British Football al Nido dei Rapaci #PlaySubbuteo #Subbuteo

Oggi alla Subbuteo Blog Arena, made in Flick For Kicks, ref.41 vs ref. 16, Reds contro Gunners, Liverpool vs Arsenal di Londra.

Rossi vincenti e convincenti, Gunners timidi e quasi mai in partita. Un 3-0 che non lascia incertezze su chi abbia fatto la partita!

Miniature e portieri Superfooty. Palla Tango originale Subbuteo fine anni Settanta. Campo e porte di Gareth Christie.

Fiume contro Pola al Nido dei Rapaci #PlaySubbuteo #Subbuteo

AGGIORNAMENTO: Per gli interessati, è finita 4-3 per Pola!

Avevo in programma un torneo apposito per le squadre giuliano dalmate che hanno realizzato per me gli amici di Mortara, ma con questi “chiari di luna” chissà quando potrò farlo. Allora oggi mi gioco in solitario il “Memorial Olindo Bon” facendo affrontare due delle squadre della sua giovinezza: l’Unione Sportiva Fiumana (1926), di Fiume ed il Gruppo Sportivo Fascio Giovanni Grion (1918) di Pola.

Per chi si fosse perso i post dedicati, Mastro Miniatore Stevchenko, Scatoliere Colonel, materiali (basi, inner, miniature) Topspin di Alberto Vignati.

Sempre di Topspin è il campo in cotone, di Zeugo le porte, di Extremeworks il tavolo. Le foto, purtroppo per voi, le ho scattate io…

Lanerossi Kent Style #PlaySubbuteo #Subbuteo

Ref. 4 dipinta dalle sapienti mani dell’amico Mauro Starone di Mortara.

VICENZA in Kent Style !!!!!!!!!!

Dedicato in particolar modo ai miei Amici Vicentini di Osc Magnagati

Un superclassico che non ho voluto perdermi nella mia collezione “dipingitaliano” . L’avevo dipinta esattamente così da ragazzino ed ho desiderato riaverla tale e quale.

A volte le squadre con 2 colori possono dare un effetto panoramico appagante.

MENU’

Ho ombreggiato a pennello asciutto la plastica con il bianco humbrol ed ho dipinto le strisce con il rosso 153. Miniature T3 e portiere Saracinesca Top Spin. Basi replica Hw ed inner tutto materiale Replay. La scatola è un antico ricordo Toscano.

ICS Factor 2020 #PlaySubbuteo #Subbuteo

ATTENZIONE – TORNEO ANNULLATO CAUSA LE RESTRIZIONI
DEL NUOVO DPCM A TEMA COVID

ICS Factor 2020, ovvero la fantasia al potere per questo torneo della Community Old Subbuteo che si svolgerà il 1 novembre a Subbuteoland, a Reggio Emilia. Un torneo davvero interregionale, tra squadre fantastiche modenesi e squadre fantastiche reggiane(nelle foto due esempi, uno per parte e la locandina).

Buon divertimento a tutti!

Juventus 2019/2020 #PlaySubbuteo #Subbuteo

Realizzato dal produttore di materiale per il Calcio da Tavolo Extreme Works, Mr. Claudio Dogali e dai suoi collaboratori.

Juventus 2019/20
Basi Pro Evo 2
Cover personalizzato
Figure in decal e aerografo

Per informazioni o richieste inviare un messaggio
oppure scrivere a : Info@extremeworks.it

Nasce il Sante Ancherami Stadium #PlaySubbuteo #Subbuteo

Sante Ancherami Stadium! Da oggi questo è il nome ufficiale dello stadio di casa mia, qualunque tipo di panno o qualsiasi tipo di miniatura ci siano sopra. Il Sante Ancherani Stadium – Extreme Arena è dedicato al primo capitano della S.S. Lazio, dal 1900 la prima squadra della Capitale.

Chi era Sante Ancherami ve lo faccio raccontare, in breve, da un articolo comparso sul sito ufficiale della S.S. Lazio che ne ricordava, il 9 settembre, il quarantanovesimo della scomparsa.

Pioniere. Oppure semplicemente laziale. Nacque il 6 settembre del 1988 Sante Ancherani, il primo attaccante nella storia della Prima Squadra della Capitale. Non solo. La Lazio nota Ancherani quando quest’ultimo ha appena 12 anni; sì, è nel febbraio del 1900 che un membro della neonata società nota il dodicenne correre. Viene cronometrato: 100 metri in 13 secondi netti. È l’uomo giusto. Da quel giorno a Sante Ancherani corrisponde la tessera sociale numero 6.

Nella sede biancoceleste, un giorno, irrompe Bruto Seghettini che, per la prima volta nella Capitale, lascia cadere in terra un pallone di cuoio. È l’inizio di una grande storia. I membri della compagine biancoceleste si dilettano nel nuovo sport in Piazza della Libertà; due pietre come due pali, ed ecco la porta. Nel frattempo nasce un’altra società nella Capitale, è la Virtus e sfida proprio la Lazio in una partita di calcio. Ancherani accetta la sfida per i suoi ed impone all’intera squadra un lungo periodo di preparazione: è il 15 maggio del 1904, la Capitale assiste alla prima gara ufficiale della Lazio che s’impone per 3-0 sugli avversari. Tripletta di Sante Ancherani.

Nel 1908, inoltre, il centrattacco della Prima Squadra della Capitale conduce i biancocelesti ad un’altra grande, storica e memorabile impresa. La Lazio viene invitata a Pisa per disputare un torneo interregionale organizzato col patrocinio del comune toscano; Ancherani accetta, si reca con la squadra nel comune toscano e, un mattino, batte il Lucca per 3-0. Nel pomeriggio gli organizzatori del torneo propongono ai biancocelesti di sfidare lo Spes Livorno. Altra vittoria, questa volta per 4-0. Non finisce qui perché la sera è il turno della Virtus Juventusque, battuta nella finale per 1-0. Per la prima ed unica volta nella storia del calcio, un Club vince tre gare in un solo giorno.

Dopo esser stato chiamato al fronte, Ancherani lascia gradualmente il calcio per dedicarsi al suo lavoro da musicista. Si spegne il 9 settembre di 49 anni fa, dopo aver seguito l’evolversi della “sua” Lazio, ma prima di poter assistere al primo Scudetto biancoceleste.

(Link al sito ed all’articolo originale)

Di seguito le foto della cerimonia di intitolazione dell’Extreme Arena alla memoria di Sante Ancherami e la nascita del Sante Ancherani Stadium – Extreme Arena.

Aquile al Nido dei Rapaci (e dove se no?) #PlaySubbuteo #Subbuteo

Piove a Roma, il tempo è uggioso, l’aspirapolvere lo ho passato… Si gioca!

Lazio 1900, Walker Edition contro Lazio 1982/1983, Replay Edition. E che vinca l’Aquila migliore!

Avviso per gli storici. In realtà dal 1900 al 1911 la Lazio giocò o in tenuta bianca, o con una maglia bipartita o a quarti bianco e celeste. Il passaggio alla maglia celeste a tinta unita avvenne nel corso del campionato 1911/1912.

Vola, un’aquila nel cielo del CSM #PlaySubbuteo #Subbuteo

Il Centro Sportivo in Miniatura, dove mi sono recato anche ieri pomeriggio per tre ore di gioco, è davvero un bel posto. A fronte di una spesa minima per il tesseramento, puoi giocare in assolutà serenità, con le miniature e sul tipo di campo che preferisci. Rinnovo anche qui i complimenti ad Andrea Strazza, Andrea Periccioli e Mauro Simonazzi per l’idea e per l’ambiente che sono stati capaci di creare, e sono lietissimo di poter collaborare con loro, con le mie capacità, per il suo sviluppo.

Ieri un'”oldista” mi ha detto che “però, sai, anche li, devi fare una tessera, come nella FISCT”… Ma cosa c’entra? Sono stato presidente di un club Old Subbuteo, di quelli che avevano la loro pagina sul forum, e vi assicuro che i miei conclubbini la tessera di carta non ce l’avevano, ma la quota mensile la pagavano eccome! L’affitto della sala bisogna pagarlo, così la luce, l’acqua, ecc… Se organizzi un torneo i premi li devi pagare… Questa storia della tessera, detta alla romana, è solo una emerita fregnaccia! E scusate il linguaggio, per me inusuale, ma quando ci vuole…

Secondo, la FISCT non c’entra proprio nulla con il Centro Sportivo in Miniatura, che è una iniziativa privata di tre persone e dei loro amici. Poi certo, ci vengono a giocare anche tesserati FISCT, nè più nè meno come vanno a giocare in alcuni club Old e viceversa, come alcuni oldisti vanno a giocare nei tornei FISCT. Disobbedienti al council (si dice così?) ma ci vanno.

Ma basta con queste, lo ripeto, scempiaggini, che lasciano il tempo che trovano. Parliamo del gioco che è quello che a me personalmente, SOLO interessa. Ieri nel primo pomeriggio mi sono trovato con Andrea Strazza, e con padre e figlio, Andrea e Luca Periccioli. Ci siamo separati sui campi e ci siamo messi a giocare. Tutte e due le coppie su Astropitch Subbuteo. Però io ed Andrea Periccioli con miniature Subbuteo, Luca Periccioli ed Andrea Strazza con miniature su basi CC2 Astrobase per Calcio da Tavolo.

Sul campo numero 1, quello mio e di Andrea padre di Luca, in campo, per lui, un bel Frosinone nuovo di pacca, completo giallo fiammante, montato su basi non so di marca LL1 (se ho ben capito, quelle larghe). Per me una vissutissima Lazio 1900, realizzata con tutti materiali Subbuteo originali restaurati da Alex Rota, con miniature tipo Walker. Tanto che mi hanno chiesto, praticamente all’unisono, i due Andrea: “Ma sei sicuro che ci vuoi giocare? E se poi cade una miniatura e si rompe?”. Sapete com’è, io sono della scuola che con i giocattoli ci si gioca. Altrimenti che ce li hai a fare? Quindi via alle due partite.

Sull’altro campo curiosamente, sempre Lazio contro gialli, però Lazio contro Brasile. Lazio affidata ad Andrea Strazza, Brasile a Luca Periccioli.

Partono forte i due Luca e con sorpresa degli Andrea si ritrovano entrambi in vantaggio sui loro avversari. 1-0 per Luca Zacchi ed 1-0 per Luca Periccioli. Il primo tempo asi chiude così sul campo di Subbuteo, mentre sul campo di calcio da tavolo Strazza pareggia e finisce 1-1.

Secondo tempo, sul campo di Subbuteo Periccioli padre va in avanti, ma a Luca Zacchi oggi riesce tutto ed in contropiede raddoppia e si porta sul 2-0, chiudendo così il match. Sul campo di CDT invece Andrea maramaldeggia e chiude sul 4-1 contro Periccioli figlio.

Nella foto la Lazio 1900 che ha portato alla vittoria un incredulo Luca Zacchi, abituato a perdere il 90% delle partite che gioca….

A questo punto i Periccioli, padre e figlio, escono ed arriva il mitico Francesco Bressi che, visto che il frigorifero era vuoto, si getta sul campo anche lui e dopo aver provato tre o quattro squadre Subbuteo (tra cui un bel Manchester City che però, a suo dire, “al suo dito non piace”) si lancia a giocare a CDT con Andrea Strazza. Poi ad un certo punto mi dice: “Dammi il cambio”. Io: “A CDT? Contro Strazza? E’ vero che ultimamente gioca soprattutto a Subbuteo, ma non c’è partita”. “E dai, mi fa lui”. Acconsento, tre tocchi e sono al tiro. Strazza para, ed io sono sempre più stupefatto. Poi guardo le miniature… sto giocando con la Lazio di Astrobase. Ma allora saranno le Aquile a farmi volare??? Comunque non prendo gol, altra cosa stupefacente, e ripasso la squadra a Bressi, appena è pronto…

Non so cosa sia successo, ma la prossima volta mi porto di nuovo la Lazio!!! Sicuro!

Stadio Olimpico: 15 maggio 2019 – L’inno della Lazio a fine partita dopo la vittoria della Coppa Italia
La didascalia in questo caso è superflua…