North Ireland Euro 2016 #PlaySubbuteo #Subbuteo #SubbuteoBlog

Finora il sottoscritto aveva un solo Northern Ireland, la nazionale dell’Ulster, la quarta parte del Regno Unito (United Kingdom), assieme a Scozia, Galles ed Inghilterra (Scotland, Wales, England).

Si tratta di una ref. 320, completo verde con dettagli bianchi, come nella foto, che però nella mia collezione è presente con la scatola bianco, rosso, blu del kit Silver Jubilee.

Il colore verde, inutile dirlo, è il tradizionale colore irlandese, e la accomuna all’Irlanda cosiddetta libera, l’EIRE, tanto che normalmente con le ref. con cui rendi l’una, rendi anche l’altra.

Normalmente quando gioco un derby fra le due Irlande, una usa un completo verde, la ref. 320, mentre per l’altra adopero un’Arabia Saudita Topspin (Maglia bianca bordi verdi, calzoncini bianchi, calzettoni bianchi, inner verde, outer bianco).

Di seguito vi posto qualche esempio di Northern Ireland, Subbuteo ufficiale e non, preso qui e là in rete.

Una maglia che tempo fa, agli ultimi Europei, ha attirato la mia attenzione per l’insolito accostamento di colore (mia madre buonanima usava dire che di verde e di celeste è il burino che si veste!) è stato il completo Adidas che l’Ulster ha sfoggiato in quella occasione.

Era la prima volta in assoluto che i nordirlandesi si qualificavano per la fase finale degli europei e si è voluto riprendere il blu dela croce celtica simbolo nazionale.

Riprendo da Wikipedia:

L’Irlanda del Nord scende in campo da sempre (o almeno da quando non è più Irlanda) in tenuta verde con pantaloncini bianchi e calzettoni verdi. Almeno fino a fine anni ottanta questi erano gli unici due colori che la nazionale vestiva, creando non poche confusioni con la controparte indipendente, anch’essa verde con pantaloncini bianchi.

In realtà la vecchia Irlanda storica vestì le sue prime volte in azzurro, adottando il verde solo per non confondersi con la Scozia, ma dalla creazione della nazionale dell’Eire la selezione è stata sempre verde.

La situazione è leggermente migliorata soltanto negli ultimi anni, adottando sempre più frequentemente (ma non sempre) un blu notte più o meno vistoso, in concomitanza con l’utilizzo dell’arancione in piccole parti da parte dell’Eire. L’utilizzo del blu è stato più o meno vistoso, da spirali e disegni a quadri piuttosto marcati, a piccoli bordini sulle maniche. Negli ultimi anni in genere vengono resi blu notte o dei tratti sulle spalle o sui lati della maglia.

La seconda divisa è in genere bianca, ma non sono mancate maglie blu, nere o celesti. Attualmente la seconda divisa è tornata ad essere bianca, data la forte tonalità di verde della prima maglia.

Come stemma, almeno fino al 1946 la nazionale ha portato in petto una croce celtica con al centro un’arpa, simboli tipici dell’Irlanda. Ha interrotto, probabilmente per contrastare la Nazionale della FAI che portava lo stesso stemma, soltanto tra il 1946-51 ponendo uno scudo bianco con tre shamrock. Dal 1957 in poi ha sempre utilizzato lo stemma federativo, rimasto pressoché invariato, una croce celtica blu con bordi dorati e shamrock sulla fine dei bracci. Solo nel 1977 ha indossato delle divise senza stemma con al centro una vistosa croce celtica stilizzata.

Per l’occasione la Zeugo Parodi e la Astrobase hanno realizzato delle squadre per il calcio da tavolo che riproducevano questa maglia. Nel catalogo Zeugo la ref è la numero 325.

Da oggi questa maglia è nella mia collezione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *