Il Subbuteo a Cecalocco! #PlaySubbuteo #Subbuteo

Una volta ricordo che si diceva a noi maschietti, alla romana, che se facevi certe cose, “te se cecavano l’occhi”. Ma questo non aveva nulla a che vedere con il Subbuteo.

Quello si che gli occhi ce li prendeva, e tutti. E non solo quelli, le mani, le piedi, la vista, il tatto, “tutto il cocuzzaro”.

Ma il Cecalocco del titolo è una tra le più antiche frazioni di Terni, di solito si trova nei documenti o nelle guide affiancata a Battiferro (non è un caso che poi Terni è diventata la patria delle celeberrime acciaierie…, a forza di batterlo).

Sono frazioni poco popolate ormai e poco conosciute, ma che mantengono un certo fascino. A Cecalocco è purtroppo in rovina l’antica chiesa di San Giovenale, costruita tra il XII ed il XIII secolo.

Chiesa di San Giovenale a Cecalocco – vedi anche le altre foto, di Silvio Sorcini

Per nulla in rovina a Cecalocco, invece, il nostro gioco preferito, grazie al nostro Marco Perotti. Che ha un ritrovo in quella piccola frazione dove, a Natale, Pasqua e nelle feste, gioca sul panno verde con fratelli ed amici…

Subbuteo e Calcio Balilla… due divertimenti in un tavolo solo

Fascinoso, eh… nel pieno del Parco della Valserra!

Subbuteo Club Real Tripolitania #PlaySubbuteo #Subbuteo

Causa qualche linea di febbre, ieri ho mancato di giocare assieme a loro con l’amico Mauro Simonazzi, della Lega Nazionale Subbuteo. Un magnifico club, numeroso, con tanti padri e figli, il Subbuteo Club Tripolitania, e con delle regole particolari su cui spero di avere presto occasione di tornare.

La zona è quella del Quartiere Africano di Roma, Viale Libia, Viale Etiopia e zone limitrofe.

La loro pagina Facebook

Il loro canale Youtube

Alcuni membri del club di fronte alla Parrocchia di Sant’Emerenziana
Lo stemma del club

Brasile 2018, in edicola il prossimo sabato #PlaySubbuteo #Subbuteo

Il mondiale 2018 fu l’ennesimo “dramma” per la Selecao. Tutti contenti perchè la Germania era stata eliminata ai gironi, si ritrovarono fuori anche loro al turno dopo, ai Quarti, contro il Belgio.

L’unica squadra “pentacampione” non vince dal 2002, e per i tifosi di là, caldi e carichi come sono, non è una bella cosa… In più ultimamente finisce sempre sconfitta dalle squadre europee… altro motivo di rammarico per loro.

Il 2 febbraio, sabato prossimo, in edicola, la squadra, la ref. 50, dei Mondiali di Russia.

Subbuteo Brotherhood #Subbuteo #PlaySubbuteo

Il Subbuteo è un bellissimo gioco. Che dovrebbe essere principalmente se non esclusivamente un modo di stare assieme e divertirsi. Anche quando lo si gioca con le regole di una disciplina sportiva.

Ben venga allora la maglia del nostro Gigi Arena che inneggia alla Brotherhood, alla fratellanza. Brother significa “fratello” e Hood “cappuccio”, “manto” ad indicare che l’amicizia è un qualcosa che protegge, copre il fratello, che l’essere fratello ammanta ogni nostra azione. Fantascienza in alcuni nostri ambienti, penserà qualcuno. Ma è così, fa parte delle nostre miserie umane non essere sempre all’altezza dei nostri ideali. Chi è credente, come il sottoscritto, lo chiama peccato.

Che almeno però la bella felpa di Gigi, che è uno che all’amicizia ci crede, e tanto!, e che a Subbuteo si diverte!, sia di auspicio per i prossimi tornei e le prossime occasioni di incontro ludico e sportivo. Che la brotherhood la faccia da padrona e che i rancori e i rancorosi se ne rimangano a casa loro! Altrimenti sarà… Muay Thai!, ovvero boxe thailandese, lo sport che pratica il figlio di Gigi (dalla sua palestra proviene la felpa…). Altrimenti so’ botte, si dice a Roma!