Southampton HW, ref. 9 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Per me una squadra importantissima, la prima HW, la prima squadra di Subbuteo che ho avuta e la squadra, i Saints, che mi ha fatto conoscere il calcio britannico. Per me era anche l’Athletic, il Bilbao, che nel 1976, se non mi sbaglio, avevo ammirato contro la Juventus in Coppa Uefa. Una squadra dalla grande tradizione ed una città molto bella che ho visitato due volte.

Secondo il catalogo (da non prendere troppo sul serio, ogni tanto inserivano squadre che non avevano mai usato il kit rappresentato): Southampton, Sheffield Utd, Sunderland, Brentford, Lincoln, Exeter. Finchè non ho avuto il Lanerossi Vicenza, lo rendevo con questa ref.

Reference utilizzata anche come Brentford (England), Derry City (Irlanda), Estudiantes (Argentina), Exeter e Lincoln (England), PSV Eindhoven e Sparta Rotterdam (Olanda), Sporting Gijón (Spagna), Walsall (England).

Il Southampton Football Club (in origine St. Mary’s YMA), noto semplicemente come Southampton, è una società calcistica inglese con sede a Southampton, città dell’Hampshire. Milita attualmente nella Premier League, la massima divisione del campionato inglese di calcio.
Fondato nel 1885, il club è conosciuto anche con il soprannome The Saints dal momento che fu costituito come squadra di una parrocchia, la St. Mary’s Church of England Young Men’s Association, ed è attualmente di proprietà della Southampton Leisure Holdings Plc. Dal 2001 disputa le partite casalinghe al St. Mary’s Stadium, impianto da 32.505 posti; in precedenza giocava al The Dell. Gioca in tenuta biancorossa ed è divisa dal Portsmouth da un’accesa rivalità.
Il club vanta la vittoria di una FA Cup, ottenuta nel 1975-1976 e un secondo posto in massima serie nel 1983-1984. Nel 2005 retrocesse in seconda serie dopo 27 stagioni consecutive in massima divisione. Nel 2012 il club è tornato in massima serie e vi gioca da allora.

L’Athletic Club, conosciuto, fuori dalla Spagna, anche come Athletic Bilbao, è una società calcistica spagnola con sede a Bilbao, situata nella provincia di Biscaglia, nei Paesi Baschi. Milita nella massima serie del campionato spagnolo.
È uno dei tre club spagnoli mai retrocessi in seconda serie e che hanno partecipato a tutte le edizioni della Primera División (record condiviso con il Real Madrid e con il Barcellona). È inoltre una delle compagini più vincenti del calcio spagnolo, potendo annoverare nel suo palmarès 8 campionati di massima divisione, 23 Coppe del Re (seconda squadra spagnola con più Coppe del Re vinte, dopo il Barcellona), 2 Supercoppe di Spagna e una Coppa Eva Duarte.
A livello europeo i migliori risultati sono la finale di Coppa UEFA del 1976-1977, che la squadra perse contro la Juventus per la regola dei gol in trasferta (sconfitta per 0-1 a Torino, successo per 2-1 a Bilbao), e la finale di UEFA Europa League del 2011-2012, con sconfitta subita dall’Atlético Madrid per 3-0 in finale. In precedenza il Bilbao aveva perso la finale della Coppa Latina nel 1956 contro il Milan per 3-1.

Il club è noto per la sua politica di tesseramento di soli giocatori baschi o di origini basche (sia di Hegoalde che di Iparralde), oppure che si siano formati nelle giovanili di un club basco. Tuttavia, per mantenere la sua internazionalità, l’Athletic ha conservato la h nel suo nome per sottolineare la sua origine britannica (tranne nel periodo franchista, in cui fu obbligato a sostituire la parola Athletic con Atlético per nazionalizzare il nome) e tessera spesso allenatori non baschi. Nel 2010 un sondaggio condotto tra i tifosi dell’Athletic dalla dirigenza circa la possibilità di tesserare giocatori stranieri (cambiando le regole di tesseramento) ebbe come risultato il 93% di risposte negative, confermando l’attaccamento dei tifosi alla nota tradizione del club. Un secondo sondaggio relativo alla possibilità di tesserare giocatori oriundi (stranieri di origini basche) ebbe come risultato il 57% di risposte affermative, ma solo se di prima generazione (con genitori o nonni baschi) oppure che abbiano iniziato a giocare nelle giovanili di squadre basche oppure con comprovata fede calcistica rojiblanca.
I giocatori dell’Athletic Club sono noti come Rojiblancos, dal colore della loro divisa, o come Los Leones, in quanto lo stadio di San Mamés è costruito vicino a una chiesa dedicata a Mamés (conosciuto in Italia come Mamante), un antico cristiano che i
Romani diedero in pasto ai leoni, i quali, però, si rifiutarono di mangiarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *