Perchè così pochi tornei? #PlaySubbuteo #Subbuteo #SubbuteoBlog

Perchè così pochi tornei?

È una domanda che continuano a farmi. Rispondo qui così lo leggono tutti.
Perchè di solito si gioca la domenica, io sono credente e cristiano e per me la fede è il fondamento di qualsiasi altra cosa. Ergo: non rinuncio all’ascolto ed alla meditazione comunitaria sulla Parola di Dio a cuor leggero. Anzi, non ci rinuncio proprio.
Prima risposta: la Domenica è il Giorno del Signore (e dopo il Signore vengono mia moglie e mia figlia, la mia famiglia) e non del Subbuteo.

E non mi dite che posso andare al culto il sabato… Posso pure farlo una tantum ma non la accetto come risposta.

Basterebbe questo ma continuo. Partecipo poco ai tornei perchè, da quando ero bambino, ho il tasso agonistico e la competitività, amo dire, di un bradipo (senza sapere in realtà se i bradipi sono competitivi e quanto, me ne scuso con i bradipi). Ai tornei ufficiali, amatoriali compresi, di solito si va per vincere, si lucida, si mettono a punto le squadre, si cercano le basi migliori, ecc…

In quarant’anni che gioco io non ho mai manomesso una base, mai volontariamente aperta (mi si sono aperte sono quando le miniature mi sono volate giù dal tavolo di gioco, succede…). Mai aggiunto colla o rondelle, mai dipinto gli inner per appesantirli come andava negli anni Novanta, mai litigato per un back o un back al volo (ci sono cose serie per cui discutere, il Subbuteo vecchio o nuovo tipo non ci rientra per me).

Mi piace collezionare, mi piacciono i colori, mi piacciono le atmosfere. Non me ne importa assolutamente nulla, zero, dei risultati, di contare quante volte vinco o perdo, quanti gol faccio o subisco. Non ho strategie di gioco, gioco e basta. Non ho quadernetti o registri con i miei risultati ora, non li avevo a 10 anni. Lucido ogni tanto per spirito di emulazione. Con quello che mi capita sottomano. Non spenderei mai (ho visto farlo!) 70 € per una vecchia confezione di Nugget anni Settanta, o 30 € per misture che non si sa con cosa siano fatte! Al massimo due euro di Pronto e passa la paura!

Seconda risposta: gioco per giocare e questo mi basta, mentre ai tornei ufficiali, tutti, nessun circuito escluso, si gioca per cercare di vincere e migliorare nel proprio ranking o nella stima degli altri (me ne impipo di essere stimato per come gioco a Subbuteo, sia chiaro!).

Faccio parte di un club, di una squadra perchè mi piace stare insieme, mi piace divertirmi con altri, ho il senso di comunità, amo comunicare; è la mia passione oltre che il mio lavoro.

Ho un fottio di squadre (a proposito sono a 327 ma ancora non ho finito di censirle) perchè ho l’arcobaleno in testa, e mi piace averlo.

E basta così!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *