Panem et circenses… #Subbuteo #PlaySubbuteo

A proposito della locuzione latina Panem et circenses recita Wikipedia: “L’espressione Panem et Circenses alludeva ad un meccanismo di potere influentissimo sul popolo romano, era la formula del benessere popolare e quindi politico; un vero bozzo/strumento in mano al potere per far cessare i malumori delle masse, che con il tempo ebbero voce proprio nei luoghi dello spettacolo.”

Spesso il potere ricorre a questi mezzucci, quando si rende conto di perdere influenza, o quando non sa più chi è o che vuole, o quando, più spesso, è talmente gonfio di sé di perdere di vista le cose importanti.

Così, mentre i tesserati chiedono risposte alle loro domande, tipo: qual è l’Ente di Promozione Sportiva che mi tutela in quanto tuo tesserato (pagante!), o perché le tue norme mi rendono così difficile giocare nel territorio della mia regione, i detentori del potere si inventano ridicolaggini tipo un inno “federale”… O scrivono lettere parlando di una assemblea dove si voteranno “modifiche allo Statuto”? Quali? Come? Chi le ha proposte? Chi le ha discusse? Non è dato saperlo.

Chi vuole capire capisce. E credo che capiranno tutti.

Per quanto mi riguarda io con certe sedicenti “federazioni” sento di non aver più nulla a che spartire. E chiederò al mio club di non rinnovare il pagamento per ciò che mi riguarda.

Basta così.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *