Hibernian HW, ref. 45 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Facendo finta di giocare a figurine, 41 ce l’ho, 42 ce l’ho, 43 mi manca, 44 mi manca, 45 ce l’ho! Bella, originale HW ed in scatola corta e con finestrella!

L’Hibernian, Hibs, l’altra squadra di Edinburgo, opposta agli Hearts, indossa questo kit dal 1938, cosicché, apparsa con questo nel 1965 nel catalogo Subbuteo, sempre con questo kit è rimasta.

Poi certo, ci sono i belgi del Cercle Brugge, gli inglesi del Plymouth, i francesi del Saint-Etienne, i tedeschi del Werder Brema, ma chi vede questo kit dice: Hibs!!!

Posseduta anche nella collana Subbuteo Vintage Edition come Red Star 1941/1942 (vincitore Coppa di Francia).

Red Star 1941/1942

Il Red Star Football Club è un club calcistico francese fondato a Parigi nel 1897 e domiciliato a Saint-Ouen, nella periferia occidentale della capitale. Milita nello Championnat National, terza serie del campionato francese di calcio.
Il 21 febbraio del 1897 la società venne fondata da Jules Rimet. In questa squadra ha militato da giocatore il famoso allenatore Helenio Herrera, soprannominato “ll mago”, con cui ha vinto una Coppa di Francia nella stagione 1941-1942.
Conclude la stagione di Ligue 2 del 2016-17 al penultimo posto, retrocedendo, di conseguenza, nel Championnat National. Al termine della stagione 2017-18 è stato promosso in Ligue 2, la seconda serie del campionato francese, per la stagione 2018-19, facendovi ritorno dopo la sofferta retrocessione nella stagione precedente.
Hibernian di Michemaga
Hibernian 1957 di Alex Rota

L’Hibernian Football Club (talvolta abbreviato in Hibs o Hibees) è una società calcistica scozzese con sede ad Edimburgo, più precisamente a Leith, militante in Scottish Premiership, massimo livello del calcio scozzese. Con i rivali degli Hearts rappresenta la capitale scozzese. Nella sua bacheca conta quattro Scottish Premier League (1902, 1948, 1951 e 1952), risultando quindi essere, insieme ad Aberdeen ed Heart of Midlothian, la terza squadra scozzese per numero di titoli nazionali vinti, alle spalle di Celtic e Rangers. Nella loro storia gli Hibs hanno vinto anche tre Scottish Cup e tre Scottish League Cup. (fonte: Wikipedia)

Falkirk HW, ref. 44 #PlaySubbuteo #Subbuteo

La caratteristica di questo kit è l’intensità del blu. Per gli scozzesi del Falkirk, principali titolari della ref., si tratta del kit indossato dal 1962 al 1972, ma poi ripreso più volte negli anni successivi, l’ultima nel campionato 2015/2016.

Stessa cosa per i “panchinari” di questo kit, i sempre scozzesi del Dundee, che lo hanno indossato dal 1955 al 1971 e poi ripreso e lasciato. Per loro l’ultima volta è il campionato 2017/2018.

Trattasi di un kit che nella mia collezione si può riprodurre usando il Giappone 2002 della Subbuteo Platinum Edition.

Giappone 2002 – Subbuteo HW Platinum Edition

Gli somiglia un poco il Bordeaux 1983/1984 della Subbuteo Vintage Edition, ma nemmeno tanto…

Falkirk su miniature Walker Moulded realizzata da Matador72
Falkirk realizzata su materiali originali Subbuteo da Dan The Flicker

Il Falkirk Football Club, meglio noto come Falkirk, è una società calcistica scozzese con sede nella città di Falkirk, militante in Scottish Championship, secondo livello del calcio scozzese. Nel suo palmarès ci sono due Scottish Cup e quattro Scottish Challenge Cup. (fonte: Wikipedia)

Coventry City HW, ref. 43 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Scrivere il nome Coventry, purtroppo, prima che il Subbuteo mi fa pensare ad una terribile pagina di storia. Il terrificante bombardamento a tappeto della città inglese tra il 14 ed il 15 novembre 1940, durante la seconda guerra mondiale. 449 bombardieri, dei 500 partiti da diverse basi, scaricarono sulla città una quantità imponente di esplosivo. Ben poco rimase in piedi… La cosa impressionò tantissimo l’opinione, ma la guerra e la violenza rendono ciechi i cuori, prima che gli occhi e nel 1945 l’aviazione britannica fece la stessa cosa sulla città tedesca di Dresda. Anch’essa fu praticamente rasa al suolo.

Il bombardamento, nonostante la popolazione si fosse rifugiata a inizio dell’attacco in ricoveri spesso di fortuna, costò la vita a 1.236 persone oltre a migliaia di feriti di cui molti gravi. I danni materiali risultarono notevoli e commisurati all’entità del bombardamento: 4.330 abitazioni distrutte, più del 75% delle industrie (essenzialmente automeccaniche ed aeronautiche) gravemente danneggiate, distrutti due ospedali, tre chiese, rifugi antiaerei, stazioni ferroviarie, di polizia, uffici postali, cinema e teatri. L’intera rete dei trasporti tramviari e stradali risultò completamente distrutta. Ulteriori gravi disagi derivarono alla popolazione per la distruzione delle centrali elettriche, della rete di distribuzione del gas e dell’acqua che creò la necessità di dover bollire le scarse riserve d’acqua per evitare il dilagare di infezioni. Della cattedrale di Coventry, patrimonio artistico risalente al XIV secolo e simbolo della città, colpita da 12 bombe incendiarie, restarono in piedi solo alcune pareti annerite dal fumo tuttora visitabili insieme alla nuova cattedrale. La terribile devastazione di Coventry ha introdotto nella lingua inglese corrente il termine to coventrate, traducibile con “coventrizzare”, che sta appunto a indicare il bombardamento a tappeto di una città. La pratica di “coventrizzare” una città fu in seguito ripresa dal Vice Maresciallo dell’Aria Arthur Harris sulla città di Dresda che dal 13 al 15 febbraio 1945 fu sottoposta a bombardamento “totale” da parte della RAF e USAAF.

(fonte: Wikipedia)

Torniamo al Subbuteo. La ref. 43 non la possiedo nella mia collezione. Possiedo l’altra ref. dedicata alla stessa squadra, la ref. 206, riproducente il magnifico kit usato dal Coventry City tra il 1975 ed il 1981, uno dei famosi kit Admiral di cui avremo occasione di riscrivere. Inoltre ho in HW il kit del 1986/1987, più simile però ad una ref. 22 o 51.

La ref. 43 va bene anche per rendere il Chester City (kit 1968-1972), il Reading (1965-1969), il Manchester City (1976-1983, kit Munich 2008, 2011/2012, 2014/2015, 2016/2017).

Una ref. piuttosto simile è la ref. 191.

Il Coventry City Football Club, meglio noto come Coventry City, è una società calcistica inglese della città di Coventry. Milita nella terza divisione inglese, la Football League One. Fondata nel 1883, divenne una squadra professionistica nel 1892. Tuttavia fu ammessa alla Football League solo dopo la prima guerra mondiale, entrando nella Second Division, dove evitarono la retrocessione in modo rocambolesco con due ottime gare contro il Bury F.C. Tuttavia, tre anni dopo, nel 1923, il presidente del club e altri dirigenti furono squalificati a vita con una condanna per risultati combinati in quell’occasione. In quella prima stagione stabilirono un record negativo, ancora imbattuto: 997 minuti senza segnare una rete. Risalirono dalla Fourth Division nel 1959, vincendo il campionato di Third Division nel 1964 e quello cadetto nel 1967. Fra il 1967 e il 2001 ha sempre militato nella prima divisione inglese, prima nella First Division e dal 1992 al 2001 nella Premier League, di cui è stato membro fondatore. Nel 1987 ha vinto la FA Cup.

(fonte: Wikipedia)

Chelsea HW, ref. 42 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Per la ref. 42 vale ovviamente la stessa premessa della ref. 41. Una lista di squadre enorme, per cui ve ne presento un piccolo sunto: Chelsea, Carlisle, Shrewsbury, Birmingham, Leicester, Peterborough, Mansfield, Southend, Oldham, Montrose, Raith Rovers, Ross County, Hoffenheim.

Anche questa ref. la possiedo da tanto tempo in versione HW originale Subbuteo. Poi ne ho due versioni con miniature Zeugo HW (una con collo e polsini bianchi, una tutta blu) ed una Subbuteo Vintage Edition riproducente il kit del 2011/2012. Quattro in totale, come per la ref. 41. In più ho una ref. 42 Zeugo con basi per il calcio da tavolo moderno.

Per la ref. 42 le varianti sono assai di più che per la ref. 41.
Sei sono le tipologie principali:
1. Blue base
2. All blue bases
3. White base
4. Blue base white shirt trim
5. Black base
6. All Blue bases white plastic figure (or flesh figure)

Chelsea Zeugo HW produzione 2003 (con collo, polsini e bordo dei calzettoni bianco)
Chelsea 2011/2012, Subbuteo Vintage Edition
Chelsea vs Watford, Ref. 42 vs Ref. 6
Chelsea 1968 dipinto da Alex Rota su miniature Walker Moulded
Chelsea 1970, precisa la ref. 42!

Nella collana Subbuteo Vintage Edition:

CHELSEA 2011-2012, Vincitore Champions League e FA Cup
(vedi ref. 42) – Inner azzurro, outer blu – Centauria Box

CLUB BRUGES 1975-1976, finalista di Coppa UEFA
(simil ref. 42 con bordi neri) – Inner nero, outer azzurro – Centauria Box

Il Club Brugge (ned. Club Brugge Koninklijke Voetbalvereniging, fr. Football Club Brugeois, abbreviato in Bruges) è una società calcistica belga con sede a Bruges, nelle Fiandre. Milita nella Pro League, la massima serie del campionato belga.
Fondato nel 1891 come FC Brugeois, il club gioca attualmente nello Stadio Jan Breydel, impianto da 29.997 posti che condivide con i rivali cittadini del Cercle Brugge, contro cui disputa il derby di Bruges.
È la seconda squadra in Belgio per numero di titoli nazionali vinti, dopo l’Anderlecht, grande rivale. Nella sua lunga storia il Bruges ha conquistato 15 campionati, 11 Coppe del Belgio e 15 Supercoppe del Belgio. A livello internazionale l’apice fu toccato nel 1978, quando i Blauw en Zwart raggiunsero la finale della Coppa dei Campioni. Nel 1975-1976 la squadra aveva raggiunto la finale della Coppa UEFA. In entrambe le partite il Bruges fu però sconfitto dagli inglesi del Liverpool.

DNIPRO 2014-2015, finalista Europa League
(vedi ref. 42) – Inner bianco, outer blu – Centauria Box

Il Dnipro Dnipropetrovsk, ufficialmente Futbol’nyj Klub Dnipro, è stata una società di calcio di Dnipro, in Ucraina.
Il club venne fondato nel 1918 come BRIT (Brianskyi Robitnychyi Industrialnyi Tekhnikum) Dnepropetrovsk. Sette anni più tardi, il 9 maggio 1925 divenne la squadra della fabbrica Petrovsky; proprio per questo l’anno seguente venne rinominato Petrovets. Il club partecipò alla prima competizione sovietica con il nome di Stal (dal russo acciaio), in una delle leghe minori del campionato sovietico. Nel 1947 lo Stal si fuse con un altro club di Dnipropetrovsk, la Dynamo Dnipropetrovsk. Dal 1949 al 1961 il club utilizzò il nome di Metalurg, e nel 1954 la squadra raggiunse le semifinali della Coppa dell’Unione Sovietica, dove venne sconfitta dallo Spartak Yerevan.
Nel 1961 il club venne sponsorizzato dalla Yugmash, al tempo una delle più importanti e potenti industrie dell’intera Unione Sovietica: il nuovo sponsor impose il cambiamento di nome in Dnepr, ma, nonostante gli ingenti capitali apportati, fino al 1968 la situazione, da un punto di vista sportivo, non migliorò. Fu con l’ingaggio di Andrij Biba e l’arrivo del nuovo allenatore Valerij Lobanovs’kyj che la squadra prese a mietere successi, con la promozione in soli tre anni nella massima serie del campionato sovietico e il raggiungimento del sesto posto (su 16 squadre) nel 1972.
Nel 1973 e nel 1976 il Dnepr raggiunse le semifinali Coppa dell’Unione Sovietica. Nel 1978 il club venne retrocesso e partecipò per due anni nella seconda divisione. Nel 1981 la dirigenza decise di affidare la squadra a due giovani allenatori promettenti, Volodymyr Jemec’ e Hennadij Žyzdyk, e dopo due anni, nel 1983 la squadra conquistò il primo storico campionato sovietico, successo bissato nel 1988 sotto la guida di Jevhen Kučerevs’kyj.
Dopo la dissoluzione dell’Unione Sovietica, il Dnepr modificò il proprio nome nell’ucraino Dnipro e i colori da rosso e bianco in celeste, bianco e blu, divenendo uno dei club fondatori del campionato ucraino. La squadra si classificò al secondo posto nel 1993, e al terzo nel 1992, 1995, 1996, 2001, 2004, non riuscendo mai a cogliere bottino pieno. Questa situazione si è ripetuta anche nella Coppa d’Ucraina, dove raggiunse le finali del 1995, 1997 e 2004, tutte perse contro lo Šachtar. Nel 2012 gli ucraini dopo essere arrivati al quarto posto nel campionato ucraino si qualificano ai play-off dell’Europa League.
Il Dnipro finalista in UEFA Europa League 2014-2015
Nella stagione 2014-2015 per la prima volta nella sua storia il Dnipro si qualifica per la finale di Europa League.

Liverpool HW, ref. 41 #PlaySubbuteo #Subbuteo

La ref. 41 e la ref. 42, all red e all blue, fanno coppia con la ref. 1 e la ref. 2, red team e blue team. E presentano quindi nei cataloghi una lunghissima lista di squadre riproducibili.

La ref. 41 si trova di solito con due varianti principali: base interamente rossa (inner ed outer) o base bianco/rossa (inner bianco ed outer rosso).

Una lista ridotta di squadre riproducibili: Liverpool, Scunthorpe, Stirling Albion, Brechin City, Bristol City, Orient, Rotherham, Crewe, Middlesbrough, Lincoln, Doncaster, Aberdeen, Wales, Bayern Monaco, Bayer Leverkusen.

Possiedo quattro ref. 41: una originale HW, la stessa che avevo da piccolo; una Replica Soccer3D HW Astrobase, due Replica Subbuteo Vintage (riproducenti il kit del 1976/1977, una con la scatola ed una senza).

Ref. 41 su miniature di tipo Walker Moulded
Ref. 41 con miniature “flesh”
Liverpool 1976/1977 – Replica HW Subbuteo Vintage

LIVERPOOL 1976-1977
Inner rosso, outer rosso – Centauria Box

1976-1977 Campione d’Inghilterra (10º titolo). Finale di FA Cup. Trentaduesimi di finale di League Cup.
Vince la Charity Shield (5º titolo). Vince la Coppa dei Campioni (1º titolo).

Nella collezione Vintage Edition anche gli olandesi del Twente con il kit usato nel 1974/1975.

Ed anche il Fortuna Dusseldorf 1978/1979.

FORTUNA DUSSELDORF 1978-1979, finalista Coppa delle Coppe
(vedi ref. 41) – Inner rosso, outer bianco – Centauria Box

Il Düsseldorfer Turn- und Sportverein Fortuna 1895 e.V., meglio noto come Fortuna Düsseldorf o F95, è una società calcistica tedesca con sede a Düsseldorf, città della Renania Settentrionale-Vestfalia. Milita nella Bundesliga, la massima divisione del campionato tedesco di calcio, e disputa le partite casalinghe nella Esprit Arena.
Nella sua storia il club ha vinto un titolo tedesco e due coppe nazionali; a livello internazionale il miglior risultato è la finale della Coppa delle Coppe 1978-1979, persa ai tempi supplementari contro il Barcellona.

Sempre tedesca di Germania, rientra a buon diritto nella serie l’Eintracht Frankfurt 1979/1980.

EINTRACHT FRANKFURT 1979-1980, vincitore Coppa UEFA
(vedi ref. 41) – Inner nero, outer rosso – Centauria Box

L’Eintracht Frankfurt (tedesco per Concordia Francoforte), noto in lingua italiana come Eintracht Francoforte, o semplicemente Eintracht, è una società polisportiva tedesca con sede a Francoforte sul Meno, la cui sezione più conosciuta è quella calcistica, fondata l’8 marzo 1899 e militante attualmente nella Bundesliga, la massima divisione del campionato tedesco.
Nella sua storia ha vinto un campionato tedesco (nel 1958-1959) e cinque Coppe di Germania. A livello internazionale si è aggiudicato la Coppa UEFA 1979-1980 (sconfitta esterna per 3-2 e vittoria casalinga per 1-0 in finale contro i connazionali del Borussia Mönchengladbach) ed è giunto in finale di Coppa dei Campioni nel 1959-1960, quando fu sconfitto dal Real Madrid.

A seguire:

BAYER LEVERKUSEN 1987-1988, Vincitore Coppa Uefa
Maglia rosso colletto bianco, calzoncini rosso, calzettoni rosso bordi bianco, inner rosso, outer rosso – Centauria Box

Il Bayer 04 Leverkusen Fußball, noto semplicemente come Bayer Leverkusen, è una società calcistica tedesca con sede nella città di Leverkusen, nella Renania Settentrionale-Vestfalia, militante in Bundesliga (massima serie del tedesca) dal 1979.
Il club fu fondato il 1º luglio 1904 come polisportiva dal nome Turn- und Spielverein Bayer 04 Leverkusen, la cui sezione calcistica fu creata nel 1907. Gioca le proprie partite casalinghe alla BayArena di Leverkusen.
Vanta nel proprio palmarès una Coppa di Germania (1992-1993) ed una Coppa UEFA (1987-1988), il che la rende una delle sole quattro squadre europee ad aver conquistato un titolo internazionale senza aver mai vinto il proprio campionato; è anche l’unica società ad aver raggiunto la finale di Champions League (2001-2002) senza aver mai primeggiato a livello nazionale.

Pistoiese 1979/1980 HW, Replay #PlaySubbuteo #Subbuteo

L’ultima arrivata nella mia collezione. Sono un appassionato di squadre monocolore ed un arancio vivace mi mancava. Cosa meglio di una Pistoiese dei tempi d’oro? Realizzata su materiali HW Replay da Massimo di Monsummano (su Ebay lo trovate come calcioghibellino).

Lascio che le foto parlino da sole. Non vedo l’ora di metterla sul panno.

L’Unione Sportiva Pistoiese 1921 S.r.l. (meglio nota come Pistoiese), è una società calcistica italiana con sede nella città di Pistoia. Fondata inizialmente il 21 aprile 1921 con il nome di Unione Sportiva Pistoiese, rifondata successivamente nel 1988 con il nome di Associazione Calcio Pistoiese, e rifondata ancora nel 2009 con il nome di Unione Sportiva Pistoiese 1921. Ha disputato un campionato in Serie A nel 1980-1981, e assieme a Treviso, Carpi e Benevento è una delle quattro squadre che finora hanno disputato solo un campionato di Serie A dall’inizio del girone unico nel 1929. Milita in Serie C, la terza divisione del campionato italiano, e disputa le sue partite casalinghe allo Stadio Marcello Melani. Il colore sociale è l’arancione.

Il colore sociale della Pistoiese è l’arancione. Tale scelta cromatica, sebbene non riprenda i colori della città di Pistoia – il bianco e il rosso – rende la divisa una fra le maggiormente caratteristiche del panorama calcistico italiano. L’arancione fu varato negli anni venti, allorquando un consigliere, nel bel mezzo della discussione per scegliere i colori, mostrò ai presenti la classica divisa della nazionale dei Paesi Bassi. La caratteristica cromatica che lega la Pistoiese alla nazionale Orange ha fatto sì che la società toscana venisse ribattezzata, nel corso degli anni, Olandesina. Nel corso degli anni all’arancione è stato spesso accostato il blu, in differenti tonalità. Talvolta la Pistoiese ha indossato un più classico completo composto da casacca arancione e calzoncini blu. Nella stagione 2000-2001 fu utilizzata una divisa palata arancioblu, mentre nella stagione 2014-2015 il blu fu limitato ad un’atipica “v” collocata sul petto.

(fonte: Wikipedia)

Crystal Palace HW, ref. 40 #PlaySubbuteo #Subbuteo

La squadra londinese del Crystal Palace è squadra che ho in diverse versioni Subbuteo, sia blue/red, sia claret/blue. Ma questa ref. in particolare (maglia usata dal 1966 al 1971), che esteticamente mi piace molto, proprio non ce l’avevo da giovane. Così me la sono fatta replicare da Mark Parker, mr. Santiago HW.

Un kit simile a questo per quanto ne so io, l’ha usato solo l’Aston Villa (ref. 74 nel catalogo) negli anni 1993/1995 e 1999/2000.

La maglia dal 1967 al 1969; foto Toffs.com

Questa ref. HW ha diverse varianti. La più strana (ripresa dal catalogo di Celtic Dream), ve la posto qui di seguito.

Grimsby Town HW, ref. 38 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Una delle maglie che non esiste, riprodotta dal catalogo Subbuteo. La squadra esiste, ma gioca come una normalissima ref. 8 e di rosso avrà avuto al massimo i calzettoni. Ne ho già scritto in questo blog, quindi non mi ripeto.

Mi ha sempre divertito la storia quindi me la sono replicata su miniature Zeugo HW (rigorosamente KeZacchi Style!).

In versione Flat

Il Grimsby Town Football Club è una società calcistica inglese con sede presso a Cleethorpes, località marittima nella conurbazione del borough di Grimsby, nel North East Lincolnshire e all’estuario di Humber. Milita attualmente nella Football League Two, la quarta divisione del campionato di calcio inglese, e disputa le partite interne nel Blundell Park. Malgrado sia caduta in disgrazia di recente, è il più titolato dei tre club professionistici provenienti dal Lincolnshire, essendo l’unico ad aver giocato nella massima serie. È inoltre il solo club dei tre ad aver raggiunto la semifinale di FA Cup, impresa compiuta in due occasioni, e il solo ad aver vinto due finali nel vecchio Wembley Stadium. Tra i club del Lincolnshire è anche quello che ha trascorso più stagioni nella prima e nella seconda divisione del calcio inglese. Tra gli allenatori celebri del Grimsby Town F.C. annoveriamo Bill Shankly, che avrebbe poi condotto il Liverpool alla conquista di tre titoli inglesi, due FA Cup e una Coppa UEFA, e Lawrie McMenemy il quale, dopo aver guidato il Grimsby alla promozione nell’allora terza divisione nel 1972, si trasferì al Southampton, dove vinse la FA Cup nel 1976.

(fonte: Wikipedia)

Hertha BSC HW, ref. 37 #PlaySubbuteo #Subbuteo

La ref. 37 la possiedo come Magdeburg 1973/1974 nella collana Vintage Edition.

MAGDEBURG 1973-1974, vincitore Coppa delle Coppe
Maglia bianco bandone blu, bordi blu, calzoncini bianchi, inner blu, outer bianco – Centauria Box

Il 1. FC Magdeburg è una società calcistica tedesca con sede nella città di Magdeburgo, nella Sassonia-Anhalt. Milita nella 3. Liga, terza divisione del campionato tedesco di calcio.
Fondato nel 1945, a livello internazionale è noto per aver vinto la Coppa delle Coppe 1973-1974, che si aggiudicò a Rotterdam dopo aver sconfitto il Milan, detentore del trofeo, in finale. Grazie a questo risultato è stato il primo e unico club dell’allora Germania Est a vincere un trofeo europeo. In patria, invece, il club ha partecipato al campionato della Germania Est, che negli anni settanta del XX secolo ha vinto per tre volte, oltre ad essersi aggiudicato sette edizioni della coppa nazionale. Dagli anni novanta, in seguito alla riunificazione della Germania, il club ha militato a lungo tra la terza e la quarta divisione del calcio tedesco.

Ho un Hertha Berlino sempre nella stessa collezione ma in quell’anno usavano una maglia del tutto diversa da quella riprodotta nel catalogo Subbuteo.

Maglia che va bene anche per gli scozzesi del Kilmarnock (kit utilizzato dal 1973 al 1977) e per gli inglesi dell’Oldham (maglia utilizzata dal 1962 al 1966).

L’Hertha Berliner Sport-Club, noto semplicemente come Hertha BSC e in Italia come Hertha Berlino, è una società calcistica tedesca con sede a Berlino, nel distretto Charlottenburg-Wilmersdorf. Milita attualmente nella Bundesliga, la massima serie del campionato tedesco di calcio. L’Hertha Berlino è stato uno dei club fondatori della DFB (Deutscher Fussball Bund) a Lipsia nel 1900. A livello nazionale vanta la vittoria di 2 Coppe di Lega tedesche (2001 e 2002), mentre a livello internazionale si è aggiudicata 4 Coppe Piano Karl Rappan negli anni ’70 del XX secolo.

L’Oldham Athletic Association Football Club, nota in precedenza come Oldham Athletic Football Club ma meglio conosciuta come Oldham Athletic, è una società calcistica inglese con sede nella città di Oldham, situata all’interno della Greater Manchester. Milita nella Football League Two, la quarta categoria del calcio inglese.

Il Kilmarnock Football Club, meglio noto come Kilmarnock, è una società calcistica scozzese con sede nella città di Kilmarnock. Milita nella Scottish Premiership, la prima divisione scozzese.
Nel suo palmarès c’è un titolo di campione di Scozia conquistato nella stagione 1964-65, tre Scottish Cup e una Scottish League Cup.

(fonte: Wikipedia)

Floriana HW, ref. 36 #PlaySubbuteo #Subbuteo

La ref. 36, ossia Floriana (Malta), Bradford Park Avenue (England), Wageningen (Olanda).

Ho questa ref. in tre versioni HW nella collana Subbuteo Platinum come Real Betis Campione di Spagna 1934/1935 e come Greuther Furth 1928/1929 (variante con i calzoncini verdi) e Werder Bremen 1991/1992 (vincitore Coppa delle Coppe, variante con i calzoncini verdi).

Real Betis 1934/1935

Il Real Betis Balompié, noto più semplicemente come Betis, è una società polisportiva spagnola con sede nella città di Siviglia, meglio nota per la sua sezione calcistica, che milita attualmente nella Primera División, la massima serie del campionato spagnolo.
Fondata nel 1907,
ha vinto il campionato spagnolo di prima divisione nella stagione 1934-35 e due Coppe del Re, nel 1976-1977 e nel 2004-2005. Betis è il nome latino del fiume Guadalquivir, che attraversa la città di Siviglia. Lo stemma del club sovrappone due B (di Betis Balompié) ed è sormontato da una corona (da cui l’appellativo Real). Secondo uno studio condotto nel maggio 2017 il Betis è la sesta squadra più tifata in Spagna e la quinta tra le squadre per cui si simpatizza oltre alla prima[1].
I colori sociali sono il biancoverde. Gioca le sue partite interne nello Stadio Benito Villamarín (capienza di 60.721 spettatori), che porta il nome dell’ex presidente della squadra andalusa negli anni cinquanta e sessanta. Vive un’accesa rivalità con il Sevilla Fútbol Club, risalente agli inizi degli anni dieci del XX secolo.
Werder Bremen 1991/1992

Lo Sport-Verein Werder von 1899 e.V., meglio noto come Werder Brema, è una società calcistica tedesca con sede a Brema. Attualmente milita nella Bundesliga, la divisione di vertice del campionato tedesco di calcio.
Il club fu fondato il 4 febbraio 1899 con il nome di Fußballverein Werder da un gruppo di studenti sedicenni che vinse un corposo premio sportivo. Il nome deriva dalla parola dialettale, tra l’altro poco utilizzata, Werder, che tradotta in italiano vuol dire isolotto sul fiume, con riferimento al campo in cui giocarono per la prima volta i ragazzi, che era situato in un isolotto sul fiume Weser.
Il club vanta nella propria bacheca 4 titoli tedeschi, 6 Coppe di Germania, 3 Supercoppe di Germania e 1 Coppa di Lega tedesca in ambito nazionale e una Coppa delle Coppe (1991-1992) e una Coppa Intertoto in ambito internazionale. Ha disputato una finale di Coppa UEFA, nella stagione 2008-2009.

GREUTHER FURTH 1928-1929, Campione di Germania
(variante calzoncini verde) – Inner verde, outer bianco – Centauria Box

Il Greuther Fürth (tedesco Spielvereinigung Greuther Fürth, abbreviato spesso in SpVgg Greuther Fürth) è una società calcistica tedesca con sede a Fürth, città della Franconia (regione storica oggi parte della Baviera settentrionale) ormai inglobata nell’hinterland della più grande Norimberga, con la cui squadra di calcio esiste una forte rivalità.
La società attuale è di recente formazione essendo sorta nel 1996 dalla fusione tra due società, il tre volte campione di Germania SpVgg Fürth, nato nel 1903, e il più recente e modesto TSV Vestenbergsgreuth, fondato nel 1974 (da cui il nome “Greuther Fürth”).

Va bene anche come Rapid Vienna (Austria) o Vitoria Setúbal (Portogallo) e Panathinaikòs (Grecia).

Il Floriana Football Club è una società calcistica maltese con sede nella città di Floriana.
Fondata nel 1894, milita nella massima divisione del campionato maltese. Della sua storia ha vinto 25 volte il Campionato maltese di calcio, 20 Coppe di Malta e 2 Supercoppe di Malta.

Il Real Betis Balompié, noto semplicemente come Betis Siviglia, Betis Balompié o Betis, è una società polisportiva spagnola con sede nella città di Siviglia, meglio nota per la sua sezione calcistica, che milita attualmente nella Primera División, la massima serie del campionato spagnolo. Fondata nel 1907, ha vinto il campionato spagnolo di prima division nella stagione 1934-35 e due Coppe del Re, nel 1976-1977 e nel 2004-2005. Betis è il nome latino del fiume Guadalquivir, che attraversa la città di Siviglia. Lo stemma del club sovrappone due B (di Betis Balompié) ed è sormontato da una corona (da cui l’appellativo Real). Secondo uno studio condotto nel maggio 2017 il Betis è la sesta squadra più tifata in Spagna e la quinta tra le squadre per cui si simpatizza oltre alla prima. I colori sociali sono il biancoverde. Gioca le sue partite interne nello Stadio Benito Villamarín (capienza di 60.721 spettatori), che porta il nome dell’ex presidente della squadra andalusa negli anni cinquanta e sessanta. Vive un’accesa rivalità con il Sevilla Fútbol Club, risalente agli inizi degli anni dieci del XX secolo.

Il Greuther Fürth (tedesco Spielvereinigung Greuther Fürth, abbreviato spesso in SpVgg Greuther Fürth) è una società calcistica tedesca con sede a Fürth, città della Franconia (regione storica oggi parte della Baviera settentrionale) ormai inglobata nell’hinterland della più grande Norimberga, con la cui squadra di calcio esiste una forte rivalità. La società attuale è di recente formazione essendo sorta nel 1996 dalla fusione tra due società, il tre volte campione di Germania SpVgg Fürth, nato nel 1903, e il più recente e modesto TSV Vestenbergsgreuth, fondato nel 1974 (da cui il nome “Greuther Fürth”). Il Greuther Fürth è una società polisportiva attiva non solo nel calcio, ma anche in altre discipline quali basket, pallamano, hockey, nuoto, tennis, tennistavolo, pallavolo, ginnastica e canto.

Lo Sportklub Rapid w.b. G.m.b.H., detto comunemente SK Rapid o Rapid Wien (in italiano Rapid Vienna) è una società calcistica austriaca con sede a Vienna. Gioca le partite casalinghe nell’Allianz Stadion, nel distretto di Hutteldorf a Vienna, ufficialmente inaugurato il 16 luglio 2016 e sorge dal completo rinnovamento del precedente Gerhard Hanappi Stadion. Milita nella Bundesliga come l’altra grande compagine cittadina, l’Austria Vienna. Proprio queste due squadre sono le uniche ad aver sempre militato nella massima categoria del campionato nazionale. Fondata nel 1899, oltre ad essere la squadra più popolare d’Austria, detiene il record di titoli nazionali conquistati (32), l’ultimo dei quali ottenuto il 20 aprile 2008 battendo per 3-0 l’Altach. È invece seconda per totale di trofei conquistati (53) dietro ai rivali dell’Austria Vienna, vincitori di 59 titoli. A livello nazionale il club ha conquistato inoltre 14 coppe e 3 supercoppe, in ambito internazionale invece ha vinto due volte la Coppa Mitropa ed è stato due volte finalista in Coppa delle Coppe (nel 1984-1985 e nel 1995-1996, attualmente l’ultima finale disputata da un club austriaco in una competizione europea).

Il Vitória Futebol Clube, noto – sebbene impropriamente – come Vitória Setúbal, è una società calcistica portoghese con sede nella città di Setúbal. Fu fondata nel 1910 e milita nella massima serie del campionato di calcio portoghese, la Primeira Liga.
Oltre a 3 coppe del Portogallo e 3 coppe Ribeiro dos Reis, il club si è aggiudicato la prima edizione della coppa di Lega portoghese, dopo aver battuto ai rigori lo Sporting Lisbona.

Bradford Association Football Club (comunemente conosciuto come Bradford Park Avenue) è una società calcistica con sede a Bradford, West Yorkshire, Inghilterra. Ha militato nella Conference North, gioca gli incontri casalinghi allo Horsfall Athletics Stadium.

Il Panathīnaïkos Athlītikos Omilos (in greco: Παναθηναϊκός Αθλητικός Όμιλος, Club Atletico di Tutti gli Ateniesi), noto più semplicemente come Panathinaikos, Pao o Pana, è una società polisportiva greca con sede ad Atene.

La squadra di calcio del Panathinaikos, la cui attività iniziò il 3 febbraio 1908, data di fondazione della polisportiva, gioca le partite interne allo Stadio olimpico Spyros Louīs e milita nella Souper Ligka Ellada, la massima serie del campionato greco di calcio fin dalla sua istituzione, avvenuta nel 1959. Insieme a Olympiakos e AEK è una delle grandi di Grecia; nella sua storia ha conquistato 20 campionati nazionali e 18 Coppe di Grecia, mentre a livello internazionale il miglior risultato raggiunto dal club, il più prestigioso traguardo internazionale per una squadra di calcio ellenica, è la finale della Coppa dei Campioni 1970-1971, persa contro l’Ajax (questo non impedì comunque ai greci di partecipare alla Coppa Intercontinentale 1971 stante la rinuncia degli olandesi).

(fonte: Wikipedia)