United viene invece considerato come derby del North Yorkshire.

(fonte: Wikipedia)