Subbuteo, “Il Romanista”: di Vintage c’è solo la mente di qualcuno #PlaySubbuteo #Subbuteo #SubbuteoBlog

Sul giornale “Il Romanista” di oggi, doppia pagina dedicata alla Roma versione Subbuteo, pagine 10 ed 11, sezione denominata Vintage.

Sono contento per Franco Esposito, che ha ispirato l’articolo e ne ha dato l’occasione (il torneo “Forza Roma”, rigorosamente riservato ai tifosi della “Magica” e che si terrà sabato 22 settembre prossimo venturo nel suo bar), mi piace la ricchissima galleria fotografica.

Ma non mi piace per nulla l’impostazione che il giornalista, Fabrizio Pastore, ha dato all’articolo. Dove sembra che il Subbuteo sia finito negli anni Novanta, che ormai la Netcam si sia arresa alle console ed ai passatempi elettronici e che il gioco sopravviva solo grazie ai cinquantenni appassionati come Franco e come me (entrambi classe 1963).

Una versione che non risponde al vero. Roma è piena di club, di giovani, giovanissimi e meno giovani che che si chinano sul panno e sulle miniature. Nei negozi trovi le confezioni Subbuteo non solo con il marchio originale, ma anche con i marchi Zeugo (della Parodi, che non ha mai smesso di produrlo) e della Topspin.

Più i club di professionisti di calcio da tavolo che giocano anche con i nuovi materiali personalizzati. Che sono anch’essi Subbuteo, sono a tutti gli effetti calcio da tavolo.

Io sono vintage, insomma, ma il Subbuteo proprio non lo è! Che poi a qualcuno dia fastidio ammettere che è così non ci piove…

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *